Crisi climatica
Crisi climatica
Le Pillole

"Laudate Deum ", Crisi climatica del Pianeta. Crisi Spirituale della Chiesa

L'Esortazione Apostolica di Papa Francesco affronta la tematica della tutela della Casa Comune ora in serio pericolo

" Laudate Deum " , Lodate Dio per tutte le Sue Creature , l'Esortazione Apostolica di Papa Francesco affronta la tematica della tutela della Casa Comune ora in serio pericolo per i risvolti socio ambientali drammatici associati alla Crisi Climatica del nostro Pianeta. A otto anni dalla "Laudato si " una esortazione ,un grido , una ammonizione verso l'uomo del nostro tempo che sfida Dio e pensa di sostituirlo con la tecnologia e la finanza di parte .
Uno scritto chiaro , matematico , costruito con i numeri della scienza , con i dati di Copernicus , con la lista sempre più lunga di disastri ambientali , di tsumani ,di inondazioni ,di fame , di morti. Uno scritto che parla allo stuolo ancora nutrito del Negazionismo Climatico , che chiede alla gente di buona volontà, che sente il bisogno di lasciare un futuro ai propri figli ,azioni comuni per salvare il Pianeta , scuotendo con la forza democratica lo stallo delle decisioni delle Nazioni Uno scritto che guarda con religiosa speranza a COP 28 , dove Francesco non ci sarà per i problemi polmonari che limitano la libertà di un vecchio che ha fatto dal 2015 una chiara scelta di campo per il bene del Pianeta .
COP 28 avrà un risultato solo se il multilateralismo trionferà , riempiendo di programmi , contenuti finanziamenti le scatole fatte solo di buoni propositi di COP 27 del 2022 a Sharm El Sheikh , un mezzo fallimento .
Le premesse non sembrano buone , i leaders dei paesi più inquinanti , USA e Cina,, saranno assenti , la organizzazione è affidata agli Emirati Arabi Uniti , la Presidenza all'amministratore delegato di Adnoc , la compagnia petrolifera che estrae quattro milioni di barili al giorno di petrolio . Il controsenso ha già avuto strascichi : Adnoc ha avviato, in vista di COP 28, rapporti commerciali con Cina , Mozambico, Canada, Australia , Colombia , Egitto , Germania , Brasile , ha chiesto alleanza ai produttori di Arabia Saudita e Venezuela , Aramco e Pedevesa ,spiegando al mondo attonito che non c'è conflitto tra sviluppo sostenibile delle risorse naturali di una nazione ed impegno verso il cambiamento climatico .Postulato difficile da digerire , sintomo preciso che i potenti della Terra non vogliono fare passi indietro e cosi rischiamo che il grido di Papa Francesco " perchè volete preservare un potere che sarà ricordato per la incapacità di arrestare la crisi climatica quando era urgente e necessaria ?" cada nel vuoto .
In questi ultimi otto anni ha vinto ancora una volta il paradigma tecnocratico dei potenti che continua a distruggere la Casa Comune , non retrocede anzi trionfa la idea che gli esseri umani possono accrescere ,senza alcun limite , il proprio potere grazie alla tecnologia , mettendo sugli altari il mantra del massimo beneficio con il minimo costo .
Massimo beneficio ma per chi ? I poveri sono sempre più poveri e sono loro che muoiono per carestie ,inondazioni , sono loro che vedono il mare avanzare togliendo loro il beneficio di una acqua non più potabile , salmastra, che arde con la salsedine le campagne , allagando le palafitte e le bidonville in riva al mare anche di metropoli come Giacarta .
La religiosa speranza è che i cuori del mondo si uniscano e comincino ad uscire dal silenzio e far udire la parola di Dio ( Vangelo di Giovanni ) .
La religiosa speranza deve accomunare le diverse confessioni , dobbiamo noi Cattolici fare quadrato intorno al nostro primo Pastore , sempre più oggetto di attacchi vergognosi rinvenienti da fuori e dentro la nostra Chiesa .
Per nostra assenza colposa il nostro Credo subisce la confusione tra credenti e non credenti. Il narcisismo digitale che uccide le relazioni umane ( curioso e profondo il pensiero del mio caro amico Agostino Picicco nel Suo libro dallo stesso titolo ) sta avanzando da anni , lascia spazio ai non credenti ,al nichilismo religioso e ambientale.
E' questa la Crisi spirituale della nostra CHIESA ; seguendo l'insegnamento di Giuseppe Dossetti dobbiamo uscire dalle nostre parrocchie e con uno sforzo culturale enorme dobbiamo invertire ,indirizzare , guidare la crisi morale , nichilistica dell' Uomo del mondo moderno Dobbiamo dare messaggi semplici e chiari perchè la Umanità non ha più riserve e senza riserve necessariamente riempie e dovrà riempire con democratica protesta le piazze del Pianeta . Parliamo ai giovani , ragioniamo con loro di " Credere e non Credere " ( titolo di un bel libro di Nicola Chiaromonte ) , possiamo testimoniare una grande verità : la grande bellezza della Libertà che solo la Fede può e sa donarci .
Dobbiamo essere anche scudo del nostro Pastore ; in un articolo su Huffington Post Papa Francesco è stato volgarmente attaccato dalla professoressa Lucietta Scarrafia , cattolica che ha definito il Santo Padre un influencer , un protettore di sacerdoti abusatori , citando il gesuita Rupnik del "Centro Aletti" , un antiamericano che ha abbracciato il grande Iman di Al - Azaar Ahmad Al-Tayyed ,fiancheggiatore dei terroristi di Hamas .
La professoressa non è sola , regge il suo pensiero il filosofo Alain Finkielkraut : Francesco una catastrofe per la Chiesa e l'Europa , una Chiesa materia per giornalisti " , un Papa che ha dimenticato il popolo Ebreo ,il popolo eletto , un Papa non chiaro sul tema antisemitismo .
Tra qualche settimana è Natale , ma in un momento di grande sconforto mi sono chiesto cosa questo mondo vuole da un povero illuminato vecchio che sta combattendo con i potenti , con la crisi climatica , con le guerre in Ucraina ,a Gaza , che piange i cattolici uccisi nelle chiese Africane e del Far East , che sta come Gesù Cristo tutti i giorni su una Croce senza chiodi e sangue ma con tante profonde ferite interne, che prega Eli ,Eli non abbandonarmi , che chiede a noi tutti ad ogni Angelus di non dimenticarci di pregare per Lui . Il momento è critico ,non lasciamo solo questo grande vecchio che non si stancherà mai di perdonare anche l'animo più nero , che conosce bene i tanti errori umani della Curia romana nei tempi andati , che ha fatto però del Pentimento e della Misericordia un tema centrale della Sua missione nel Mondo , che propugna il salvataggio della Umanità morente con un indissolubile eterno mix di Fede , rispetto dell'Uomo , salvaguardia della Casa Comune .
Buon Natale Canosa mia
Nunzio Valentino
  • Papa Francesco
  • Clima
  • Cambiamenti climatici
Altri contenuti a tema
Cambiamenti climatici : primizie in anticipo di un mese Cambiamenti climatici : primizie in anticipo di un mese Sui banchi dei mercati degli agricoltori di Campagna Amica
Cambiamenti climatici: invasione di  virus e insetti "alieni" Cambiamenti climatici: invasione di virus e insetti "alieni" In Puglia, hanno trovato un habitat ideale, accanendosi su alberi, piante e frutti
Inverno mite:  Smog in città e allarme siccità nei campi Inverno mite: Smog in città e allarme siccità nei campi Coldiretti Puglia: "Con i cambiamenti climatici in atto è strategica la presenza e la gestione del verde"
Canosa: “UN ALBERO PER IL FUTURO” - Crea un bosco diffuso con i Carabinieri della Biodiversità” Canosa: “UN ALBERO PER IL FUTURO” - Crea un bosco diffuso con i Carabinieri della Biodiversità” I vantaggi per l'ambiente derivanti dalla presenza di più specie arboree
La bellezza del Presepe Vivente di Canosa di Puglia La bellezza del Presepe Vivente di Canosa di Puglia In una location incantevole e suggestiva, di interesse paesaggistico-archeologico
Accostandoci al Presepio di Greccio :«Admirabilem signum»  e «Simbolo di Pace e di Fratellanza» Accostandoci al Presepio di Greccio :«Admirabilem signum» e «Simbolo di Pace e di Fratellanza» Rievocato nell’altare scritto nella ricorrenza dell’Ottavo  Centenario
A Canosa  la luce della Pace di Betlemme A Canosa la luce della Pace di Betlemme L'esperienza vissuta da Giulia Barbarossa, scout di 17 anni
APRITE GLI OCCHI! Contro i danni causati dal clima pazzo APRITE GLI OCCHI! Contro i danni causati dal clima pazzo Flash mob dei giovani agricoltori di Coldiretti per difendere ambiente e territorio
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.