Disinfestazione
Disinfestazione
Vita di città

Canosa: disinfestazione antizanzare

Sarà effettuata nella notte tra il 24 e 25 giugno mediante nebulizzazione di prodotto insetticida

E' di queste ore l'avviso pubblico per i residenti a Canosa di Puglia(BT) che il giorno 24 giugno 2021, nelle ore notturne, verranno effettuati i trattamenti di disinfestazione adulticida mediante nebulizzazione di prodotto insetticida. Pertanto nella notte tra il 24 e 25 giugno la cittadinanza è invitata a non esporre cibi e/o vestiari, per le operazioni di disinfestazione che mirano ad eliminare gli esemplari adulti degli insetti, in particolare quelli più pericolosi, come la zanzara tigre e le vespe d'Oriente. Per l'occasione, si comunicano alcune informazioni e indicazioni sui comportamenti da tenere per proteggersi dalle malattie anche gravi trasmesse dalle punture delle zanzare e dei pappataci. E' necessario contrastare la proliferazione di questi insetti con alcune semplici azioni: evitare nelle aree vicine alle abitazioni (terrazzi, giardini, orti, ecc.) la formazione d'acqua, eliminando ogni potenziale contenitore per lo sviluppo delle larve (es secchi, bacinelle, bidoni, barattoli, manufatti edilizi, rifiuti, ecc). Evitare sempre la formazione di raccolte d'acqua in luoghi poco accessibili o nascosti (sotterranei, cantine, intercapedini). Pulire periodicamente le grondaie per favorire il deflusso delle acque piovane ed evitare così eventuali ristagni.

Negli orti non lasciare l'acqua nei contenitori di irrigazione per più di 5-6 giorni e comunque ricoprire con stuoie rigide, di plastica o reti zanzariere vasche, bidoni e fusti per impedire che gli adulti depongano le uova. Evitare la formazione di pozze e ristagni d'acqua nel proprio orto e/o giardino; contenitori di uso comune come sottovasi di piante, fioriere, piccoli abbeveratoi di animali domestici, innaffiatoi, ecc. vanno svuotati dopo l'innaffiatura (sottovasi di piante) o a seguito di temporali estivi almeno ogni 5-7 giorni per evitare lo sviluppo delle larve.

Pulire periodicamente i tombini ostruiti dai detriti, controllare il corretto funzionamento della sifonatura e possibilmente mettere una retina all'interno del tombino. Ispezionare le caditoie per la raccolta di acqua piovana e, se hanno acqua stagnante, pulirle e svuotarle almeno ogni settimana. Non abbandonare nell'ambiente contenitori che si possono riempire di acqua piovana. Mantenere puliti e rasati i prati ed i giardini eliminando le sterpaglie.

Controllare e sostituire frequentemente l'acqua nei contenitori dei fiori nei cimiteri; nel caso di utilizzo di fiori di plastica, usare della sabbia o dei sassi per appesantire il vaso e non l'acqua. Introdurre nei vasi portafiori presenti, ad esempio nei cimiteri, piccoli filamenti di rame (10-20 gr per litro, volendo vanno bene anche le monetine da 1 o 2 centesimi) che a contatto con l'acqua si ossida divenendo tossico per le larve di zanzara.

Mettere una retina intorno agli sfiati delle fosse biologiche; innaffiare il prato preferibilmente in orario notturno e non serale o diurno. Non lasciare copertoni all'aperto perché, riempiendosi d'acqua, costituiscono il luogo ideale per lo sviluppo delle zanzare, soprattutto della zanzara tigre.

Eliminare l'acqua dagli evaporatori dei caloriferi (quando l'impianto è spento) e dai condizionatori d'aria. Installare zanzariere alle finestre per ridurre l'ingresso delle zanzare nel periodo estivo. Chiudere le porte, le finestre ed i canali di aerazione che collegano i locali caldaia, cantine, box o altro con l'esterno a fine stagione estiva o applicare reti antizanzara alle aperture citate.

I proprietari di aree rurali sono invitati a: eliminare recipienti e copertoni d'auto non utilizzabili; ripristinare la pendenza e la sezione di fossati e canalette utilizzati per convogliare l'acqua a scopo irriguo; rimuovere i detriti e la vegetazione incolta; sfalciare l'erba della sponda di fossati e canalette perché non si creino ristagni; eliminare dai terreni pozzanghere e ristagni d'acqua.

È necessario davvero l'impegno di tutti sia degli amministratori del Comune, sia degli addetti ai lavori di disinfestazione che dei singoli cittadini per evitare la proliferazione dei focolai di zanzare nelle aree pubbliche e private per proteggersi dalle punture.
  • Comune di Canosa
  • Disinfestazione
Altri contenuti a tema
Canosa: Nel segno di Dante la Notte degli ipogei Canosa: Nel segno di Dante la Notte degli ipogei Grande affluenza di turisti a Canosa di Puglia
Canosa: Il Milite Ignoto è Cittadino Onorario Canosa: Il Milite Ignoto è Cittadino Onorario All'unanimità, la massima assise cittadina ha approvato la delibera per il conferimento
Canosa: Il futuro è già cominciato Canosa: Il futuro è già cominciato Le dichiarazioni del sindaco di Canosa, Roberto Morra
Clementino alla Festa Patronale a Canosa Clementino alla Festa Patronale a Canosa Prime anticipazioni sul programma
Canosa: ritorna la "ZTL estiva" Canosa: ritorna la "ZTL estiva" L'intervento dell'assessore Massimo Lovino
Canosa:  riapertura degli Asili Nido Comunali Canosa: riapertura degli Asili Nido Comunali Avviato l'iter di candidatura
Canosa: prova preselettiva  per n. 2 istruttori amministrativi Canosa: prova preselettiva per n. 2 istruttori amministrativi Le indicazioni fornite dal sito istituzionale del Comune
Canosa: convocato il consiglio comunale Canosa: convocato il consiglio comunale Si riunirà in seduta ordinaria e pubblica mediante diretta streaming
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.