Guardia di Finanza Baschi Verdi
Guardia di Finanza Baschi Verdi
Cronaca

Discarica di Canosa: inquinamento ambientale e omessa bonifica

Perquisizioni e sequestro eseguite dalla Guardia di Finanza nei confronti di 13 soggetti

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Barletta su delega della Procura della Repubblica di Trani, hanno eseguito un decreto di perquisizione personale, locale e sequestro nei confronti di 13 soggetti, nei territori della Provincia Barletta Andria Trani e Provincia di Salerno. Le perquisizioni hanno riguardato sia abitazioni, che uffici pubblici e sedi aziendali. L'indagine ha ad oggetto le ipotesi di reato di cui agli artt. 640 bis (truffa aggravata), 318 - 321 (corruzione impropria), 319 – 321 (corruzione propria) del codice penale e art. 21 L. 646/82 (subappalti non autorizzati). L'operazione prende le mosse da un'altra indagine condotta dalla Procura di Trani a carico dei due legali rappresentanti di una discarica indagati per inquinamento ambientale e omessa bonifica.

Le articolate e complesse indagini svolte sinora hanno consentito di acquisire elementi a supporto, per la fase in cui ci si trova, dell'ipotesi investigativa: un'operazione fraudolenta perpetrata da parte di pubblici ufficiali apicali dell'Ente Provincia Bat, finalizzata a chiedere ed ottenere un finanziamento da parte del MI.T.E. pari ad € 4.200.000,00, finalizzato alla chiusura definitiva e post-gestione di una discarica sita nel comune di Canosa di Puglia, avendo rappresentato, attraverso omissioni e condotte illecite, una realtà diversa, inducendo in errore il Ministero competente ed eseguendo opere non necessarie ed, in tal modo depauperando fondi pubblici e lucrando sugli incentivi correlati all'appalto.

Le indagini hanno, inoltre, consentito di raccogliere dati probatori relativi alla probabile concessione di appalti e subappalti non autorizzati, con la compiacenza dei pubblici ufficiali responsabili delle opere, e a diverse ipotesi, in corso di compiuto accertamento, di corruzione e truffa aggravata ascrivibili a pubblici ufficiali, imprenditori e professionisti.

Ovviamente si tratta di ipotesi di reato in fase di indagini preliminari e che, in caso di esercizio della azione penale, dovranno essere sottoposte al vaglio del Giudice, il quale potrà valutarle tenendo conto dell'indefettibile apporto difensivo.
  • Guardia di finanza
  • Discarica
  • Inquinamento
Altri contenuti a tema
Olio extravergine di oliva: oltre 2 milioni di litri irregolari Olio extravergine di oliva: oltre 2 milioni di litri irregolari L’Operazione “Verum et oleum” della Guardia di Finanza e dell’ ICQRF
Sequestri di depositi e distributori di carburanti nella BAT Sequestri di depositi e distributori di carburanti nella BAT Una vasta operazione della Guardia di Finanza tra la Campania e la Puglia
Taser operativi per le Forze di Polizia Taser operativi per le Forze di Polizia Lamorgese: “Passo importante per incolumità operatori e gestione situazioni critiche e di pericolo"
Racket e usura: piaghe  sociali ed economiche Racket e usura: piaghe sociali ed economiche A Canosa, si è parlato nel corso dell’evento “Storie di Legalità”
A Canosa il Veicolo Itinerante di Comunicazione Locale della Guardia di Finanza A Canosa il Veicolo Itinerante di Comunicazione Locale della Guardia di Finanza Nell’ambito del tour di legalità promosso dalla Prefettura di Barletta Andria Trani 
Canosa: sotto sequestro la discarica dei rifiuti Canosa: sotto sequestro la discarica dei rifiuti Il provvedimento «consente di cristallizzare la situazione di fatto e lo stato dei luoghi»
Canosa: Inquinamento ambientale causato dalla discarica Co.Be.Ma. Canosa: Inquinamento ambientale causato dalla discarica Co.Be.Ma. La consigliera delegata alla cultura del M5S Grazia Di Bari chiede audizione
Discarica  Cobema: un diffuso fenomeno di inquinamento ambientale Discarica Cobema: un diffuso fenomeno di inquinamento ambientale Si è concluso l’incidente probatorio disposto dal G.I.P. del Tribunale di Trani
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.