Carnevale I masci
Carnevale I masci
Turismo

Il Carnevale barocco leccese a Venezia

Rappresenterà la Puglia in piazza San Marco

Tempo di Carnevale e tempo di mobilitazione per le Pro Loco impegnate nell'allestimento e nell'organizzazione di alcuni dei Carnevali più noti, storici, importanti del Belpaese. Soprattutto per il Carnevale barocco leccese che lunedì 4 marzo dalle ore 14,30 alle ore 17,00, rappresenterà la Puglia in piazza San Marco a Venezia. L'Unpli Puglia, comitato regionale delle Pro Loco pugliesi, sarà presente all'evento in una delle piazze più suggestive, romantiche di tutt'Italia per affermare l'impegno che le Pro Loco pugliesi profondono per l'organizzazione del Carnevale. Si tratta di un appuntamento rientrante nella serie di eventi organizzati nell'ambito del Carnevale veneziano organizzato dalla Città di Venezia che instaura una proficua e valida cooperazione con l'Unione Nazionale Pro Loco d'Italia. Sfileranno gruppi provenienti, oltre che dalla Puglia, anche dalla Basilicata, dalla Sardegna, dall'Emilia Romagna e dal Trentino Alto Adige.

Nello specifico il progetto della Pro Loco di Lecce è stato ideato in collaborazione con Associazione Accademia della Minerva di Specchia, Ensemble Concentus di Lecce, Compagnia di danze storiche Tempus Saltandi di Campi Salentina e Liceo Girolami Comi di Tricase, Coro Polifonico di Musica Antica Eratu's di Specchia, la Compagnia Tempus Saltandi di Lecce, Adolfo Cazzato "Il Fisculajo"- artigianato artistico del cordame di Specchia, Agostino Branca - Ceramiche d'autore di Tricase e Maria Carla Pennetta - Artigiana del Gusto di Lecce. Direttore Artistico Deborah De Blasi. "Lo spettacolo proposto ha lo scopo di mostrare, nella sua varietà antropologica e storico-culturale, la tradizione del Carnevale in terra d'Otranto secondo il principio di Barocco come'Arte della Meraviglia'. Le maschere che caratterizzano questo estremo lembo di terra italica, i Masci, le Caremme, gli scazzamurrieddhi giocano il loro ruolo catartico con un forte gusto popolare, ma allietano anche la vista ed il cuore di una delle figure più "nobili" della sua storia: la regina Maria d'Enghien", spiegano gli organizzatori.

"Abbiamo l'onore di portare uno dei Carnevali più prestigiosi, curati, storici e seguiti di Puglia nella piazza mondiale del Carnevale, quella di San Marco a Venezia", dichiara soddisfatto Rocco Lauciello, presidente Unpli Puglia, "Il Carnevale barocco leccese è uno dei patrimoni artistici, culturali, storici, folkloristici della Terra di Puglia e mette in evidenza, ancora una volta, quanta dedizione, quanta professionalità e quanta passione vengano profusi dai volontari delle nostre associazioni Pro Loco nell'ambito dell'organizzazione di eventi di largo respiro nazionale e internazionale".
  • Puglia
  • Pro Loco
  • Il Carnevale barocco
  • Venezia
  • Unpli Puglia
Altri contenuti a tema
L’acqua di Imbriani “Volésse benedìtte" L’acqua di Imbriani “Volésse benedìtte" Una poesia a tema per la Giornata Nazionale del Dialetto
Imbriani ed i 100 anni dell'AQP Imbriani ed i 100 anni dell'AQP Valentino, Lagrotta e Pugliese i relatori dell'incontro della Pro Loco
Il Movimento Anarchico a Canosa Il Movimento Anarchico a Canosa Un incontro culturale presso la sede della Pro Loco
L’agricoltura come via per la redenzione L’agricoltura come via per la redenzione Presentato il documentario "Madre nostra" di Lorenzo Scaraggi
Madre Nostra che sei qui in Terra Madre Nostra che sei qui in Terra Alla Pro Loco, la proiezione del documentario di Lorenzo Scaraggi
La bellezza dei Mercatini di Natale La bellezza dei Mercatini di Natale Inaugurato a Canosa in Corso San Sabino
Storia del Brigantaggio nella valle dell’Ofanto 1860 – 1865 Storia del Brigantaggio nella valle dell’Ofanto 1860 – 1865 L’autore Antonio Michele Paradiso ospite della Pro Loco Canosa 
Puglia, a way of life… che piace Puglia, a way of life… che piace Workshop nell’ambito del meeting  “All Routes Lead to Rome”
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.