2020 Sacra Spina Andria
2020 Sacra Spina Andria
Storia e dintorni

Una variazione cromatica sulla Sacra Spina

E' Mons. Luigi Mansi ad annunciarla

Oggi 10 aprile 2020, Venerdì Santo, al termine della Via Crucis presieduta, questa sera alle ore 19:00, dal Santuario SS, Salvatore in Andria, dal Vescovo di Andria, Mons. Luigi Mansi che ha annunciato una variazione cromatica sulla Sacra Spina, reliquia della Corona di Nostro Signore Gesù Cristo, custodita nella Chiesa Cattedrale di Andria.

«Carissimi da quando ho deciso di tenere chiuse le chiese della Diocesi, ho desiderato custodire la Reliquia della Sacra Spina nella cappellina privata del Vescovo. Fin dall'inizio della Settimana Santa ho notato che la Spina ha manifestato una colorazione diversa dal solito. Nella mattinata di mercoledì 8 aprile (mercoledì Santo), ho invitato il Dr. Antonio Riezzo, ematologo e Presidente della commissione scientifica dello scorso prodigio (2016), a prendere visione dello stato della Reliquia. Lo stesso Dottore ha confermato alcune variazioni osservate sulla Spina. Successivamente, sempre nella mattinata, ho ritenuto opportuno confrontarmi con il Vicario Generale, don Gianni Massaro, il segretario del Vescovo, Mons. Nicola De Ruvo, e con il Presidente del Capitolo Cattedrale, don Gianni Agresti. Anch'essi hanno verificato quanto detto. Per una migliore documentazione, puntale e continuata nel tempo, ho chiesto a Padre Francesco Mazzotta, Direttore di Teledehon, di fornirci supporto tecnologico necessario. Padre Francesco ha subito messo a disposizione tecnici e strumenti necessari per le riprese permanenti. Quindi la Sacra Spina, da mezzogiorno del Giovedì Santo (9 aprile) è sotto osservazione permanente di una telecamera ad alta definizione. Per quel che posso attestare e che ho ritenuto verbalizzare, l'elemento più rilevante e visibile consiste nella variazione della colorazione abituale dell'intero corpo della Spina: è diventato molto più chiaro, in alcuni tratti biancastro, mentre invece la punta è chiaramente di un colore marcatamente più scuro. Osservando poi la Reliquia nel pomeriggio di oggi Venerdì Santo, intorno alle ore 17.00/17.30 ho notato un'altra variazione ben visibile: la parte bassa della Spina, che nella mattinata sempre di oggi era apparsa di un colore più scuro, si è notevolmente schiarita, soprattutto nella parte anteriore della stessa, ma anche nella parte retrostante. Il Signore, attraverso questo segno ci sta dicendo che Lui è comunque sempre vicino al Suo popolo e patisce con chi è nel dolore. Accogliamo questo "segno" con gratitudine».
Vostro
†Luigi Mansi, Vescovo
  • Mons. Luigi Mansi
  • Diocesi di Andria
  • Sacra Spina
Altri contenuti a tema
Lo sguardo di fede ci dice che davvero non manca nessuno! Lo sguardo di fede ci dice che davvero non manca nessuno! Mons. Luigi Mansi ha presieduto la Santa Messa Crismale
A ottobre le prime comunioni A ottobre le prime comunioni Il nuovo decreto sulle celebrazioni dei sacramenti firmato da Mons.Luigi Mansi della Diocesi di Andria
Le messe con il popolo, prima domenica Le messe con il popolo, prima domenica Le misure di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19
Il ritorno a messa nel centenario della nascita di S. Giovanni Paolo II Il ritorno a messa nel centenario della nascita di S. Giovanni Paolo II Due celebrazioni liturgiche nella Cattedrale San Sabino
Messe con i fedeli dal 18 maggio Messe con i fedeli dal 18 maggio Il decreto di Mons. Luigi Mansi della Diocesi di Andria
La storia della Chiesa di Canosa sui social La storia della Chiesa di Canosa sui social Don Felice Bacco:“Fare catechesi attraverso l’arte e la cultura”
Riaperte le Chiese della Diocesi di Andria Riaperte le Chiese della Diocesi di Andria Per la preghiera personale secondo le nuove disposizioni
STAND APP #Fattisentire STAND APP #Fattisentire L’iniziativa della pastorale giovanile della Diocesi di Andria
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.