App Youpol Polizia di Stato
App Youpol Polizia di Stato
Cronaca

L’app Youpol per segnalare reati di violenza domestica

Permettere una interazione tra la sala operativa della Questura e il segnalante

L'app Youpol, realizzata dalla Polizia di Stato per segnalare episodi di spaccio, bullismo e reati di violenza domestica, si è rinnovata e lo ha fatto in concomitanza del 25 novembre, giornata mondiale per l'eliminazione della violenza contro le donne. L'applicativo, che si presenta con una nuova veste grafica, è stato implementato anche nelle funzionalità, così da permettere una maggiore interazione tra la sala operativa della Questura e il segnalante. Infatti, durante la segnalazione, sarà possibile allegare non solo immagini ma anche video e file audio, in modo che l'operatore della Polizia di Stato possa avere un quadro completo di cosa sta accadendo ed intervenire in maniera ancor più tempestiva. Un'importante novità riguarda l'introduzione della chat che può essere attivata dalla sala operativa ricevente, e sulla quale possono essere scambiati, in tempo reale, messaggi e file multimediali, come normalmente accade in un'applicazione di messaggistica istantanea.

Al fine di tutelare i segnalanti, che spesso possono essere vittime stesse del reato, è stata inserita la possibilità, per chi segnala, di nascondere l'attività svolta con l'app. Questa nuova funzionalità è stata pensata principalmente per le vittime di violenza di genere. Nascondendo l'attività svolta, non rischiano di essere scoperte se qualcuno si impossessa del loro dispositivo elettronico per "curiosare". La geolocalizzazione tramite l'applicazione è oggi possibile a doppio senso. Il segnalante può essere localizzato dalla sala operativa ma, allo stesso tempo, ha la possibilità di vedere quale sia l'ufficio di Polizia a lui più vicino. Come nella precedente versione è possibile effettuare la segnalazione anche in forma anonima e si può chiamare direttamente dall'app il N.U.E. 1 1 2 o, dove non presente, il 113 della questura. L'applicativo, nato dalla ferma convinzione che ogni cittadino è parte responsabile e attiva nella vita democratica del Paese, si può scaricare gratuitamente ed è disponibile per dispositivi Ios e Android.
  • Polizia di stato
  • Polizia Postale e delle Comunicazioni
Altri contenuti a tema
Canosa: Fermato un 50enne per tentato omicidio Canosa: Fermato un 50enne per tentato omicidio E' stato un errore di persona. L'uomo ha ammesso le sue responsabilità
Canosa: in gravi condizioni l'uomo accoltellato Canosa: in gravi condizioni l'uomo accoltellato La Polizia di Stato ha individuato il presunto aggressore
In crescita i casi di sfruttamento sessuale dei minori e di adescamento online In crescita i casi di sfruttamento sessuale dei minori e di adescamento online La Polizia Postale ha reso noto il bilancio delle attività svolte nel 2021
A Capodanno festeggia in  sicurezza A Capodanno festeggia in sicurezza I consigli della Polizia di Stato
Regali natalizi: i consigli per gli acquisti online Regali natalizi: i consigli per gli acquisti online La Polizia di Stato in prima linea per assistere i cittadini sulla sicurezza in Rete
Il  commercio di carte di credito rubate nel Dark web Il commercio di carte di credito rubate nel Dark web L'operazione della Polizia postale e delle comunicazioni
Canosa: Picchiato per difendere un'amica Canosa: Picchiato per difendere un'amica La Polizia arresta l'autore
In memoria di  Graziella Mansi In memoria di Graziella Mansi La Polizia di Stato inaugura la Stanza Ascolto Riservato intitolata alla piccola
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.