Le interviste di Bartolo Carbone

Canosa cultura: Bartolo Carbone intervista Antonella e Franco Caprio

Presentato a Canosa di Puglia il loro ultimo romanzo: Il segreto del gelso bianco

IL ROMANZO «Il SEGRETO DEL GELSO BIANCO» PRESENTATO A CANOSA DI PUGLIA(BT).
INTERVISTA ESCLUSIVA AGLI AUTORI.


Antonella e Franco Caprio, autori del romanzo «Il segreto del gelso bianco», Premio letterario "LibriaMola 2010", sono stati ospiti, domenica 31 ottobre scorso, nell'ambito degli incontri culturali organizzati dall'Associazione Pro Loco U.N.P.L.I. di Canosa di Puglia(BT). Nella storica e accogliente sede di Palazzo Iliceto, in via Trieste e Trento nr.20, alla presenza degli affezionati della lettura, sono intervenuti Antonio Bufano, giornalista della "Gazzetta del Mezzogiorno", che ha presentato i due scrittori alla prima esperienza letteraria e Katia Paulicelli, corrispondente de "Il Boemondo" per il reading del romanzo scritto a quattro mani dai fratelli Caprio: Franco nato a Torino nel 1961 e poi trasferito a Conversano (BA) attuale residenza; Antonella nata nel 1964 a Torino dove vive e svolge la professione di insegnante. L'esordio letterario racchiude la storia di un segreto confidato da una bambina dapprima a un albero di gelsi bianchi, frutti eduli tipici pugliesi, e poi consegnato alle pagine di un diario. Il romanzo narra la storia di una donna dal nome Marianna, della sua famiglia e di un piccolo paese rurale "Merignano", nome di fantasia, che si sviluppa nell'arco del Novecento, tra la Murgia, Torino e gli Stati Uniti d'America.

Il viaggio funge da elemento trainante del romanzo tra speranze e illusioni, gioie e sofferenze, superstizione e religiosità, maldicenze e pregiudizi, in un turbine di sensazioni e sentimenti forti. I due neo-autori con savoir faire e scioltezza, hanno esaltato la lingua, contaminata da influenze dialettali, nei dialoghi avvincenti del romanzo «Il segreto del gelso bianco» (Besa Editrice), a tratti ironici e taglienti, a tratti drammatici e toccanti che hanno evidenziato le esperienze ricche di contenuti di diverse generazioni pugliesi del XX secolo. Le meticolose ricerche storiche sui fatti narrati perfettamente abbinate alla poesia delle parole invitano alla lettura di pagine narrative coinvolgenti ed emotive, arricchite dalla familiarità con le tradizioni culturali pugliesi. Davvero bravi Antonella e Franco Caprio che al termine dell'applaudita presentazione canosina, hanno rilasciato in esclusiva un'intervista via mail significativa e interessante per gli amici di Canosaweb:

Chi è Antonella Caprio?
Sono innanzitutto un'insegnante di scuola primaria che lavora a Torino in un quartiere multietnico e che ogni giorno si deve confrontare con culture e civiltà diverse. Seppure nata a Torino restano vive nell'animo le mie origini pugliesi. Puglia dove ho vissuto l'età della mia adolescenza e mi sono formata culturalmente.

Chi è Franco Caprio?
Nato anch'io a Torino, ma residente in Puglia dall'età di 17 anni, sono principalmente un "sognatore" che svolge la professione di medico (come specialista in Dermatologia e come medico dell'emergenza) concretizzando una passione per le materie scientifiche che correva parallela a quella per il cinema e per l'arte in generale.

Come è nata la passione per la lettura e la scrittura?
Antonella Caprio: """La passione per la lettura è nata sin da bambina passando dal fumetto ai libri che lasciavano maggior spazio alla mia fantasia. Poi, crescendo, mi sono appassionata di saggistica e narrativa d'autore. L'esercizio della lettura mi ha poi condotta al piacere della scrittura, dapprima sotto forma di progetti didattici e poi dedicandomi alla prosa."""
Franco Caprio : ""Entrambe sono nate al liceo commentando brani d'antologia e poi sublimando in racconti brevi le idee per il cinema che altrimenti non potevo realizzare."""

Il genere letterario e quali sono i libri preferiti? Il libro da tenere sul comodino…
Franco Caprio: """Qualsiasi genere purché scritto con originalità e classe, anche se escluderei i fantasy e i romanzi basati su personaggi seriali. Sul comodino io terrei «Il nome della rosa» di Umberto Eco."""
Antonella Caprio: """Io sul comodino ho tantissimi libri da leggere e tanti da proporre. In questo momento suggerirei «Il conte di Montecristo » di A. Dumas… e perché no anche «Il segreto del gelso bianco»."""



Per un giovane che vorrebbe pubblicare un libro, non avendo grosse disponibilità finanziarie, quanto è difficile? Qual è la difficoltà maggiore che si incontra?
Antonella Caprio: """È molto difficile pubblicare un libro se non hai contatti con il mondo dell'editoria. La principale difficoltà è riuscire a far leggere il manoscritto alle case editrici maggiori che solitamente non accettano inediti se non segnalati da addetti ai lavori. Noi abbiamo aspettato anni proprio per questo motivo, ma non consideriamo quel tempo speso inutilmente. Abbiamo fatto leggere il nostro manoscritto a persone che lavorano nel mondo della cultura (librai, insegnanti, Presidi del Libro,etc.) per avere un giudizio scevro da condizionamenti. Poi abbiamo cercato tra le case editrici più consone al nostro romanzo, fino a trovare chi ha creduto in noi pubblicandolo. La nostra esperienza può valere come consiglio per i giovani che vogliono tentare di pubblicare un loro lavoro. """

Descrivere con 3 aggettivi il vostro romanzo "Il segreto del gelso bianco"…
Franco Caprio: """Sensoriale, formativo, cinematografico. Sensoriale, perché con le sue descrizioni minuziose degli ambienti, dei suoni, dei profumi e dei colori della terra di Puglia, oltre che il sapore dei suoi frutti, coinvolge tutti i cinque sensi del lettore con la finalità di trascinarlo pienamente nella storia. Formativo, poiché narrando cento anni di storia e i valori di un passato ormai scomparso, potrebbe, la sua lettura, servire ai giovani per costruire meglio il loro futuro. Cinematografico, in quanto descrizioni e dialoghi trasportano il lettore in un ipotetico set. """

La Puglia negli ultimi anni è diventata un set cinematografico, il vostro romanzo potrebbe essere la trama di un film, magari ambientato a Canosa di Puglia, terra di contadini?
Franco Caprio: """Certamente! Almeno così ci hanno confermato molti lettori. E Canosa sarebbe un'ottima ambientazione."""

Le differenze tra le famiglie del Novecento (numerose e unite) e quelle attuali (piccole e divise)…
Antonella Caprio: """La famiglia del Novecento era una famiglia patriarcale, numerosa e unita, dove ognuno era di supporto all'altro. Oggi la famiglia è ridotta a un piccolo nucleo (madre, padre, figlio), quando non è addirittura mononucleare (un genitore e un figlio) o pluriallargata, ma con effetti non sempre positivi sulla crescita e lo sviluppo dei figli che ne fanno parte. Inoltre, nella famiglia moderna e iperimpegnata spesso non c'è spazio per il dialogo, che ha un alto valore formativo."""

Facendo prevenzione, informando i giovani dei pericoli sull'abuso di alcol e quant'altro di stupefacente prima di mettersi alla guida, dopo aver trascorso delle ore in birreria, in discoteca, può dare un consiglio.
Franco Caprio: """Innanzitutto bisogna ricordarsi che la vita è troppo preziosa per essere gettata in un bicchiere, in una pasticca o sul pedale di un acceleratore, e poi imparare che il piacere non è fatto di quantità, al quale rapidamente ci si assuefa, ma di qualità. Ai genitori suggerirei di dare tempo ai propri figli per desiderare le cose; senza anticipare o soddisfare ogni loro richiesta nell'immediato. Perché il piacere è proporzionale al tempo trascorso nell'attesa di realizzare il proprio desiderio."""

Soddisfatti di ciò che avete realizzato ? Progetti per il futuro da scrittori? Se si, anticipazioni..
Antonella Caprio: """Sì, siamo soddisfatti, grazie anche ai riscontri ricevuti. Anche se si tratta di un piccolo passo avanti. È quasi pronto un secondo lavoro che però per tematiche e stile è molto diverso dal nostro romanzo d'esordio, anche se conserva alcune caratteristiche che appartengono alla nostra scrittura: ironia, dramma e messaggio sociale."""

"Fatti una domanda e datti una risposta", Marzullo docet…
Franco e Antonella Caprio: """Qual è il nostro sogno nel cassetto?Aver modo di continuare a scrivere e pubblicare, donando emozioni ai nostri lettori. """

Auguri per il vostro futuro e grazie per l'intervista.
Grazie a voi di Canosaweb e a tutti i lettori!


Bartolo Carbone e Canosaweb Sostenitori della Cultura!
Nella foto: gli autori Franco ed Antonella Caprio ed il giornalista Antonio BufanoIl segreto del gelso bianco
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.