Polizia Postale
Polizia Postale
Cronaca

La truffa del pacco "bloccato"

I consigli della Polizia Postale

La Polizia Postale ha reso noto che "continuano a giungerci numerose segnalazioni su un tentativo di truffa online tramite il cosiddetto smishing. Sono sempre più, infatti, le persone che ricorrono agli acquisti online. I truffatori ne approfittano per cercare di rubare dati personali e bancari." La parola smishing deriva dall'unione di "SMS", ovvero i messaggi di testo che si inviano tramite cellulare, e "phishing", cioè truffa. Quando i cybercriminali fanno phishing, inviano e-mail fraudolente che cercano di ingannare il destinatario inducendolo a far aprire un allegato pieno di malware o ad aprire un link dannoso. Lo stesso avviene per lo smishing, che semplicemente usa gli SMS al posto delle e-mail. La truffa si realizza attraverso l'invio di un Sms o di una mail con i quali viene richiesto il versamento di una modica cifra di denaro e l'inserimento dei propri dati e quelli della carta di credito per 'sbloccare' un pacco in spedizione. "Ricordiamo sempre di non cliccare mai sui link che arrivano via mail o via sms senza aver prima accertato che siano veri attraverso i siti web ufficiali dei marchi in questione." Occorre pestare la massima attenzione ai messaggi che spesso riportano di provenire dal proprio istituto di credito e che chiede informazioni finanziarie o personali come il numero di conto o di carta di credito. Fornire queste informazioni è tanto corretto quanto consegnare le chiavi di casa propria ai truffatori. In caso di sospetti segnalate al portale della Polizia Postale.
  • Polizia Postale e delle Comunicazioni
Altri contenuti a tema
Con l’App YouPol-Fipe è #sicurezzaVera per le donne Con l’App YouPol-Fipe è #sicurezzaVera per le donne Per segnalare episodi di violenza alle sale operative delle Questure
Eurovision Song Contest: musica e legalità insieme ai giovani Eurovision Song Contest: musica e legalità insieme ai giovani A Torino, la Polizia per diffondere una cultura del rispetto del prossimo e combattere le forme di discriminazione etnico/razziale
Pedofilia e pedopornografia: “Rompiamo il silenzio” Pedofilia e pedopornografia: “Rompiamo il silenzio” A Roma, presentato il libro di Maria Michela Gambatesa e Giovanni Ippolito
Truffe online: come difendere i propri dati personali Truffe online: come difendere i propri dati personali Dodici consigli utili per mantenere sempre alto il livello d’attenzione
Cybersicurezza: Prevenire e contrastare i crimini informatici Cybersicurezza: Prevenire e contrastare i crimini informatici Accordo tra Polizia di Stato e Gruppo 24 Ore
Truffe: attenzione alle richieste di aiuto per l’Ucraina Truffe: attenzione alle richieste di aiuto per l’Ucraina I consigli della Polizia Postale
Furto di dati con sms di green pass clonato Furto di dati con sms di green pass clonato I consigli della Polizia Postale su una nuova tipologia di phishing
Insieme per la sicurezza in rete Insieme per la sicurezza in rete La Polizia di Stato ed Unieuro hanno presentato la Campagna #cuoriconnessi
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.