Assenteismo striscia
Assenteismo striscia
Cronaca

Dopo il caso "Striscia la Notizia", reintegrati i dipendenti della Asl

L'azienda pagherà anche un risarcimento alla dipendente licenziata

Scatenò particolare fervore il caso degli "assenteisti" della Asl, a seguito di un servizio mandato in onda da "Striscia la Notizia" lo scorso gennaio, dal titolo "Assenteismo, un fenomeno grave!". Al caso esploso sono giunti ulteriori aggiornamenti: nella giornata di ieri il provvedimento risolutivo del rapporto di lavoro, adottato nei confronti della signora D.R., difesa dall'avvocato Pietro Corviello, è stato annullato dal Giudice del Lavoro di Trani, con il conseguente ordine di reintegra nel posto di lavoro, e con la condanna dell'Azienda al pagamento di un'indennità risarcitoria pari all'ultima retribuzione globale di fatto dal giorno del licenziamento sino a quello dell'effettiva reintegrazione nonché al versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali, oltre gli accessori di legge. Lo stesso Magistrato ha evidenziato che "l'entità della sanzione è adeguata non tanto ai fatti, quanto al clamore mediatico prodotto dall'inchiesta di Mediaset". Nei giorni scorsi altro provvedimento di licenziamento aveva subito la stessa sorte.

«Poiché a suo tempo fu dato ampio risalto alla notizia dei licenziamenti - scrive l'avvocato difensore - spero che la stessa attenzione sia riservata a quella del loro annullamento giudiziale, a tutela dei fondamentali diritti della persona, considerati anche i devastanti effetti patiti dai destinatari sotto il profilo della loro dignità personale e familiare e della loro professionalità».
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.