Banconote euro
Banconote euro
Territorio

Banca Federiciana - Obiettivo nord-barese

200 soci, 15 milioni di euro. Infine si è anche parlato dell'apertura di nuove filiali della Banca Federiciana sul territorio

Quasi 200 soci, di cui l'80% sono rappresentati da imprenditori locali, un capitale sociale di 15 milioni di euro e l'obiettivo di consolidarsi come l'istituto bancario di riferimento per l'imprenditoria e le famiglie del Nord-Barese. Stiamo parlando della Banca Federiciana, che attraverso il Direttore Generale Ignazio D'Addabbo, ha illustrato ieri il percorso che la Banca ha compiuto dalla sua apertura di ottobre ad oggi e come intenderà agire nei prossimi mesi.

"Innanzitutto", spiega D'Addabbo, "abbiamo avviato una campagna informativa volta a presentare un prodotto finanziario che punta a soddisfare le esigenze delle famiglie, attraverso un tasso di interesse del 6,25%, estremamanete vantaggioso rispetto a quelli praticati dal mercato e dalla possima settimana partirà un ulteriore campagna promozionale sul mutuo ad un tasso del 4,80%".

"Le linee programmatiche della Banca Federiciana", ha continuato il Direttore Generale, "sono indirizzate alla crescita del sistema delle imprese della sesta provincia, inquadrando il tutto in un'ottica di sistema, in cui la Banca rappresenta un importante ed indispensabile ruolo di sostegno e sviluppo".

Quindi, due le direttrici indicate. Una, appunto riguardante l'ambito locale, con Andria sede del consiglio d'amministrazione, nonché della prima filiale e l'altra, invece, incentrata su un ambito più generale. "Iscritti nella sezione credito di Confindustria, siamo pronti ad offrire", dichiara Ignazio D'Addabbo, "assistenza e consulenza finanziaria alle imprese, lo stiamo già facendo ad esempio con le imprese del "Consorzio Natura e Puglia" per l'attivazione di una filiera produttiva. La Banca mostra interesse verso i progetti basati sullo sviluppo delle energie alternative, come il fotovoltaico e le biomasse".

Infine si è anche parlato dell'apertura di nuove filiali della Banca Federiciana sul territorio. "L'obiettivo è aprire le filiali negli altri due capoluoghi della Bat", dice D'Addabbo, "dapprima entro l'anno a Barletta e quindi nel 2008 a Trani, ma nel volgere di qualche anno l'intento è quello di essere presenti con una filiale anche nel foggiano".
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.