Fabrizio Addamiano
Fabrizio Addamiano
Le interviste di Bartolo Carbone

Da Popov ai Sassi:il nuoto che appassiona

La parola a Fabrizio Addamiano

Una domenica diversa dalle altre quella appena trascorsa per gli appartenenti della S.S.D. Aquarius Piscina Canosa, presieduta da Ruggiero Messina, che nonostante i 30 gradi ed il sole cocente di settembre hanno "lasciato le acque" scendendo in piazza Vittorio Veneto per promuovere la nuova stagione natatoria. Spicca l'evento "SWIM DAY" che avrà luogo presso gli impianti "Aquarius Piscina Canosa" a partire da mercoledi 19 settembre per partecipare ad una lezione di scuola nuoto con il qualificato staff di istruttori federali; poi, giovedi 20, sarà la volta della presentazione delle attività agonistiche, della pallanuoto, salvamento, nuoto sincronizzato e Master; venerdì 21, ci saranno le attività di aquagym, acqua bike e acqua pilates. L'occasione è stata propizia per conoscere da vicino Fabrizio Addamiano(33 anni),barlettano, ex atleta a livello nazionale assoluto, tesserato per il Centro Sportivo Esercito e Apulia Nuoto, allenatore e coordinatore tecnico dell'Aquarius Piscina Canosa da 10 anni, che ha risposto alle domande formulate da Canosaweb, il primo portale cittadino.
Quando ha iniziato a nuotare e perché? Ho iniziato a nuotare alla giovane età di 7 anni per scelta dei miei genitori, dalla quale poi è nata una passione personale, girando per diverse piscine del nord barese alla ricerca di società che presentavano una squadra agonistica, all'epoca poche.
Quanto i suoi genitori hanno influito sulle sue scelte nell'attività sportiva? Tanto! Ho avuto la fortuna di avere un padre in pensione che ha potuto dedicare tutto il suo tempo per me e la mia passione verso il nuoto, viaggiando tutti i giorni presso destinazioni non vicine come Ruvo di Puglia e Giovinazzo per allenarmi.
Il passaggio all'agonismo … In tarda età, a 12 anni, per un avviamento agonistico. Molti tecnici non hanno creduto nella possibilità di recupero di un atleta ormai grande, ma chi ha riposto fiducia in me non mi ha lasciato più andare. Colui che è rimasto il mio unico e solo allenatore fino a quando non ho appeso il costume al chiodo.
Un saluto all'allenatore "preferito"… Non può che andare a colui che mi ha scoperto, e fatto diventare l'atleta che ero. Raffaele Girardi nonchè l'attuale allenatore della grandissima Elena Di Liddo, mia ex compagna di squadra, vice campionessa europea ai recenti assoluti continentali.
Ha disputato tante gare, ottenuto soddisfazioni? Ho disputato tantissime gare in ambito regionale, nazionale ed internazionale avendo l'onore di vestire i panni della nazionale giovanile e quelli delle forze armate.
Tra i nuotatori conosciuti e affrontati in carriera, chi l'ha colpita di più?Il suo idolo? Sono tanti i nuotatori d'élite conosciuti e affrontanti, ma per la mia specialità e cioè i 50 s.l. veneravo un grande campione russo con il quale ho avuto l'onore di disputare una fase di qualifica durante un meeting internazionale, lui Aleksandr Popov era il campione olimpico di quella distanza.
Ansia e agitazione del pre-gara: ha avuto ed ha, anche da allenatore, un portafortuna o un gesto scaramantico? Come tutti gli atleti, quando effettui la gara più bella della tua vita cerchi di rifare tutto come l'hai fatto in quel giorno, dando il via a 1000 gesti scaramantici e alcuni, quelli che credevi funzionassero di più, ti accompagnano per tutta la carriera. Da allenatore non nascondo che alcuni esistono ancora.
Musica o Silenzio? Sono 2 modi completamente opposti di approcciare una gara, il suo preferito … Decisamente la musica, prima di ogni gara mi dava la giusta carica.
Cosa rappresenta il nuoto per lei? Non basterebbe un libro per descrivere cosa rappresenta il nuoto per me e per essere coinciso direi TUTTO a caratteri cubitali.
Il nuoto è uno sport indicato per tutti ? Assolutamente si. Il nuoto deve essere praticato da tutti per benessere e per la propria sicurezza.
Segue altri sport, i suoi preferiti…Seguo il calcio, sono tifoso della Juventus
Il movimento del nuoto in Puglia… È cresciuto tanto negli ultimi anni, la nostra regione si presenta in ambito nazionale con diversi talenti che fanno parte della nazionale italiana sia giovanile che assoluta, come ad esempio il mio atleta Michele Sassi, pur non godendo delle stesse possibilità di strutture e personale a disposizione che invece si trovano al nord. Situazione per la quale non pochi atleti pugliesi poi decidono di immigrare verso altre realtà per eccellere ancora di più.
Chi sono gli atleti di punta dell'Aquarius Piscina Canosa? Michele e Ludovico Sassi, fratelli, sono gli atleti che attualmente salgono sui gradini più alti del podio in ambito nazionale giovanile, ma a loro seguito ci sono Davide Addati, Raffaella, Ruocco e Sara Fiandanese che come loro competono in ambito nazionale.
Quali sono le ambizioni dell'Aquarius Piscina Canosa e quelle personali? Quest'anno per Sassi Michele ci sono i campionati europei giovanili, competizione che prevede un tempo limite di accesso alla sua portata soprattutto nei 200 farfalla, che dovrà essere effettuato ad aprile durante i campionati italiani assoluti. Per me, dopo essere stato personalmente un atleta da nazionale, non nego che desidero una convocazione da tecnico di nazionale, dopo diversi atleti avuti a questo livello.
Qualcosa che mette in piscina e negli allenamenti che gli altri non hanno: Esperienza da atleta, che molti non hanno e che non si trova sui libri, oltre ad una costante formazione attraverso corsi di aggiornamento di uno sport sempre in evoluzione.
La passione per il nuoto della Famiglia Messina… IMMENSA! Tanto da investire in questo sport costruendo una splendida piscina nella loro citta e poter dare questa grande possibilità a tutta la comunità di Canosa di Puglia e a quelle dei paesi limitrofi. Tutti i componenti della famiglia sono nuotatori, ex agonisti come Silvia Messina, e attuali master come Felice e Ruggiero Messina, non che anche responsabili in alcuni settori della federazione nuoto pugliese.
Un consiglio ai ragazzi che iniziano a gareggiare? Testa bassa vasca dopo vasca, il nuoto è uno sport che non si vince a 12 anni.
Un nuotatore rimane atleta anche nelle giornate di riposo e nel tempo libero?Può concedersi un po' più di relax anche nell'alimentazione o nei divertimenti notturni? Solo ed esclusivamente durante le vacanze estive, lo sport agonistico non concede pause e distrazioni, si chiamano sacrifici.
Facendo prevenzione, informando i giovani dei pericoli sull'abuso di alcol e quant'altro di stupefacente prima di mettersi alla guida, dopo aver trascorso delle ore in birreria, in discoteca, può dare un consiglio. Sono padre e la gioventù di oggi mi spaventa, tutti alla ricerca di uno sballo per una vita che sembra monotona o perchè ci si vuole mettere in mostra. Oggi l'informazione non manca, quello che manca forse è il tempo per affrontare determinati discorsi in famiglia. Io credo che educare i nostri figli a determinate situazioni sia il primo passo.
Se fosse l'assessore allo sport cosa farebbe per il nuoto e per tutte le altre discipline? Sono 25 anni, che attendo delle promesse mai mantenute da diversi sindaci e assessori allo sport di Barletta. Quella promessa era una piscina comunale a Barletta, ecco cosa farei, ecco perché ritengo Canosa molto fortunata. Creare un movimento pubblicitario che vada a finanziare questi sport come il nuoto ormai molto costosi per le società e le famiglie di atleti sarebbe una buona iniziativa.
Perché tra i 16 e 18 anni i giovani abbandonano lo sport a Canosa? Credo che le cause siano diverse, sicuramente una fase di età adolescenziale molto critica, accompagnata spesso da mancata fiducia o determinazione in quello che si fa, ma anche competenza da parte delle società nel cercare di capire come non far fuggire i ragazzi dallo sport.
I suoi rapporti con i social network…Servono a promuovere il nuoto? I social ricoprono un ruolo importante nel promuovere diversi sport e avvenimenti, che in tv hanno poco spazio. Nel mio caso in particolare non sono una persona molto social.
Un invito particolare per il prossimo evento "SWIM DAY" che inaugura la stagione dell'Aquarius Piscina Canosa... Partecipare non costa nulla, le tre giornate sono aperte a tutti, bambini e adulti che potranno visitare la nostra struttura dotata di tutti comfort e di ambienti idonei per praticare il nuoto. sport per eccellenza. In questi tre giorni si conosceranno i componenti dello staff tecnico impegnati a promuovere il nuoto per tutti, uno sport che stimola e sviluppa tutti i muscoli del corpo con benefici sia a livello fisico che a livello mentale. L'importante è partecipare!
Grazie per la disponibilità e per aver dedicato del tempo prezioso alle nostre domande. Buon lavoro!
Bartolo Carbone
Fabrizio AddamianoSassi e AddamianoAddamiano- Sassi - Messina R.Fabrizio Addamiano-S.S.D. Aquarius Piscina Canosa
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.