Le interviste di Bartolo Carbone

Intervista a Giusy Lenoci che ritorna in scena con la commedia “Parcheggio a pagamento”

A cura di Bartolo Carbone

Ultimi dettagli per la prima esibizione dell'Associazione "TeatroNuovo" al Teatro Comunale "Raffaele Lembo" di Canosa di Puglia(BT), in programma l'1 e il 2 giugno. Sarà portata in scena la commedia brillante, dal titolo "Parcheggio a pagamento" di Italo Conti adattata al contesto dialettale canosino. Saliranno sul palco Loredana Lenoci e Vincenzo Papagna per presentare i componenti della nuova compagnia teatrale canosina: Sabino Malcangio, Giusy Lenoci, Luigi Lenoci, Antonio Faretina, Alessandro Zagaria, Fabio Lamanuzzi, Patrizia Greco, Sabino Dell'Isola e Clemente Cirillo, l'ospite delle due serate con le sue performance artistiche. Grande interesse suscita anche il ritorno alle scene di Giusy Lenoci (33 anni), detta la "Perpetua" dei Promessi Sposi, molto conosciuta grazie alle sue precedenti esperienze teatrali, per la sua arguta simpatia, prorompente mimica e verve comica strappa risate. Per l'occasione alla vigilia dell'atteso spettacolo, Giusy Lenoci ha rilasciato la seguente intervista in esclusiva per Canosa Viva.
  • Ma chi è Giusy Lenoci? Un'operatrice socio sanitario che si diverte a far ridere, anche a casa.
  • Due domande ricorrenti per le presentazioni di rito: situazione sentimentale ed i suoi rapporti con i social network… Single (convinta), ma diciamo pure che sono sempre connessa con il mondo!
  • Titolo di studio, professione ambita e attuale : Ho conseguito il diploma di operatrice dei servizi turistici e la qualifica di operatrice socio sanitario. Praticamente il lavoro che svolgo non ha niente a che vedere con gli studi fatti. La professione a cui ambisco?Non l'hanno ancora inventata!
  • Come è nata la passione per il teatro? In verità penso di aver avuto da sempre la propensione per il teatro, mi ha sempre affascinata.
  • Consigliata da qualcuno? Da don Sabino Lambo, il mio primo parroco diceva che ero portata.
  • Come è stato l' approccio sul palcoscenico? Il primo approccio? In punta di piedi, non perché facessi la ballerina, ma perché contrariamente a quello che può sembrare, fondamentalmente sono timida.
  • La prima esibizione in pubblico… Nei primi anni '90, nella parrocchia di San Giovanni Battista.
  • Dove si è esibita in questi anni? Canosa, Milano e Torino.
  • La più significativa? Canosa, perché è più facile far ridere chi è lontano dalla nostra città che il dialetto lo sente e lo parla poco. Più difficile invece è entusiasmare il pubblico canosino in loco.
  • L'attore preferito? Gigi Proietti.
  • Il comico preferito? Due nomi Salemme e Siani.
  • Per la gente è una che fa ridere? Così dicono.
  • Come si diventa comici? Comici si nasce non si diventa e non ci si improvvisa! Uno o ce l'ha nel DNA o non ce l'ha!
  • Il colmo per un comico…Non riuscire a far ridere!
  • Tre parole chiave per organizzare uno spettacolo teatrale …Desiderio, tempo libero e voglia di divertimento.
  • Quante compagnie teatrali ci sono a Canosa? Tre forse quattro se non erro.
  • Si può definirla una città di commedianti? Direi proprio di sì!
  • Quando si è costituita l'Associazione "TeatroNuovo"? In occasione dell'inaugurazione del Teatro Lembo nel novembre 2011.
  • Obiettivi della compagnia…Innanzitutto divertirsi e poi far conoscere e magari far avvicinare i giovani al teatro, seppur a livello dilettantistico come lo facciamo noi.
  • Lei paga il parcheggio?... Si proprio stamattina per andare in teatro ho pagato 1euro, ne vale la pena per "Parcheggio a pagamento" in programma oggi e domani al Teatro Comunale "R. Lembo" .
  • Si rifà a qualche episodio di vita locale realmente accaduto? No, ma sicuramente molti la sentiranno propria.
  • Conosce l'assessore alla cultura di Canosa? Ha delle proposte da fare? Sì. Occorre una programmazione per incentivare di più la cultura, stando vicino agli artisti locali.
  • C'è un attore/ce in particolare che nel suo percorso ha seguito come modello? Il grande ed insuperabile Totò!
  • Cosa si prova quando si è in scena? Quando si è in scena senti una scarica di adrenalina che ti attraversa tutto il corpo, è una sensazione bellissima.
  • Influiscono i giudizi, i commenti e gli applausi del pubblico? Sì, influiscono tanto. Se sono commenti e critiche costruttive, le prendi in considerazione, ma purtroppo c'è sempre qualcuno che ti critica giusto per il gusto di farlo…
  • La Puglia negli ultimi anni è diventata un set cinematografico, le sue location preferite… Polignano a Mare e il Salento, trovo che siano set cinematografici naturali magnifici.
  • Si può proporre Canosa di Puglia per ambientare un film e dove in particolar modo? Canosa è impregnata di storia e fascino antico, a mio parere si presterebbe benissimo come location cinematografica. Per esempio il nostro centro storico, se fosse valorizzato e reso fruibile, non avrebbe nulla da invidiare ai centri storici dei paesi limitrofi. Serve solo un po' di buona volontà da parte di tutti.
  • Facendo prevenzione, informando i giovani dei pericoli sull'abuso di alcol e quant'altro di stupefacente prima di mettersi alla guida, dopo aver trascorso delle ore in birreria, in discoteca, può dare un consiglio. Non rovinatevi la vita, perché la vita è una ed è la cosa più bella che avete. Il grande maestro Roberto Benigni ci ha insegnato che "La Vita è Bella"
  • Il sogno di felicità: Sembrerà scontato e retorico, ma davvero per me è importante vivere in salute.
  • Il libro da tenere sul comodino…50 sfumature di…
  • Il tempo libero e gli hobby preferiti: Viaggiare, visitare posti nuovi, conoscere altra gente aiuta ad aprire la mente.
  • Vasco o Liga? Sud Sound System o Negramaro? I suoi preferiti… Rispondo con Massimo Ranieri, è il mio preferito. Chiedere ad un cantante giovane di provare a fare quello che Ranieri fa nei suoi spettacoli…nessuno ci riuscirebbe!
  • Le qualità che desidera in un uomo: Lealtà, onestà, fedeltà e simpatia.
  • E'soddisfatta di ciò che sta realizzando? Sì anche se non bisogna mai smettere di cercare di fare di più.
  • Progetti per il futuro: In realtà penso poco al futuro, preferisco vivere la vita al presente, vivendo ogni giorno al meglio.
  • Fatti una domanda e datti una risposta, Marzullo docet: Giusy, vuoi continuare a fare teatro? Si.
  • Il suo motto: Carpe Diem, cogli l'attimo sempre!
Ringraziamenti particolari…Voglio ringraziare innanzitutto la mia famiglia che mi è sempre vicina, allo stesso modo anche tutte le persone che mi danno affetto e credono in me. Un ringraziamento particolare a Sabino Malcangio per avermi dato la possibilità di far parte di questo meraviglioso gruppo qual è TeatroNuovo, e in ultimo ma non per ultimo, voglio ringraziare colui il quale in tutti questi anni mi ha spronato e insegnato come si sta su un palcoscenico .E' inutile che faccio il nome, si è capito già. Arrivederci in scena con "Parcheggio a pagamento" al Teatro Comunale Lembo.
Complimenti per quanto finora realizzato e per il ritorno al teatro che non poteva fare a meno di un'artista brillante e versatile, dotata di una sottile ironia e di grande sensibilità verso il prossimo. Buon lavoro!

Intervista a cura di Bartolo Carbone
Locandina Teatrale "Parcheggio a pagamento"Giusy Lenoci
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.