ambulanza soccorso 118 4
ambulanza soccorso 118 4
Cronaca

«Basta scherzi al 118». Negli ultimi due giorni tre chiamate per codici rossi inesistenti

L'appello della Misericordia contro le chiamate dalle cabine

Comincia ad assumere toni preoccupanti lo "scherzo" delle chiamate anonime al numero di primo intervento del "118". Negli ultimi due giorni, solo ad Andria, si sono verificate ben tre chiamate con richiesta di intervento per un codice rosso al 118 che prevede l'uscita dell'ambulanza con infermiere e medico a bordo. In tutti e tre i casi l'allerta è risultata vana poiché non vi era stata nessuna richiesta di intervento ai civici indicati durante la telefonata.

Queste tre bravate seguono altre accadute nell'ultimo periodo ma assumono un tono di rilievo se si pensa che ogni intervento può significare ritardo in altre concomitanti chiamate vere e salvavita: «Adesso basta scherzi di questo genere - ci dice uno dei soccorritori della Misericordia - qui si gioca con la vita delle persone e questo genere di bravate non sono assolutamente tollerabili in un paese civile come il nostro. Facciamo appello alla sensibilità di tutti affinché si riesca a bloccare questo fenomeno che nell'ultimo periodo ci ha portato diverse volte ad intervenire in situazioni inesistenti con disagio per chi ha davvero necessità di aiuto». Scavando un po' nella vicenda si giunge a comprendere come le chiamate sembra provengano da cabine telefoniche ed il rischio è dover far intervenire ambulanze con equipe di paesi limitrofi che impiegherebbero molto più tempo per l'intervento stesso.
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.