Le interviste di Bartolo Carbone

Valentina Merra, artista canosina alla collettiva d’arte “I Tempi Moderni”

Intervistata per CanosaViva

Consensi e apprezzamenti unanimi per l'inaugurazione della mostra collettiva d'arte "I Tempi Moderni" ancora visitabile a Canosa di Puglia(BT), presso la storica location di Palazzo Iliceto, che ha visto la partecipazione di giovani artisti pugliesi come : Annale Maria Pia, Delli Carri Antonio, Forina Cosimo, Giuliani Francesca, Merra Valentina, Mocerino Pasquale, Nigro Lorenza, Petrone Antonio, Petronzi Marianna, Silvestri Serena,Vocale Natascia, Tudisco Antonietta, Zullo Domenico. Alla cerimonia di apertura della rassegna espositiva, svoltasi sabato scorso, alla presenza delle autorità tra le quali: il presidente della Provincia Barletta Andria Trani Francesco Ventola, l'assessore alla cultura del comune di Canosa Sabino Facciolongo, l'assessore al turismo Giovanni Quinto, il presidente della Fondazione Archeologica Canosina Sabino Silvestri, il presidente della Cooperativa Dromos Luigi Di Gioia e la promotrice ed organizzatrice Lucia Bucci che ha tagliato il nastro tricolore davanti all'ingresso tra gli applausi del pubblico e dei giornalisti intervenuti.

La collettiva "I Tempi Moderni" unisce il passato al presente, la storia all'attualità, l'arte all'archeologia, opere contemporanee e reperti di inestimabile valore accostati in un contesto narrativo e stilistico davvero particolare e suggestivo. I giovani pugliesi attraverso le proprie opere intendono comunicare e condividere la passione per l'arte e la creatività umana promuovendo nel contempo la cultura, alla base delle relazioni sociali e fonte di ispirazione e di interesse per lo sviluppo e la crescita della comunità locale. Nell'arco della rassegna espositiva che sarà possibile visitarla fino al 16 febbraio, tutti i giorni al mattino, dalle ore 10,00 alle 12,30, e nel pomeriggio dalle ore 18,00 alle 22,00, saranno intervistati tutti gli artisti partecipanti alla collettiva "I Tempi Moderni". La prima ma solo per pura casualità è Valentina Merra (25 anni), artista canosina laureata in Pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Foggia, attualmente sta frequentando il biennio di specializzazione in Graphic Design. Appassionata anche di reportage e illustrazioni, ha già preso parte ad altre collettive organizzate dall'Accademia di Belle Arti di Foggia; al Work shop "Riciclato e Animato" per la realizzazione del libro pop-up Festival Buck 3° Festival della letteratura per ragazzi di Foggia; alla prima biennale d'incisione 2013 "Premio Bruno Starita" a Napoli; a "Illustrarte 2014 6th Edition Bienal Illustrarte" a Lisbona. Per l'occasione l'artista Valentina Merra, entusiasta ed un po' emozionata ha risposto per CanosaViva alle seguenti domande.

Come è nata la passione per l'arte, la pittura in particolare? Fin dall'infanzia ho sempre disegnato. All'età di 4 anni mio padre mi regalò un libro di illustrazioni della Walt Disney, da allora mi appassionai al disegno. Quando iniziai a frequentare le scuole medie assieme al professore di arte Capozza di Corato mi approcciai alla pittura, cominciai a studiare la storia dell'arte, i grandi maestri e le loro tecniche. Il mio percorso con la pittura nasce all'Istituto d'Arte di Cerignola in particolare con il corso di lacche e doratura del professore e grande maestro Ennio Tarantino.
L'approccio al mondo dell'arte? Nel corso degli anni ho visitato musei, mostre, ho partecipato ad eventi culturali assieme ai miei genitori, anche loro appassionati di arte e musica. Pian piano casa mia è diventata una biblioteca piena di libri sull'arte, uno studio per dipingere ed ora riservato anche alla fotografia.
La prima mostra in pubblico? Le emozioni …La prima mostra risale al 2004 a Cerignola, alla VIa Edizione "I giovani interpretano il Museo Etnografico Cerignolano", organizzata dal professore Stupiello, affrontando il tema "Il calzolaio e il suo lavoro". Era al primo anno di frequenza all'Istituto d'Arte di Cerignola, ero giovanissima e potete immaginare la moltitudine di emozioni provate. Di recente, ho partecipato alla mia prima biennale di incisione a Napoli. Quando ho saputo che ero stata selezionata dalla giuria della Prima Biennale d'Incisione 2013 "Premio Bruno Starita" presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli ero davvero contenta e fiera del mio lavoro e degli sforzi sostenuti. Il giorno del vernissage ho preso il treno e mi sono avventurata per le strade di Napoli e quando ho visto la mia opera pubblicata dal titolo "Pesci in rete", acquaforte e tecnica d'autore, ho sentito una scossa e una sequenza di emozioni che non saprei descrivere.
C'è un'artista in particolare che nel suo percorso ha seguito come modello? Durante i miei studi in accademia e le ricerche per la mia tesi in pittura ho seguito come modello un'artista iraniana Shirin Neshat.
La città ideale per studiare l'arte del dipingere…Firenze.
Tre parole chiave per organizzare una rassegna d'arte…Impegno, pazienza, e tanto lavoro.
Ci sono finanziamenti per intraprendere un'attività nel mondo dell'arte? In questo periodo di crisi, in Italia è difficile avere dei finanziamenti per un'attività artistica, ma per mia esperienza ci sono un sacco di opportunità all'estero.
L'importanza dei social network per promuovere l'arte … Attualmente i social network sono fondamentali ed importanti mezzi di divulgazione e promozione degli eventi artistici .
Un'idea per promuovere una rassegna …Ci sono molte idee, ma vorrei tanto realizzare un festival d'arte, musica e cibo. Un festival che riunisca il territorio e la gente in una settimana piena di allegria all'insegna della cultura .
Quali sono le difficoltà maggiori che una giovane artista incontra? Ci sono tante difficoltà, tanti ostacoli da superare per raggiungere i propri traguardi. Devi avere coraggio e cercare sempre di lottare per i propri progetti, anche in questo periodo di crisi mondiale ma pian piano riuscirò a realizzare tutti i miei sogni.
La Puglia negli ultimi anni è diventata un set cinematografico, una location per un film… La Puglia ha bellissime location e molti registi le hanno scelto per realizzare i loro film o una parte della sceneggiatura. Ricordo "Galantuomini" con Fabrizio Gifuni e Donatella Finocchiaro, uno dei tanti film ambientati nel Salento, dal regista Winspeare, grande estimatore della zona, davvero incantevole e affascinante.
E' soddisfatta di ciò che sta realizzando ? Progetti futuri …Sono soddisfatta del lavoro svolto e dei traguardi sinora raggiunti con dedizione e sacrifici ma ho ancora tanti progetti e idee in serbo. In estate mi recherò nuovamente al Cairo per incontrare alcuni direttori artistici sperando di partecipare anche alle rassegne internazionali.
Complimenti e auguri per il suo futuro.
Bartolo Carbone



Foto di Luigi Barbarossa

Bucci taglio del nastroLettere Arabe di V. MerraPresidente Ventola con artistiRevolution Primavera Araba di V. MerraValentina Merra Lettere ArabeValentina Merra Lettere ArabeValentina Merra
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.