Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo
Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo
Scuola e Lavoro

Fai un nodo al fazzoletto

Celebrata la "Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo"

La Dirigente Scolastica dell' I.C. " Bovio-Mazzini" di Canosa di Puglia, professoressa Grazia Di Nunno, vista la concomitanza della Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo con il lunedì dell'Angelo, 2 aprile, al fine di sensibilizzare la comunità scolastica alla neurodiversità e disattivare eventuali forme di discriminazione e bullismo, ha promosso tra le giornate del 26, 27 e 28 di marzo attività didattiche che potessero perseguire le suddette finalità. La funzione strumentale per l'inclusione la professoressa Marilena Casamassima, coadiuvata dalla referente per la scuola primaria e dell'infanzia insegnante Angela Caruso, tutto il gruppo delle docenti special izzate e docenti curriculari, ha programmato e coordinato le iniziative.La scuola si è avvalsa di uno slogan: "Fai un nodo al fazzoletto! Il 2 Aprile e tutti i giorni:Giornata Mondiale della Consapevolezza dell'Autismo". La ricorrenza, istituita nel 2007 dall'Onu, si celebra con un'illuminazione speciale dei monumenti di tutto il pianeta per aumentare la consapevolezza su una malattia le cui diagnosi sono ancora difficili e che crea difficoltà nell'inclusione di chi ne è affetto. Il focus di quest'anno della giornata mondiale è stato incentrato sulle ragazze e le donne affette da autismo. La Dirigente, i docenti e il personale ATA hanno puntato al petto un fazzoletto azzurro annodato, simbolo delle tre giornate. Particolarmente toccante la lettura delle parole tratte dal libro "IL BAMBINO IRRAGGIUNGIBILE" - storia di un ragazzo autistico non verbale ma pensante - Manuel Sirianni, una spada che squarcia la roccia di tante convinzioni. Un tuono davvero ridondante per tutti coloro che conoscono da tempo il mondo dell'autismo. Altrettanto significative le poesie decantate quali: "Filastrocca di ciò che non sei" - di una madre; "Non sono diverso" – Rosaria Lo Bono. Inoltre i docenti specializzati hanno svolto attività laboratoriali nelle aule dell'inclusione per la creazione di: cartelloni, fiori di carta azzurri, disegni…. Le immagini delle attività sono pubblicate sul sito della scuola canosina. L'obiettivo delle giornate è stato quello di stimolare la curiosità della comunità scolastica nei confronti di una disabilità ancora sconosciuta e far capire al mondo che lì dove sembra ci sia l'impossibile, c'è sempre qualcosa di possibile.
    Di Padre in Figlio
    21 aprile 2019 Di Padre in Figlio
    La Pasquetta archeologica
    21 aprile 2019 La Pasquetta archeologica
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.