Nunzio Valentino e Sabino Trotta
Nunzio Valentino e Sabino Trotta
Le Pillole

Il talento di ognuno di noi va coltivato

L’excursus dell'ingegnere Nunzio Valentino all’Università della Terza Età a Canosa di Puglia

Interesse e larga partecipazione di pubblico e di autorità cittadine all'incontro culturale tenutosi lo scorso lunedì marzo all'Università della Terza Età "Ovidio Gallo" di Canosa di Puglia, presieduta dal dottor Sabino Trotta, che ha visto salire in cattedra l'ingegnere Nunzio Valentino sul tema: "Tecnologia e Talento umano per una Transizione Ecologica e di Sviluppo." Il relatore giunto da Roma ha introdotto l'argomento della sua conferenza focalizzando l'attenzione sulla tecnologia che "è arrivata oggi ad un alto livello valoriale per la vita dell'Uomo, avendo la capacità di imprigionarci in un mondo virtuale o di renderci felici in un mondo reale; può dividerci in fazioni in guerra tra di loro o farci riapprezzare, riscoprire la nostra vera natura, di uomini e donne uniti nel rispetto di Madre Terra. La tecnologia può elevarci, può farci capire che non siamo solo materia del nostro corpo mortale, siamo piccole realtà in un più vasto sistema spazio-tempo, che include la nostra realtà fisica."

"La tecnologia
- precisa l'ingegnere Nunzio Valentino - non distrugge il nostro IO, le nostre emozioni. È per questo che valiamo molto più delle macchine della Intelligenza Artificiale. Il talento di ognuno di noi va coltivato. I social inebetiscono. Uno dei guai grossi del nostro vivere è che alla crescita esponenziale della Intelligenza Tecnologica corrisponde, quasi per fatale compensazione, una decrescita esponenziale dell'intelligenza umana, da contrastare con forza. La sacralizzazione della tecnologia e della intelligenza artificiale – prosegue il relatore - apre la strada ad un insidioso nichilismo che porta all'abbandono del nostro destino autodiretto che, se non contrastato, porterebbe alla fine della umanità. Il talento scarseggia, nel mondo del lavoro le aziende fanno a gara per accaparrarsi talenti rari. Dobbiamo riconquistare talento e capacità di un pensiero libero, riprendere il pieno controllo di tutte le falle del nostro Mondo, mettendo le macchine, che sempre più accompagnano la nostra vita, al servizio dell'uomo e del suo talento. La emergenza ambientale, connessa al cambiamento climatico, è situazione scientificamente provata. Non è più procrastinabile una Politica Globale di Transizione Ecologica, prendendo in esame tutte le tecnologie disponibili, analizzandole in maniera sinergica e complementare, valutandole per il loro reale contributo alla riduzione delle emissioni climalteranti, mantenendo una logica di Life Cycle Assestement – Analisi del Ciclo di Vita – quantificando il potenziale impatto su ambiente e lavoro, su consumo di risorse e sviluppo. Non sono stati risolti da 30 anni, malgrado tanti impegni sottoscritti da Governi, Istituzioni, Imprese, - aggiunge l'ingegnere Valentino - i problemi del Pianeta Terra. L'incremento, rispetto ai livelli preindustriali della temperatura media del Pianeta, ha raggiunto un pericoloso 1,2 °C; in mancanza di interventi seri, tale incremento potrebbe arrivare a 1,5 °C già tra il 2030 e il 2040. Altro dato globale non trascurabile è la stima della popolazione del Pianeta che nel 2040 è prevista di numero superiore a 9 miliardi. Tale enorme quantità avrà un impatto incrementale notevole sulla impronta umana all'ecosistema e sulle connesse problematiche di cambiamento climatico."

Nel corso del suo excursus l'ingegnere Nunzio Valentino ha parlato di talento umano, di tecnologie, verdi e digitali, di lati oscuri dei combustibili fossili e delle tecnologie green, della necessità di un approccio consapevole, tecnico e non ideologico alla neutralità climatica. Ha inoltre evidenziato che "l'Italia ha una notevole risorsa rinnovabile, il sole più che il vento che sfruttiamo colpevolmente poco, soprattutto al Sud. Virtuoso e positivo l'impianto di produzione di pannelli ad alta efficienza voluto dall'Enel nella Piana di Catania, il più grande per capacità produttiva dell'Europa." Informando che "è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri per un lancio serio di iniziative impiantistiche green, per una univoca definizione del PNIEC – Piano Nazionale Integrato per l'Energia e il Clima – per un serio immediato utilizzo delle disponibilità economiche del PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza -. Il DPCM contiene elementi positivi: un primo serio contrasto alla filosofia "NIMBY", Non nel mio Giardino, che tanto male, tanto sottosviluppo ha recato al Paese, positivo anche il collegamento PNIEC con il PNRR. Noi gente del Sud dobbiamo alzare la voce, - conclude l'ingegnere Nunzio Valentino - i soldi stanziati dalla UE per le regioni più povere della comunità, per il Sud in Italia, non devono prendere altra via. Questo è l'ultimo treno che passa e che può darci una parità con il Centro ed il Nord del Paese. Progetti per il Sud non divagazioni sulla Autonomia Regionale Diversificata."
L'ingegnere Nunzio Valentino all'UTEAll'UTE, l'ingegnere Nunzio Valentino e il presidente Sabino TrottaAll'UTE :Sergio Fontana e Nunzio ValentinoAll'UTE: Francesco Ventola e Nunzio Valentino
  • Nunzio Valentino
  • Università della Terza Età Canosa di Puglia
Altri contenuti a tema
'Petrolio Italia' e sua Metamorfosi 'Petrolio Italia' e sua Metamorfosi Nel ricordo di Enrico Mattei
CANOSA: INCONTRI ALL'UNIVERSITÀ DELLA TERZA ETÀ lunedì 4 marzo CANOSA: INCONTRI ALL'UNIVERSITÀ DELLA TERZA ETÀ
Dal canto al ballo, l'Università della Terza Età sempre in movimento Dal canto al ballo, l'Università della Terza Età sempre in movimento Riprendono gli incontri culturali del lunedì
Canosa: Conoscere il Principe Boemondo attraverso il suo Mausoleo Canosa: Conoscere il Principe Boemondo attraverso il suo Mausoleo All'Università della Terza Età interverrà l'ingegnere Cosimo Giungato
La figura Femminile nelle Religioni La figura Femminile nelle Religioni Il titolo del tema che affronterà la professoressa Porzia Quagliarella all' Università della Terza Età 
L'Icona  ha sempre qualcosa da dirci e da insegnarci L'Icona ha sempre qualcosa da dirci e da insegnarci L'artista Maddalena Strippoli all'Università della Terza Età
La scrittura della Bellezza attraverso l’Arte di Maddalena Strippoli La scrittura della Bellezza attraverso l’Arte di Maddalena Strippoli Sarà relatrice all’ incontro culturale del lunedì all’Università della Terza Età di Canosa
Protagonisti nella nostra Comunità Cittadina, sia nella promozione sociale che in quella culturale. Protagonisti nella nostra Comunità Cittadina, sia nella promozione sociale che in quella culturale. L'intervento del presidente Sabino Trotta all'inaugurazione dell' anno accademico all'Università della Terza Età "Ovidio Gallo" di Canosa
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.