Nunzio Valentino
Nunzio Valentino
Le Pillole

Viva l'Italia, grido di appartenenza profondamente sentita soprattutto nel mio lavoro all'estero

Diario della  mia Festa della  Repubblica

Stamane mi sono svegliato con un pensiero che mi aveva accompagnato nella notte: la Festa della Repubblica nel ricordo sempre vivo nel Popolo Italiano di quel 2 giugno 1946, data del Referendum istituzionale che diede i natali alla nostra Repubblica ma anche il ricordo di mio nonno Nunzio che amava questa festa foriera per lui di tanti ricordi. Mio nonno era stato attore fortunato della prima guerra mondiale, era tornato a casa ma nel giorno di festa ascoltando la banda suonare l'inno degli Italiani, vedendo il tricolore , fiero della sua medaglia al valore, mi ricordava il Carso, le tante croci mai dimenticate nel suo cuore. Ho scoperto, dopo che nonno era volato in Cielo, una poesia di Giuseppe Ungaretti del 1916 viva degli stessi sentimenti, San Martino al Carso, croci nel cuore, Paese cuore straziato dai tanti che dal fronte non erano tornati .

Stamane ho riconsiderato amaramente che le guerre non finiscono mai; dopo la prima, la orribile seconda guerra mondiale e poi tante altre sino ad arrivare ai nostri giorni con il focolare Kosovo riaccesosi ed la guerra in Ucraina che dura dal febbraio 2022 e non riesce a trovare soluzione ad una invasione irrazionale da parte della Russia, che ha fatto e continua a fare morti innocenti su entrambi i fronti. Con questo stato d'animo, ho cominciato a vedere la Festa : l'arrivo del Presidente scortato dai corazzieri e poi la sfilata di apertura di 300 Sindaci, capitanati da Decaro, che marciavano vestendo la fascia tricolore in via dei Fori Imperiali a Roma. Prima commosso, la mano sul cuore, avevo cantato il nostro inno nazionale, autore Goffredo Mameli, morto a 22 anni per difendere la Repubblica Romana, in piedi sorretto dalle mie due stampelle, concludendo il mio saluto con un '"Viva l'Italia", grido di appartenenza profondamente sentita soprattutto nel mio lavoro all'estero .

Finita la parata ho letto il messaggio del Presidente ai Prefetti, al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone , al Ministro della Difesa Guido Crosetto. "I valori della scelta del 2 giugno 1946, trafusi nella Carta Costituzionale di cui ricordiamo i 75 anni di vita, continuano a guidarci nel cammino di una Italia, autorevole protagonista in quella Unione Europea che abbiamo contribuito ad edificare." Libertà pilastro della nostra Costituzione, democrazia parlamentare, gestione della cosa pubblica attraverso i Sindaci, i Prefetti, il Governo, le Forze Armate, adesione convinta alla Unione Europea : il nostro Presidente non ha dimenticato niente. Non ha dimenticato i giovani che spesso ed in tanti vanno a cercare lavoro e gloria all'estero. Ha sollecitato le Istituzioni ad operare per passare dalla fuga dei cervelli alla circolazione dei talenti .

Grazie Signor Presidente, grazie per la guida sicura che assicuri al mio Paese, che attraversa un momento politico e socio economico , problematico ma anche foriero di opportunità positive. Ti prego continua a tenere saldamente unite e con pari opportunità le varie parti non sempre uguali del nostro Paese .
Nunzio Valentino
  • Festa Nazionale della Repubblica
Altri contenuti a tema
Donato Iacobone, Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana Donato Iacobone, Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana A Barletta la cerimonia di consegna dell'onorificenza
Canosa: Il battistero di San Giovanni s’illumina di tricolore Canosa: Il battistero di San Giovanni s’illumina di tricolore In occasione del 77° Anniversario della Repubblica Italiana
Canosa di Puglia a vocazione Repubblicana Canosa di Puglia a vocazione Repubblicana I monumenti ai Deputati Repubblicani Giovanni Bovio e Matteo Renato Imbriani
Oggi è il compleanno più importante di tutti gli italiani Oggi è il compleanno più importante di tutti gli italiani Il discorso del sindaco di Canosa, Vito Malcangio alla cerimonia della Festa della Repubblica Italiana
Il 2 giugno: Valori Repubblica faro futuro comunità nazionale Il 2 giugno: Valori Repubblica faro futuro comunità nazionale La dichiarazione del senatore di Forza Italia Dario Damiani
Il 2 giugno è la Festa degli italiani Il 2 giugno è la Festa degli italiani A Canosa si terrà un corteo
Il 73° Anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana. Il 73° Anniversario della proclamazione della Repubblica Italiana. Il programma della cerimonia al Castello Svevo di Barletta
Festa della Repubblica : Amadeus e il quartetto d’archi Festa della Repubblica : Amadeus e il quartetto d’archi Concerto gratuito al Castello Svevo di Bari
© 2005-2023 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.