Le interviste di Bartolo Carbone

Canosa-Modugno: in gioco i play off

La parola ai mister Mongelli e Scaringella

Ufficializzata con largo anticipo la vittoria del campionato di promozione pugliese da parte del Cerignola, ancora imbattuto, da domenica si accende la bagarre per conquistare i posti utili che danno diritto alla disputa dei play off. Il programma della XXIV giornata del girone A propone già scontri diretti come quello che vedrà di fronte allo Stadio Comunale "San Sabino", fischio di inizio alle ore 15,00, il Modugno (ex Nuova Molfetta 1983) di mister Ciccio Mongelli contro il Canosa sotto la guida tecnica di Giuseppe Scaringella, due squadre in ripresa dopo una breve pausa di appannamento. Entrambe le formazioni sono a pari punti insieme al Real Siti, a quota 36, due in meno dello Sporting Ordona e dell'Apricena, leggermente avvantaggiate per raggiungere i play off. Al termine degli allenamenti di rifinitura, sono stati contattati i due allenatori che conoscono molto bene il campionato per presentare la prossima partita e commentare l'andamento della stagione agonistica che si avvia alla fase finale. Per l'occasione, i due tecnici Mongelli del Modugno e Scaringella del Canosa hanno risposto alle seguenti domande:
Il commento sulla partita di domenica scorsa…
Mister Mongelli : «Contro il Polimnia siamo tornati a vincere e convincere dopo un periodo complicato a causa di infortuni, squalifiche e alcuni giocatori non al meglio della condizione fisica».
Mister Scaringella: « A Bitritto, è stata una partita dove abbiamo concesso poco all'avversario, creato almeno 6-7 palle gol nitide e come al solito concretizzato il minimo indispensabile».
Come sta la squadra…
Mister Mongelli : «La squadra è in ripresa dopo un periodo non facile per varie vicissitudini e da un pizzico di appagamento. visto che la società ci ha chiesto null'altro che la salvezza».
Mister Scaringella: «In questo periodo, la squadra sta recuperando un po' di energie fisiche e di uomini ma soprattutto, è arrivata quasi al top della condizione in particolare delle energie mentali, fondamentali nello sprint finale».
Quali sono le ambizioni della squadra?
Mister Mongelli : «Cercheremo di raggiungere i play off a salvezza matematica conseguita».
Mister Scaringella: « Le ambizioni della squadra sono in perfetta sintonia con quelle della società, arrivare più in alto possibile».
Il Cerignola ha dominato il campionato, le altre squadre a costi ridotti si contendono i play off, quali sono le più accreditate?
Mister Mongelli : « Il Cerignola aveva già vinto prima di cominciare, visto l'organico che si ritrovava e sarebbe stata tra le favorite anche se avesse disputato l'Eccellenza. Tra le squadre "terrene" la più accreditata è l'Ordona, poi tutte le altre del gruppone di testa, comprese noi e il Canosa».
Mister Scaringella : «Il Cerignola, senza esagerare, farebbe con questo organico i play off in Eccellenza. Alle spalle della vincitrice del campionato abbiamo l'Ordona con una rosa ben assortita in tutti i reparti. Poi, l'Apricena che schiera attaccanti di peso e di caratura ed un portiere di categoria superiore. A seguire terrei d'occhio la qualità della formazione dell'Ascoli Satriano dei mei ex giocatori, e poi il Modugno, l'avversario di domenica per la quadratura e l'esperienza e non sottovaluterei Noci e San Marco.».
Donato Terrevoli, classe 1969, ancora in campo. E' da esempio per i giovani che si approcciano al calcio?
Mister Mongelli: «Terrevoli appartiene ad una generazione di professionisti, ora in via di estinzione, che sono ancora un esempio vivissimo di cosa i giovani dovrebbero fare per farsi apprezzare. Ora invece ci sono troppi interessi da cui i giovani si fanno attrarre e credo che l'epoca del "pane e pallone" non sia più replicabile».
Mister Scaringella:«Ho avuto il piacere di conoscere Donato Terrevoli, negli anni della Fidelis Andria in serie B, quando mi affacciavo dalle giovanili in prima squadra e già da allora mi impressionava per la sua tenacia, forza, caparbietà, professionalità e passione, tutte qualità che lo hanno portato a calcare i campi di calcio e continua ancora con molta dignità e modestia. I giovani devono ritrovare certe qualità, ma anche noi allenatori dovremmo insegnare a trasmetterle».
Un pronostico sulla partita Canosa – Modugno
Mister Mongelli : «Il favore del pronostico è per il Canosa che gioca in casa ma noi siamo l'outsider del campionato e proveremo a confermarci tale».
Mister Scaringella: « Nessun pronostico, ma sicuramente un invito agli sportivi canosini e non, ad accorrere in massa alla stadio "San Sabino" perchè il Canosa si diverte e cerca di far divertire gli spettatori, e se poi arriva il risultato ancora meglio».
In bocca al lupo e che in campo vincano il calcio e il fair play.
Bartolo Carbone
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.