S.Alfonso
S.Alfonso
Vita di città

Il Vescovo Sant’Alfonso “secondo Protettore” di Canosa.

Eletto il 3 agosto del 1845

Il 1° Agosto ricorre la memoria liturgica del dies natalis, dell' 1 agosto 1787, giorno della morte di Sant'Alfonso Maria de' Liguori, Vescovo e Dottore della Chiesa. Nella festività patronale di S. Sabino, la statua lignea viene condotta in processione nella devozione al secondo Patrono di Canosa. L'Archivio Storico Comunale ci conduce alla lettura e alla riscoperta del Santo, a volte trascurato nella nostra storia di Chiesa e di Città. Don Mario Porro rappresenta la Chiesa di Canosa e promuove la figura del Santo, nella presenza diretta a Pagani nella Basilica di Sant'Alfonso il 1 Agosto. "L'anno mille ottocento quarantacinque, il giorno 3 del mese di Agosto" negli atti il Consiglio dei Decurioni, al tempo del Regno di Napoli, accoglie "il desiderio di questa popolazione che manifesta avere Sant'Alfonso Maria de Liquori come altro Protettore dopo S. Savino", anche "per il bene di aversi nella Quaresima de' PP. Del SSmo Redentore ad annunziare la Divina parola, istituiti dal Santo".

Al tempo del Sindaco Giuseppe Pesce e del Decurione Ferdinando Lopez, artefice del monumento dell'Immacolata del 1855, il Decurionato delibera l'adozione di Sant'Alfonso come secondo Protettore, con la deliberazione rimessa a Mons Giuseppe Cosenza, Vescovo di Andria per ottenere "il Pontificio beneplacito". Dopo la realizzazione nel 1946 della statua in onore di Sant'Alfonso, proveniente dalla prestigiosa patria di sculture in legno, da Ortisei nel Trentino, lo stesso Vescovo mons. Cosenza inoltra alla Santa Sede la richiesta del 15 Dicembre 1846, "testimone oculare del trasporto di divozione che ha quel Popolo Canosino verso Santo Alfonso, e della pomposa festa con la quale ne celebra ogn'anno la memoria con solenne Processione e ciò in riconoscenza delle grazie che ne ottiene da Dio per la intercessione del Santo, riunendo i voti di tutto il Clero e dell'intera Popolazione".

La solenne festa avveniva fino agli anni '60 il giorno del 2 Agosto, con la Processione della statua di Sant'Alfonso. Dopo il Consiglio comunale dei Decurioni, il Vescovo chiese alla Santa Sede il Decreto di riconoscimento, interprete "in Neapolitana Regno" del Popolo canosino: "Populus tandem a Sindaco et Decurionibus repraesentantus in Comitiis diei 3 Augusti 1845, unanimi consentione", che elegge Il Santo quale Protettore secondario, "eum veluti Patronum minus Principalem elegerunt". A distanza di 170 anni, dal 1845, rinnoviamo la nostra devozione a Sant'Alfonso, riscoprendo, il figlio di formazione cristiana, lo studente prodigio, l'illustre giurista del Foro napoletano, la vocazione al Sacerdozio, il pittore, il musicista di "Tu scendi dalle Stelle", il Teologo morale, il Vescovo Santo, il fondatore dei Padri Redentoristi con il legame al Servo di Dio Padre Antonio Losito, il Secondo Protettore della Città di Canosa.

maestro Peppino Di Nunno
foto a cura di Savino Mazzarella
Sant'Alfonso Maria de’ Liguori, Vescovo e Dottore della ChiesaStatua S.Alfonso realizzata ad OrtiseiS.Alfonso Maria de’ Liguori, Vescovo e Dottore della ChiesaProcessione 1 agosto 2015S.AlfonsoMadonna della Fonte, Canosa 1 agosto 2015S.Sabino, Canosa 01-08-2015Teca S.Sabino 1.08.2015Don Felice Bacco e Don Vito ZinfollinoAutorità 1 agosto 2015
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.