Polizia di Stato - Posto di Controllo
Polizia di Stato - Posto di Controllo
Territorio

Strade di Puglia si muore meno rispetto a un anno fa

Schizzano le multe degli autovelox. Risultati 2012 rilevate 102632 infrazioni

Sono stati presentati i risultati conseguiti i nel 2012 dal Compartimento di Polizia stradale per la Puglia, diretto da Paolo Fassari, sia sotto il profilo preventivo che repressivo delle violazioni in materia di sicurezza stradale: rilevate 102632 infrazioni.

Le 18879 pattuglie (7400 in A14 ed A16) sono state assicurate nell'intera regione da cinque sezioni provinciali, sei sottosezioni e nove distaccamenti, coordinati dal centro operativo autostradale e dal centro operativo compartimentale. La Polizia stradale pugliese ha perseguito a pieno gli obiettivi strategici individuati dal dipartimento della pubblica sicurezza e dall'Unione europea: l'abbattimento dell'incidentalità grave (che anche in Puglia ha avuto un decisivo punto di forza nel sistema di rilevamento della velocità media Tutor su A14 e A16, nonché attraverso le apparecchiature autovelox e provida sulla viabilità ordinaria), l'intensificazione dei controlli ai veicoli adibiti al trasporto merci e sulle condizioni psico-fisiche del conducente.

Nel dettaglio gli incidenti sulle nostre strade sono stati 1396 contro i 1755 del 2011 (-20,4%). A Bari e nella Bat sono stati 754 (22 quelli mortali che hanno causato 27 decessi). La Puglia ha mietuto complessivamente 66 vittime contro le 68 dell'anno precedente. Schizzano alle stelle i dati delle infrazioni: l'autovelox ha sanzionato 7462 automobilisti (nel 2011 furono 4641, il 61% in più). Nella Bat e a Bari le infrazioni accertate sono state 1162. Aumentano anche le multe per i tutor: 25607 (12092 a Bari e nella Bat) contro le 24501 del 2011. Aumentano purtroppo i casi di automobilisti trovati al volante in stato di ebbrezza: 538 (114 a Bari e nella Bat) contro i 427 del 2011.
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.