Le interviste di Bartolo Carbone

Intervista alla cantante biscegliese Gabriella Aruanno

Salita alla ribalta con il programma “Io Canto”

Meraviglioso! Lo spettacolo delle luminarie di Molfetta(BA) in occasione della Festa della Madonna Dei Martiri, svoltosi il 9 settembre scorso, in un gioco di luci, musica e zampilli di acqua che hanno attirato l'attenzione dei media e di migliaia di spettatori presenti davanti alla cattedrale. Una festa sorprendente che ha visto in contemporanea salire sul palco della cassa armonica, la cantante biscegliese Gabriella Aruanno (19 anni), dando prova della sua bravura, del suo talento musicale venuto alla ribalta in occasione del programma televisivo "Io Canto" con Jerry Scotti nel 2010. Negli ultimi anni ha preso parte a concerti e spettacoli televisivi con cantanti famosi come Renato Zero ed Elisa, riscuotendo lusinghieri consensi. Domenica 21 settembre sarà ospite della IV Edizione "Cose dell' Altro Mondo" in programma alle ore 20,00 al PalaPoli di Molfetta. Gabriella Aruanno, studentessa universitaria alla facoltà di scienze dell'educazione e formazione di Bari è impegnata anche nel sociale: collabora con il Ministero della Giustizia regalando un sorriso ai ragazzi del carcere minorile "Fornelli" di Bari ed è testimonial con Checco Zalone per un'associazione di bambini affetti da leucemia. Per CanosaViva che segue i giovani talenti pugliesi Gabriella Aruanno ha rilasciato la seguente intervista.

L'approccio alla musica e le prime apparizioni in pubblico…: Sin da piccola ho avuto un approccio fantastico con la musica perché dall'età di 4 anni ho frequentato una scuola di danza classica che poi ho lasciato per poter continuare con il canto. La passione per il canto è nata per caso perché invitata, per sbaglio, ad un concorso canoro, mi sono ritrovata in un teatro pieno di gente e con mia grande sorpresa mi sono classificata al 2° posto.
Cosa si prova quando si è in concerto? Influiscono i primi commenti e gli applausi del pubblico? Spesso faccio concerti con la mia band ed è emozionante e divertente sia per la complicità che nasce con i musicisti sia per il dialogo che nasce con il pubblico, infatti i commenti positivi e gli applausi sono molto importanti per noi in quanto ci danno carica e coraggio.
Si può dare una percentuale di importanza ai seguenti elementi di una canzone: il testo, la musica e la diffusione della stessa ?Bella domanda! Secondo me il fattore più importante è la diffusione di una canzone perché se si è sostenuti da una casa discografica, il brano viene portato alla conoscenza del grande pubblico, anche in caso di mediocrità. Al secondo posto metterei la musica perché la melodia è ciò che risalta al primo impatto mentre al terzo ci metto il testo perché, ad esempio, molte canzoni straniere che hanno avuto molto successo in Italia, tradotte, non hanno un significato sorprendente.
Quanto conta il look nel mondo della musica? Il look è molto importante deve essere molto particolare perché è un modo per farsi riconoscere ed è un vero e proprio bigliettino da visita. Io sono fortunata perché ho una mamma/costumista che realizza degli abbigliamenti inimitabili.
L'importanza dei social network… Aiutano alla diffusione della mia professione di cantante e mi permettono di essere molto aggiornata e informata su ciò che succede nel mondo.
Che cos'è la musica? È il miglior mezzo per sfogare rabbia, dolore, amore, disperazione, allegria, spensieratezza e tantissimi altri stati d'animo.
La città ideale per studiare le dottrine dell'arte, della musica e dello spettacolo…Los Angeles.
Cantante preferito? Non ho un cantante in particolare però mi piace lo stile di Lara Fabian incontrata ad "Io Canto", Celine Dion, Christina Aguilera.
La canzone fischiata spesso sotto la doccia? Mi dispiace ma non so fischiare.
Meglio laurearsi o vincere un talent show? Meglio laurearsi e contemporaneamente partecipare ad un talent show.
Quali sono le difficoltà maggiori che incontrano i giovani per poter lavorare nel mondo dello spettacolo? Se parliamo di lavoro, oggi come oggi, ci sono molti giovani cantanti, alcuni disposti anche ad esibirsi senza ricevere compenso, questo porta a chi ha fatto tanti sacrifici per pagarsi scuole di canto, stage fuori sede, etc. a far diventare il canto un secondo lavoro.
La Puglia negli ultimi anni è diventata un set cinematografico, le sue location preferite e quella ideale per un concerto musicale : Bari dove ho girato diversi spot pubblicitari, film e una tappa con Radio Norba in Tour. Lecce dove ho incontrato un grandissimo pubblico grazie al tour di "Io Canto". Io ho sempre sognato di fare un concerto nella mia città anche perché molta gente lo richiede, ma purtroppo non sono ancora riuscita.
Inaugurare le luminarie di Molfetta cantando davanti a migliaia di persone : È stata una fortissima emozione cantare di fronte a migliaia di persone, anche se quest'esperienza l'avevo già vissuta a San Donato di Lecce, il 29 agosto scorso, dove la ditta Cipriani di Terlizzi ha voluto sorprendere il pubblico con il mio intervento live in contemporanea con l'accensione delle luminarie. Tutto è andato alla perfezione, siamo stati accolti con tanto calore sia dal pubblico, dalle autorità, sindaco, pro loco e comitati vari. Mi ricordo che quando mi proposero di collaborare a questi spettacoli, si riservarono il brano "Your Love" composto da Ennio Morricone cantato da me solo per la festa della compatrona di Molfetta. È stata una serata memorabile in quanto ho visto una città felice di onorare la Madonna dei Martiri. Sarò di parte, le luminarie installate a Molfetta creavano la giusta armonia della festa.
Conosce Canosa? L'ha visitata? Si la conosco, ho cantato tre anni fa in occasione di una manifestazione dove ho ricevuto il Premio Dea Ebe.
Facendo prevenzione, informando i giovani dei pericoli sull'abuso di alcol e quant'altro di stupefacente prima di mettersi alla guida, dopo aver trascorso delle ore all'happy hour, in birreria o in discoteca, si può dare un consiglio : Premetto che non bevo e non fumo però penso che un bicchiere di vino o di birra non faccia male al contrario degli stupefacenti, invece l'abuso di tutto ciò potrebbe portare alla dipendenza e causerebbe dei veri e propri problemi. Io consiglio di rifugiarsi nello sport, nella musica, nel confronto con i genitori e gli amici e direi anche con gli insegnanti piuttosto che farsi del male. La famiglia,la scuola, la chiesa e anche i media dovrebbero fare la loro parte nella prevenzione informando i giovani. Se si trascorre una serata in discoteca o pub, etc. , l'ideale sarebbe non mettersi alla guida se si è bevuto un bicchiere in più. Non posso dire altro su questo argomento perché, come ho già detto in precedenza, né bevo né fumo.
E' soddisfatta di ciò che sta realizzando? Progetti per il futuro… Certo ! Sono molto soddisfatta di ciò che sto realizzando, è frutto di tutto quello che ho seminato durante i 12 anni che ho vissuto nel mondo della musica e questo l'ho potuto fare grazie ai miei genitori che hanno sostenuto molti sacrifici per me, restandomi sempre accanto in qualsiasi momento ed accompagnandomi su e giù per l'Italia e non solo, finanziandomi scuole di canto, stage, concorsi canori etc. I progetti futuri sono la realizzazione di un disco che uscirà a gennaio 2015 con la casa discografica "City Record" associata con la Sony, nel frattempo continuerò i miei tour con "RadioNorba" e con i ragazzi di "Io Canto".
Il suo motto… Bisogna apprezzare ciò che si ha!
Grazie per la collaborazione e in bocca al lupo per la carriera e la vita! Bartolo Carbone
A Molfetta Gabriella AruannoAruanno GabriellaAruanno GabriellaIo Canto
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.