Tendoni uva
Tendoni uva
Cronaca

Il Sindaco La Salvia interviene sulla questione dei danni provocati ad alcuni tendoni

Il Vice Commissario della Polizia, Dott. Vitrani, ha aperto un’inchiesta. Confermate denuncedi atti criminali consumati nei confronti di alcuni coltivatori

Negli ultimi giorni alcuni agricoltori hanno subito danni ingenti a vigneti di proprietà. Siamo ormai prossimi alla vendemmia e anche quest'anno si ripresenta il problema dei danni provocati ai tendoni. Si tratta di danni provocati ad arte nei confronti di chi ha dedicato un anno del proprio lavoro in attesa del raccolto e del sacrosanto guadagno.

A tal proposito, il Sindaco di Canosa di Puglia, Ernesto La Salvia entra nel merito della questione: "Giungono segnalazioni, confermate dalle denunce esposte alle autorità, di atti criminali consumati nei confronti di alcuni coltivatori. Accompagnato dall'Assessore all'Agricoltura di questo comune, Leonardo Piscitelli, ho avuto modo di visitare alcuni dei tendoni ormai danneggiati..

Sono stati tagliati i tiranti metallici che sorreggono le impalcature alle quali si sostengono i tralci, provocando così l'abbattimento al suolo di interi tendoni, che in questo periodo sono più pesanti a causa dei grappoli di uva ormai matura. Diventa così impossibile procedere con la vendemmia e risollevare da terra i tralci. A seguito di questi danni sarà vanificato un anno di lavoro di numerosi coltivatori, che aspettano i raccolti e il conseguente, legittimo guadagno, fonte di reddito per l'anno successivo". E così conclude: "Il gesto, odioso perché vile, si inserisce probabilmente in una consolidata modalità "offensiva", che non può essere tollerata e che ha portato il sottoscritto e l'Assessore Piscitelli a contattare personalmente i responsabili delle forze dell'ordine locali, ovvero la Polizia di Stato e i Carabinieri, chiedendo loro un intervento, coordinato dal Prefetto. Nulla è più odioso che vanificare un anno di duro lavoro e la certezza che da questo non vi sia il sacrosanto sostentamento per la propria famiglia."

Ad oggi, il Vice Commissario della Polizia, Dott. Vitrani, ha aperto un'inchiesta al fine di individuare i responsabili dell'accaduto. Siamo in attesa di nuovi e ulteriori sviluppi, con la speranza che tali episodi non si ripropongano e non compromettano ulteriormente la già penalizzata economia agricola.

Ufficio Stampa
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.