Prof. Pasquale Di Nunno
Prof. Pasquale Di Nunno
Scuola e Lavoro

I nuovi esami di Stato

Lectio magistralis del professor Pasquale Di Nunno

Con il DM n. 769 del 26/11/2018 del MIUR sono adottati i Quadri di riferimento e le griglie di valutazione per la redazione e lo svolgimento della prima e della seconda prova scritta dell'esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione in relazione al quale il Dirigente Scolastico ed i docenti del Liceo "E.Fermi" di Canosa di Puglia(BT) hanno intrapreso un percorso di formazione e avvicinamento alle indicazioni ivi contenute. Nessun avvio sarebbe stato migliore della Lectio Magistralis tenuta dal professor Pasquale Di Nunno, dirigente scolastico, collaboratore della Struttura Tecnica MIUR e coordinatore e referente per i Quadri di Riferimento di Indirizzi e Articolazioni, per inquadrare la natura e i valori di fondo che porteranno alla costruzione delle prove del nuovo Esame di Stato. Due ore ininterrotte di analisi critica dell'evoluzione della società a cui deve rispondere una nuova visione della didattica, della valutazione degli apprendimenti e, soprattutto, della costruzione delle competenze dei giovani nella prospettiva della cittadinanza attiva e del miglioramento continuo. Il professor Di Nunno, docente di filosofia, prima ancora che Dirigente e consulente MIUR, custode di una cultura sorprendente integrata a notevoli competenze del mondo dell'organizzazione scolastica e della pedagogia applicata, dopo l'intervento, ha raccolto le richieste di chiarimento da parte dei docenti sui nuovi quadri di riferimento e sulle griglie di valutazione per alimentare il dibattito ancora aperto nelle sedi ministeriali e locali sui nuovi Esami di Stato.
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.