Antichi Popoli di Puglia. L’archeologia racconta
Antichi Popoli di Puglia. L’archeologia racconta
Archeologia

Vasi di Canosa al Castello Svevo di Bari che si illumina di meraviglia

Inaugurazione della mostra "Antichi Popoli di Puglia. L'archeologia racconta"

Sotto il bagliore delle luminarie accese in onore di San Nicola, apre al pubblico la mostra "Antichi Popoli di Puglia. L'archeologia racconta", allestita nel maniero a due passi dalla città vecchia, cuore pulsante delle celebrazioni civili e religiose dedicate al Santo Patrono. Il vasto progetto espositivo composto da oltre seicento reperti riuniti in unico contenitore culturale, molti dei quali normalmente non esposti, e da una video installazione site-specific a cura di Kaos Produzioni, sarà fruibile a partire dalle 19.30 di lunedì 5 dicembre, in concomitanza con l'avvio dei festeggiamenti dedicati al Santo di Myra. Per l'occasione, alle ore 19.45 sarà possibile visitare la mostra guidati dagli archeologi della Direzione Regionale Musei Puglia, che si sono occupati dell'allestimento. Inoltre, anche il cortile del Castello Svevo di Bari si aprirà al fascino di una ricorrenza che è insieme storia, identità e sapori della tradizione del "San Nicola dei baresi".

La consapevolezza che sul territorio pugliese, caratterizzato da una pluralità di culture avvicendatesi nel tempo, insista un così ricco patrimonio archeologico, è il punto di partenza da cui nasce l'ambizioso allestimento curato dal Direttore Generale Musei, professor Massimo Osanna, e dal Direttore Regionale Musei Puglia, dottor Luca Mercuri. Una storia di oggetti che raccontano popoli, narrandone incontri, scambi e scontri sullo sfondo di un territorio unico: l'esposizione, prodotta interamente dal Ministero della Cultura e, in particolare, dalla Direzione Generale Musei, che ne è ideatrice, e dalla Direzione Regionale Musei Puglia, offrirà al pubblico, fino al 31 marzo 2023, un allestimento scenografico fra videoinstallazioni e opere provenienti dai musei della Direzione Regionale Musei Puglia, ma anche della Direzione Regionale Musei Basilicata, dal Museo Archeologico Nazionale di Taranto, da musei civici e regionali e dai depositi delle Soprintendenze pugliesi. Anche il Museo Archeologico Nazionale di Canosa di Puglia ha concesso per la mostra alcuni reperti: esemplari della ceramica policroma e plastica che in origine componevano il corredo dell'Ipogeo Varrese (IV-III sec. a.C.),in una tomba ellenistica rinvenuta nel 1912 alla periferia di Canosa.

Durante la serata di lunedì 5 dicembre, in cui il Castello Svevo sarà eccezionalmente aperto dalle ore 19.30 alle 22.00 (ultimo ingresso ore 21.00), il biglietto di ingresso, comprensivo quindi della visita alla mostra, sarà pari a 2 euro; a partire dal giorno successivo e fino al 31 marzo, l'esposizione sarà fruibile nei normali orari di apertura del Castello al consueto costo di ingresso di 6 euro, con riduzioni e gratuità a norma di legge.
  • Bari
  • Castello Svevo di Bari
Altri contenuti a tema
Open Day: STP ti accompagna a scuola Open Day: STP ti accompagna a scuola A Bari, Trani, Molfetta e Bitonto a bordo dei nuovi bus
Salvatore Sica firma l'opera musicale "Topo dopo Topo. Il Pifferaio di Hamelin" Salvatore Sica firma l'opera musicale "Topo dopo Topo. Il Pifferaio di Hamelin" Prima assoluta all'Auditorium “Nino Rota” di Bari
Capodanni in Puglia Capodanni in Puglia La Regione ha presentato i grandi eventi, tutti ad ingresso gratuito, per cittadini e turisti in tutti i Comuni Capoluogo
Bari: La Basilica di San Nicola  è il simbolo del dialogo Bari: La Basilica di San Nicola è il simbolo del dialogo Il presidente Emiliano alla Veglia per la Pace organizzata dalla CEI dall’Arcidiocesi di Bari-Bitonto
L'assistenza territoriale è il perno della sanità pubblica L'assistenza territoriale è il perno della sanità pubblica Emiliano al congresso regionale Card Puglia dal titolo "Salute di comunità per una comunità in salute"
Manovra del Governo contro la povera gente e le imprese perbene Manovra del Governo contro la povera gente e le imprese perbene Emiliano alla manifestazione Cgil Puglia
Bari: Accendi un sogno oltre le mura Bari: Accendi un sogno oltre le mura Un importante momento di sport inteso come aggregazione ed inclusione sociale
Non tutti diventeranno calciatori, ma tutti diventeranno uomini Non tutti diventeranno calciatori, ma tutti diventeranno uomini A Canosa il Memorial "Mauro Lagrasta" nel decennale dalla sua scomparsa
© 2005-2023 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.