Mercato
Mercato
Vita di città

Siamo al solito dannoso stravolgimento

Conferenza di Servizi Istruttoria per l’ampliamento dell’area mercatale

Noi siamo contrari ed auspichiamo che l'amministrazione comunale cambi idea e, almeno per una volta, ascolti un nostro suggerimento. E' questa la nostra forte e convinta decisione sulla Conferenza di Servizi Istruttoria, che si terrà domani mattina presso il SUAP di Canosa, per acquisire i pareri finalizzati alla esecuzione dei lavori di sistemazione del suolo adiacente il sito archeologico del "Battistero Antico" con l'obiettivo di ampliare l'area mercatale. Inserito nel Piano triennale delle opere pubbliche per un investimento previsto di 115 mila euro con contrazione di mutuo, stando a quanto dichiarato dall'amministrazione, l'ampliamento sarebbe giustificato dall'esigenza della messa in sicurezza dell'intera area facilitando l'accesso di vigili del fuoco, ambulanze ecc. grazie alla disponibilità di maggiore spazio dove allocare altri commercianti. I 115 mila euro, secondo noi non basteranno, ce ne vorranno più di 200. In realtà, però, il tema non è questo o non è solo questo!

Tutta l'area, va ricordato, nella pianificazione urbanistica vigente risulta destinata alla valorizzazione archeologica a fini turistici e culturali (del resto non potrebbe essere diversamente visti i vincoli diretti imposti dal Ministero per i Beni Culturali. A tali fini, grazie ad una splendida operazione politico-amministrativa, alcuni anni fa si procedette ad una cessione gratuita dei suoli adiacenti il Battistero, oggi oggetto della Conferenza di Servizi. Su quei suoli, infatti, un privato aveva previsto la realizzazione di 36 alloggi. L'amministrazione Ventola, utilizzando una legge nazionale, riuscì a traslare i volumi in altra zona della città, acquisendo gratuitamente quel terreno al patrimonio comunale con l'obbligo di utilizzarlo, per l'appunto, ai soli fini di valorizzazione dell'intera area archeologica del Battistero di San Giovanni. Pertanto, gli atti di pianificazione ufficiali del comune di Canosa prevedono ben altro rispetto a quello che l'amministrazione La Salvia intende fare e, soprattutto, prevedono lo spostamento dell'intera area mercatale in altra zona (via agli avelli), con conseguente valorizzazione dell'intero quartiere di Piano San Giovanni a fini storico-culturali e turistici. Oggi si tenta di snaturare la concessione gratuita di quel suolo, ignorando, a nostro avviso illegittimamente, le motivazioni che l'hanno consentita. E lo si fa sulla base di una esigenza sbagliata: aumentare gli stalli per i commercianti eventualmente interessati. Infatti, a guardare i dati, oggettivamente l'ampliamento non servirebbe perchè a fronte di un'attuale disponibilità di 252 stalli, ne sono occupati 223, quindi ce ne sono ancora 29 disponibili.

Se proprio si vuole migliorare la situazione attuale – e secondo noi occorre farlo ma rispettando le norme ed i residenti di quella zona, quasi prigionieri ogni giovedì in casa loro - oltre che a far rispettare la planimetria ufficiale degli stalli, si potrebbe intervenire nell'adeguare l'area utilizzata dai venditori ambulanti (quella delle cosi dette "pezze americane" che spesso è luogo sporco ed utilizzato per abbandonarvi rifiuti di ogni genere) asfaltandola e illuminandola. Da ultimo va aggiunto che per quell'area sono stati appaltati i lavori per lo spostamento del tronco della fogna che attraversa l'area archeologica di Piano San Giovanni. Parliamo di 500 mila euro di lavori, sempre previsti e fatti finanziare dall'amministrazione Ventola, indispensabili e propedeutici a qualsiasi intervento in quella zona. Quei lavori propedeutici, non potranno essere conclusi prima di un anno ad essere molto ottimisti, allo stato.

Perciò, quali risposte concrete si posso conseguire con l'iniziativa della Conferenza di Servizi prevista domani?

Siamo all'ennesimo dannoso stravolgimento di atti e percorsi avviati: dal PUG, alla rigenerazione urbana e territoriale di Piano San Giovanni. Per questo auspichiamo che l'amministrazione ci ascolti, che cambi idea.

Stanislao Sciannamea, coordinatore cittadino Conservatori e Riformisti
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.