Video conferenza Prefettura
Video conferenza Prefettura
Cronaca

Il settore turistico-alberghiero e dell’intrattenimento penalizzato dalla grave crisi sanitaria

In Prefettura, riunione in videoconferenza

Aumenta ancora il numero dei controlli delle Forze di Polizia, nel territorio della provincia di Barletta Andria Trani, per il rispetto delle misure del Governo per il contenimento dell'emergenza epidemiologica. Dall'11 marzo scorso, infatti, le persone controllate sono 57.088; le denunce per violazione dell'art. 650 del Codice Penale sono 1.689, mentre 70 quelle per violazione degli articoli 495 e 496 del Codice Penale; le persone sanzionate ai sensi dell'art. 4, comma 1, del Decreto Legge 19/2020, sono 2.948; 1, invece, la denuncia ai sensi dell'art. 260 R.D. 1265/1934 (art. 4, commi 6 e 7 D.L. 19/2020); a questi numeri si aggiungono 6 arresti ed 81 denunce per altri reati. Gli esercizi commerciali complessivamente controllati sono 7.549, con 43 titolari denunciati per violazione dell'art. 650 del Codice Penale e 46 titolari sanzionati amministrativamente. I controlli delle Forze di Polizia, con la collaborazione delle Polizie Locali ed il coordinamento della Prefettura, saranno ulteriormente intensificati nei prossimi giorni, in vista dei ponti del 25 aprile e del 1° maggio, come preannunciato nei giorni scorsi e stabilito nel corso delle Riunioni Tecniche di Coordinamento delle Forze di Polizia con il Prefetto Valiante. Si ribadisce pertanto che nei prossimi giorni sarà severamente vietato ogni spostamento ingiustificato, a cominciare da eventuali gite fuori porta, esodi, trasferimenti in seconde case o ricongiungimenti familiari improvvisi e non sorretti da alcuna valida giustificazione.

Proseguono, intanto, gli incontri dei Tavoli permanenti per la ripresa economica ideati nell'ambito della Cabina di Regia istituita nei giorni scorsi presso la Prefettura con la partecipazione ed il contributo di tutte le associazioni produttive, imprenditoriali e sindacali operanti sul territorio. Questa mattina, attenzione rivolta al settore della ricezione turistico-alberghiera e dell'intrattenimento, pesantemente penalizzato dalla grave crisi sanitaria ed economica in atto, nel corso della riunione in videoconferenza, presieduta dal Prefetto Valiante, alla quale hanno partecipato il Direttore esecutivo di Enit (Agenzia Nazionale del Turismo) Giovanni Bastianelli, il Presidente della Provincia Bernardo Lodispoto, ed i rappresentanti di Confindustria(Sezione Ricevimenti e Sezione Turismo), Confcommercio (Sezione Stabilimenti Balneari), Confesercenti, Confcooperative, Cna, Federalberghi e Silb Fipe (Associazione italiana imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo). E' stata tratteggiata dai rappresentanti delle categorie intervenute una situazione molto critica dell'intero comparto sia a livello provinciale sia al più ampio livello regionale, con pesanti ripercussioni subite da tutti gli operatori del settore e, di conseguenza, dall'indotto e dai lavoratori impiegati. Le prospettive sono a tinte fosche, quantomeno per il corrente anno 2020, in cui difficilmente, attesa anche la specificità del settore caratterizzato da una preventiva programmazione delle attività, ci si potrà attendere un recupero significativo delle perdite subite.Numerose le esigenze manifestate durante il confronto dagli intervenuti: finanziamenti a fondo perduto, robusta iniezione di liquidità, fiscalità agevolata, chiarezza sui nuovi modelli organizzativi del lavoro per assicurare la ripresa delle attività in piena sicurezza.

Pur nella consapevolezza dell'attuale quadro fortemente penalizzante per l'intero comparto, uno spiraglio significativo è stato aperto per il prossimo avvenire dal direttore esecutivo di Enit il quale ha osservato che nel mondo si registra un forte richiamo per il ritorno in Italia una volta passata l'emergenza; per questa ragione è fondamentale resistere in questa fase ma essere in grado di farsi trovare pronti per intercettare immediatamente ed opportunamente i flussi turistici che punteranno di nuovo all'Italia. "L'impatto che questa emergenza epidemiologica sta avendo sul Turismo, che rappresenta un autentico volano per l'economia di questo territorio al pari di quello delle altre province di questa regione, è fortemente penalizzante per l'intera filiera del comparto - ha spiegato il Prefetto di Barletta Andria Trani Maurizio Valiante -. Per questo, abbiamo deciso di approfondire con le associazioni di categoria quali siano le reali esigenze dei comparti del turismo, della ricezione alberghiera, della ristorazione, dell'intrattenimento e di tutte quelle attività che, soprattutto in vista della ripresa una volta superata l'emergenza sanitaria in corso, caratterizzano l'economia locale". Il Prefetto ha inoltre annunciato l'intenzione di avviare un'interlocuzione con l'Assessore regionale al Turismo Loredana Capone ed il Dirigente del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione, Aldo Patruno, per portare sul tavolo regionale alcune delle proposte recepite dai rappresentanti del comparto durante il confronto odierno, ferma restando una puntuale ed articolata relazione a livello centrale, con particolare riferimento alle aspettative del mondo imprenditoriale.
  • Prefetto Valiante
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus: solo 5 casi positivi in Puglia Coronavirus: solo 5 casi positivi in Puglia Nessun contagio nella BAT
Coronavirus: Nessun contagio e decesso nella BAT Coronavirus: Nessun contagio e decesso nella BAT Registrati 10 casi positivi nella provincia di Foggia
La Folgore ancora in prima linea La Folgore ancora in prima linea I paracadutisti impegnati per la distribuzione dei DPI
Coronavirus: le truffe in rete dei dispositivi di protezione individuale Coronavirus: le truffe in rete dei dispositivi di protezione individuale I consigli della Polizia Postale
1 Misure di solidarietà urgenti in favore dei lavoratori stagionali Misure di solidarietà urgenti in favore dei lavoratori stagionali L'intervento dell'assessore De Mitri
APP “IMMUNI": In Puglia partirà la sperimentazione APP “IMMUNI": In Puglia partirà la sperimentazione La dichiarazione del professor Pier Luigi Lopalco
Coronavirus: servizi anti assembramento e movida Coronavirus: servizi anti assembramento e movida Sul territorio i militari del Comando Provinciale Carabinieri di Bari
Coronavirus: “Momento drammatico da cui imparare” Coronavirus: “Momento drammatico da cui imparare” Felice Pelagio, segretario generale dei pensionati Spi Cgil analizza la situazione della sanità pubblica nell’emergenza covid-19
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.