Istituto Mazzini
Istituto Mazzini

Canosa: Quando la narrazione si discosta dalla realtà

Sulla nuova sede del museo archeologico, interviene ITALIA NOSTRA ONLUS -  Sezione di Canosa

Qualche giorno fa è stato pubblicato un video nel quale il Sindaco parlava della nuova sede del Museo Archeologico Nazionale di Canosa di Puglia che sarà ubicato in una parte dell'edificio scolastico "G. Mazzini". Dalla narrazione del Sindaco sembrava che il sogno di molte generazioni di canosini fosse diventato realtà. Purtroppo così ancora non è. Con la Delibera del Consiglio Comunale n. 6 del 27 Febbraio 2020, fu deliberata la concessione, in comodato d'uso, per 50 anni, al Ministero della Cultura – Polo Museale della Puglia, di parte dell'immobile dell'edificio scolastico Mazzini, circa 3.100 metri, da destinare a Sede del Museo Archeologico Nazionale. Il Contratto di comodato d'uso era "risolutivamente condizionato" al verificarsi di alcuni eventi tra i quali:
1) L'obbligo da parte del Comune di effettuare entro e non oltre l'anno scolastico 2020/2021 le opere di compartimentazione della porzione dell'edificio che continuerà ad ospitare la scuola. Questo obbligo, sia pure con qualche ritardo dovuto alla pandemia, a quanto ci risulta, è stato assolto dal Comune
2) L'obbligo da parte del Polo Museale, ad avviare i lavori entro un anno a decorrere dalla data di consegna dell'immobile. Lavori per i quali, per quanto dichiarato dal Sindaco, sono stati stanziati dal Ministero della Cultura 4 milioni di euro. Era previsto da parte del Polo Museale, l'obbligo a completare i lavori entro tre anni dalla data di consegna dell'immobile. Era infine prevista la risoluzione del contratto, nel caso di mancato utilizzo del immobile da parte del Polo Museale, per un tempo superiore ad un anno dalla data della consegna.

Domandiamo al Sindaco:
a) Il Comune di Canosa, quando ha consegnato al Polo Museale, se già lo ha fatto, la parte dell'edificio Mazzini da adibire a Museo?
b) Se la consegna di quell'immobile è stata già effettuata, l'Amministrazione Comunale sta monitorando il rispetto degli obblighi contrattuali previsti per la parte di competenza del Polo Museale?
c) Se il Polo Museale ha approntato il Progetto Esecutivo, il progetto è stato portato a conoscenza del Comune di Canosa perché faccia le proprie valutazioni come è previsto dal contratto?
d) Da quando è in atto il Contratto di comodato quale tipo di interlocuzione vi è stata tra il Sindaco nonché assessore all'Archeologia e il Polo Museale ?
e) Se questi contatti tra Comune e Polo Museale sono in essere, perché il Sindaco non ne da conto ai cittadini di Canosa ?
Infine, ricordiamo che l'Amministrazione Comunale è inadempiente per quanto riguarda il cambio di destinazione d'uso di quella parte dell'edificio scolastico da adibire a Museo. Tale cambio di destinazione d'uso era previsto nella Variante Urbanistica, che, come è noto è ancora nella fase preliminare. Concludendo , domandiamo al Sindaco, il Museo a Mazzini è già una realtà o è un traguardo ancora lontano da raggiungere ?
ITALIA NOSTRA ONLUS - Sezione di Canosa
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.