Camposanto di Canosa
Camposanto di Canosa
Religioni

La commemorazione dei fedeli defunti ai tempi del Covid

Le disposizioni per le messe nei cimiteri

Considerando l'avvicinarsi della commemorazione dei fedeli defunti Mons. Luigi Mansi, Vescovo della Diocesi di Andria, ha inviato a tutti i sacerdoti e fedeli una nota contenente indicazioni per quanto riguarda le celebrazioni delle Sante Messe nelle cappelle private e/o confraternali, atteso che non sarà possibile mantenere il necessario distanziamento sociale previsto dalle misure di contrasto e contenimento dell'emergenza Coid-19.
«Carissimi Confratelli Presbiteri,
Vi informo che quest'anno, per motivi contingenti dovuti all'attuale situazione nazionale della pandemia, non sarà possibile celebrare le sante Messe nelle cappelle delle Arciconfraternite il 2 novembre prossimo e durante tutto l'ottavario. Vi chiedo pertanto di invitare i fedeli a partecipare alla Messa nelle proprie parrocchie sia il 2 novembre, sia durante tutto l'ottavario, sempre nel rispetto delle norme stabilite per le celebrazioni nelle Chiese. Sono possibili i pellegrinaggi al cimitero con la partecipazione di un massimo di 30 persone e nel rispetto del distanziamento sociale e forniti di mascherina».

La tradizione della Chiesa ha sempre esortato a pregare per i defunti, in particolare offrendo per essi la Celebrazione eucaristica. «La Chiesa pellegrinante sulla terra, ben consapevole di questa comunione di tutto il Corpo Mistico di Gesù Cristo, fino dai primi tempi della religione cristiana ha coltivato con grande pietà la memoria dei defunti» (Lumen Gentium, 50).

«Il ricordo dei defunti, -ci ricorda Papa Francesco- la cura dei sepolcri e i suffragi sono testimonianza di fiduciosa speranza, radicata nella certezza che la morte non è l'ultima parola sulla sorte umana, poiché l'uomo è destinato ad una vita senza limiti, che ha la sua radice e il suo compimento in Dio». "Ascolta, o Dio, la preghiera che la comunità dei credenti innalza a te nella fede del Signore risorto, e conferma in noi la beata speranza che insieme ai nostri fratelli e alle nostre sorelle defunti risorgeremo in Cristo a vita nuova".
  • Mons. Luigi Mansi
  • Diocesi di Andria
Altri contenuti a tema
1 Il cammino dell'Avvento ci invita alla carità, all'amore verso Dio e verso gli uomini Il cammino dell'Avvento ci invita alla carità, all'amore verso Dio e verso gli uomini L'omelia di Mons.Luigi Mansi, Vescovo della Diocesi di Andria
Io verrò e giudicherò tutte le mie pecore, una per una Io verrò e giudicherò tutte le mie pecore, una per una L’omelia di Mons. Luigi Mansi nella Festa di Cristo Re
La storia di questi giorni, una storia di dolore La storia di questi giorni, una storia di dolore L’omelia del Vescovo Mons. Luigi Mansi
La carità non si ferma La carità non si ferma Rimodulati a causa della pandemia alcuni orari dei servizi offerti dalla Casa Accoglienza “S. M. Goretti” e l’Ufficio Migrantes della Diocesi di Andria
Far crescere la speranza Far crescere la speranza Il nuovo numero del mensile “Insieme” della Diocesi di Andria
Iride di Pace dell’Assunta Iride di Pace dell’Assunta La preghiera del Vescovo Mansi per la città di Canosa
Sospese le attività catechistiche in presenza Sospese le attività catechistiche in presenza La lettera di Mons. Luigi Mansi a presbiteri e diaconi della Diocesi di Andria
Commemorazione dei Defunti: accesso al cimitero comunale Commemorazione dei Defunti: accesso al cimitero comunale Resi noti gli orari di ingresso
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.