Basket
Basket
Basket

Esordio con sconfitta per la AS/Canusium/Basket SEPI in gara 1 play-off

AS/Canusium SEPI-Altamura 54-85


Partita nel peggiore dei modi l'avventura play-off per la SEPI Canosa che si è trovata davanti una formazione molto giovane e dall'alto valore tecnico. I canosini sono sembrati impotenti di fronte allo strapotere dei murgesi che hanno risposto alla difesa a zona dei padroni di casa con un' ottima percentuale realizzativa dalla distanza. Ora il cammino si fa in salita per gli uomini di D'Amico che saranno costretti a vincere con uno scarto di 30 punti ad Altamura per poter sperare di proseguire il prossimo anno nel campionato di promozione. Una missione a dir poco "impossibile" in cui però ci piace di sperare.
La gara parte con un parziale di 31 a 8 per gli ospiti nella prima frazione. Nel secondo quarto si assiste alla reazione ofantina, che grazie ad uno Scaringella in gran spolvero, piazza tre bombe e rosicchia 4 punti agli ospiti, cercando di correre ai ripari e ridurre al minimo la differenza canestri in vista del ritorno tra 14 giorni ad Altamura.

Dopo il riposo però sono di nuovo gli ospiti ad allungare mentre nella retroguardia canosina prevale il nervosismo. Nulla cambia nell'ultimo quarto e l'Altamura vince la gara con il punteggio di 85 a 54.
A stemperare l'atmosfera è stato il tanto atteso arrivo del piccolo Mario D'Amico. Al secondogenito del coach Andrea, che ha assistito nel pancione di mamma Tonia a tutti gli allenamenti e alle partite di questa eccezionale stagione, i dirigenti e tutti gli atleti augurano un ormai certo futuro sotto-canestro.Corrado Vernò

SEPI Canosa-Altamura 54-85. (8-31, 21-17, 13-22, 12-15)
Così in campo: Scaringella 19, Granato 12, D'Amico 6, Fasano 5, Sanluca 5, Addati 3, Muciaccia 2, Valentino F. 2, Di Nunno M., Nezi.
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.