Europa 2020
Europa 2020
Le Pillole

I Numeri del nostro Mondo, la Geopolitica, le Elezioni Europee

La previsione al 2030 dei " Numeri del mondo" 

Il nostro è uno strano mondo ; da uomo che ama i numeri, questo lo status ad oggi e la previsione al 2030 dei "Numeri del mondo" :
- Popolazione 2018 7,6 miliardi di persone 2030 8,6 miliardi di persone
- Aspettativa di vita uomini 2010 77,1 anni 2030 84,1 anni riferimento paesi industriali
- Aspettativa di vita donne 2010 84,2 anni 2030 90,8 anni riferimento paesi industriali
- Povertà : premesso che oggi 500 milioni di persone al mondo hanno un reddito di poco meno di 2 dollari al giorno , il grado di estrema povertà è previsto in discesa dal 10% della popolazione mondiale al 2010, al 6% del 2030 ....ma più di 500 milioni di persone resteranno in assoluto in estrema povertà , considerando il parallelo previsto incremento demografico che interesserà sopratutto il continente Africano.
- Obesità : negli Stati Uniti, il paese opulento per eccellenza, negli adulti la percentuale di obesità della popolazione passerà dal 40% del 2018 , al 50% del 2030
- Spese Militari : continuerà la corsa agli armamenti, dai 1700 miliardi di dollari del 2017 ai previsti 2750 miliardi di dollari nel 2030
- Ricavi connessi alla tecnologia : il rapidissimo utilizzo nei fatti economici della Intelligenza artificiale ,della Cibersecurity ,della Economia circolare, dello Sviluppo sostenibile ,della Genetica e della Robotica di ausilio , farà incrementare i ricavi globali connessi dai 2000 miliardi di dollari ,dato 2018 ,ai previsti 16000 miliardi di dollari al 2030 .
Ma cosa dovrebbero raccontare e consigliare questi numeri ad una mente aperta, a chi con il proprio ruolo ha la possibilità di cambiare il destino di questo mondo strano divisivo di oggi , che potrebbe configurarsi puro barricadero domani?
Il nostro falso mondo ha velocità diverse : velocissimo nello sviluppo tecnologico , lentissimo se non in retromarcia nella Geopolitica che con gli atti e/o le omissioni di oggi sta condizionando la speranza di un domani per chi oggi nasce .
La Geopolitica oggi manca di leader visionari; sono attenti a soddisfare emozioni ed oggetti finiti, a manipolare i mezzi di comunicazione di massa , offrendo simboli e non realtà. La Geopolitica è in una fase che somiglia ad un deserto di pietra ; la visione di un futuro più giusto ,più vivibile , più umano ,senza guerre , è lasciata a filosofi che nel desertano gridano inascoltati ,a sacerdoti impotenti come Papa Francesco ,il Dalai Lama , Nhat Hanh o più semplicemente la giovane Greta Thunberg.

Ai Potenti di oggi vorrei ricordare l'esempio di Ghandi ,le parole forti di Marthin Luther King :
"Abbiamo bisogno di leader che non siano innamorati del denaro , ma della Giustizia , che non siano innamorati della pubblicità ma della Umanità "
Mi spiace ma gente di questo calibro ,leader politici visionari non ne vedo in giro , dittatori o capi di democrazie illiberali (
osimoro violento ! ) SI , Sovranisti pure , capi che giocano con lo spauracchio delle armi nucleari pure , assassini di gente inerme , di vecchi e bambini ,che , per mantenere il potere , schiacciano ogni forma di libertà ,di democrazia e mostrano armi e morte a chi intende resistere.
Sono tanti gli uomini lupus del nostro strano mondo, dittatori , sovranisti , terroristi , imprenditori amorali ,mafiosi ; agnus è chi scappa dalla guerra ,dalla fame o semplicemente piange un lavoro che non ha ..
Con questo modo di pensare trovano una ragione logica i tanti problemi del nostro mondo : le migrazioni .la globalizzazione ,la violenta differenza tra ricchi e poveri della Terra , la distruzione ecologica del Pianeta.
Time dello scorso 11 febbraio ha cosi titolato : " Dividing lines , the human face of global migration ", le barriere , i volti della migrazione globale .
Le fotografie a corredo dell' articolo mescolavano i volti tristi di vecchi e bambini affamati, in bianco e nero ,a colori una barriera metallica, sormontata da una corona di filo spinato ,voluta tenacemente dal Signor Trump che, affossata la storia morale e le leggi di aiuto alla immigrazione della legislazione Americana , al confine di Tijuana, ha costruito un MURO che sbraccia nell'Oceano Pacifico ,protetto da 5800 uomini inviati a sostegno ,armi alla mano ,delle preesistenti guardie della frontiera con il Messico .
Il Presidente della Nazione culla della Democrazia , al grido First America , non si è vergognato di separare le madri dai figli ,di incentivare la vendita delle armi ,di cancellare l'Accordo di Parigi sul controllo delle emissioni ed il Climate Change.
Ma il Signor Trump non è solo , è in buona compagnia anche nella nostra Europa : i muri , la chiusura dei porti esistono ,a sfregio delle più elementari regole umanitarie anche nel Continente culla della prima civiltà ,bagnato da quel Mare Nostrum sempre più bara liquida di povera gente che scappa dal Medio Oriente in fiamme ,da un' Africa affamata e martoriata da epidemie legate a denutrizione ed a un ambiente malsano ,spesso povero di acqua potabile .
La nostra Europa oggi da lezione al Mondo di Sovranismo : al potere in Ungheria, Repubblica Ceka, Slovenia, forza acquisita in Austria, Francia, Svezia ,Finlandia,Germania , Olanda , Spagna . E in Italia?

In Italia assistiamo allo spettacolo giornaliero del Ministro Salvini che sta dettando da Sovranista l'agenda di Governo ,parlando al popolo non come un leader ma come il fattore di una masseria messa male . Questo signore ,ex giovane Comunista ,fa tutto : il Presidente del Consiglio pro tempore ,il Ministro della Difesa con le tante divise, il Ministro dello Sviluppo , il suo Ministero ,gli affari interni lo frequenta poco, preso com'è a fare perpetua campagna elettorale.
Con questo clima ci prepariamo alle Elezioni Europee del 23/ 26 maggio ; rischiamo che il 2019 passi alla storia come un anno Horribilis della nostra Europa . Ma nel cuore democratico e liberale è viva una speranza : l'Europa del sogno di Ventotene del 1944 , del Manifesto " Per una Europa libera ed unita " ,autori Altiero Spinelli , Ernesto Rossi ,Eugenio Colorni ha fatto i migliori progressi ,riconquistando credibilità ,quando si è trovata con le spalle al muro ed in pericolo di fine prematura ,come oggi . La speranza , cominciata con il buon risultato delle politiche in Spagna , è che il nuovo Parlamento Europeo sia ricco di leader profetici , che sappiano comunicare al popolo una visione , puntando allo snellimento burocratico della Europa dei 27 Stati , mettendo al centro della Agenda politica soluzioni mirate ad una Difesa comune , ad un concordato ed attuato piano per il ricollocamento negli Stati dei migranti , ad una crescita della economia ,mirata verso chi meno ha , ad una politica estera non fatta di sole dichiarazioni ma di potere contrattuale verso Russia, America , Cina.Io credo nei principi alla base di quel Manifesto ,io spero che l'orgoglio Europeista esisterà ancora ,rinato nel chiuso di una urna elettorale libera .
Nunzio Valentino
  • Elezioni europee
Altri contenuti a tema
Ecco i candidati per le elezioni europee Ecco i candidati per le elezioni europee Si vota domenica 26 maggio
Fitto  all’inaugurazione della nuova sede di Direzione Italia–Fratelli d'Italia  Fitto all’inaugurazione della nuova sede di Direzione Italia–Fratelli d'Italia  Un avvio concreto al patto federativo  in vista delle  prossime tornate elettorali
© 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.