Grandine
Grandine
Vita di città

Grandinata di ieri sera, si contano i danni!

L'intensità di una grandinata è determinata in riferimento al danno maggiore che ha causato. Fuggi fuggi generale e occhi rivolti al cielo


Improvvisa grandinata ieri sera a Canosa verso le 20:30 e comizi ancora una volta sospesi. Fuggi fuggi generale e occhi rivolti al cielo con la preghiera fatta a nostro signore di non esagerare. Sembra che le preghiere siano state ascoltate ed i danni siano rimasti contenuti. L'area interessata dalla grandinata è stata quella a nord-est della città lungo il territorio che va da Canosa a Margherita di Savoia e Barletta.

"I danni potenziali che una tempesta di grandine può causare, sono generalmente proporzionati alla dimensione del chicco ed alla velocità di caduta. Oltre alla dimensione ed alla velocità di caduta, altre componenti da considerare sono la durezza, la forma e l'orientamento della traiettoria di caduta. L'intensità di una grandinata può essere più facilmente determinata se questa avviene su aree piene di oggetti che hanno la capacità di mantenere evidenti i danni o quando si verifica su un'area costruita.

L'intensità di una grandinata è determinata in riferimento al danno maggiore che ha causato. Quando una grandinata si verifica in aperta campagna, dove i danni non possono essere misurati, l'intensità del fenomeno viene messa in relazione alla grandezza del chicco di grandine e non più al danno che potenzialmente avrebbe causato. Quando i danni non sono evidenti, viene comunque assegnata la categoria più bassa. Lo stesso criterio viene utilizzato nei casi in cui i danni non possono essere quantificati.

In conclusione, è possibile dire che c'è una stretta relazione tra dimensioni del chicco e danno causato. Sono state costruite delle categorie in cui sono stati inserite una molteplicità di danni per meglio classificare gli eventi. Infatti è possibile che chicchi di grandine particolarmente grandi causino danni minori perchè inseriti in seno a forti correnti contrarie rispetto ad altri più piccoli inseriti all'interno dei tornado"- Sembra questa ultima ipotesi quella avvenuta ieri nel nostro territorio -(fonte meteograndine.com)
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.