Carbone Nicola
Carbone Nicola
Vita di città

Quando muore un padre

Addio a méste Necòle!

La nascita appartiene non solo alla famiglia, ma alla vita di paese, alla società cui si mostra il fiocco dell'annuncio.Ma ancor più la morte appartiene non solo al dolore della famiglia, ma alla condivisione del paese, cui si porge il manifesto pubblico dell'evento. La morte inoltre si innesta nel mistero della vita e costituisce nell'ontogenesi del vissuto di famiglia anche una memoria filogenetica del lavoro, delle opere, dei valori della persona, "per chi suona la campana" nei rintocchi funebri. In questo spirito socio-culturale e nei legami di amicizia, ci siamo accostati alla scomparsa del padre di Antonio e Bartolo Carbone rievocando un pensiero letto in condivisione in casa alla presenza della salma, quasi in un momento di consegna tra terra e cielo, dopo l'ultimo respiro dell'addio. Il componimento vuole anche rievocare il lavoro di un "costruttore" delle nostre pietre nel '900, nella stima di questo lavoro di artigiani, che ancora oggi si colloca con mezzi diversi e si innesta come aggregazione associativa nella Confartigianato. Era il tempo in cui il muratore, "u fabbrecatàure" con i panni macchiati di calce poneva sul capo un cappello fatto di carta dei sacchi di cemento, "la bustòne", come abbiamo visto in questo decennio il fratello del defunto, méste Stefano Carbone, presente in questi giorni nel saluto in casa e in Chiesa. La nostra vicinanza, il nostro cordoglio, la nostra memoria umana di storia e di cultura della famiglia e della vita di paese. Stamani, nelle esequie di Carbone Nicola (83 anni), presso la Chiesa di Santa Teresa di Bambin Gesù a Canosa di Puglia(BT), alla presenza di Don Salvatore Sciannamea, il Parroco Don Vito Zinfollino ha posto alla meditazione la figura della moglie Nunzia Giuliani , "angelo custode" nella sofferenza del letto del congiunto e le parole dello Stesso nel ricevere a casa l'Eucarestia: "sia fatta la volontà del Signore!", .... e così sia!

Quando muore un padre
Addio mastro Nicola!
Quando un tronco d'albero si fa grande
e compie l'ultimo anello della sua vita,
le foglie secche come antiche pergamene
cadono e si posano sulla nuda terra
accolte dalle mani agresti dei viventi.

Quando un tronco temprato si fa padre
e viene reciso muto dall'età vegliarda,
lascia l'addio ai virgulti come figli,
custodi della linfa che sopravvive.

E se dal letto si spegne la sofferenza,
in cielo tra i Giusti si accende una luce,
una stella, il soffio divino dell'anima.

Vedo quelle mani laboriose,
le cantavano le nostre mamme,
"quante cose sanno fare!",
e quelle mani di mastro Nicola Carbone
con l'arte di pietra, di tufo e di mattone
sapevano ben fare, misurare, edificare
nel tempo in cui c'era il «fabbricatore».

Edificare, fabbricare e dar da lavorare,
case, chiese e cappelle sante di campo,
è stato il lavoro degno di mastro Carbone.

La vita è un edificio,
da costruire con le mani,
da cementare con l'ingegno,
da suggellare con la passione,
da credere con la fede,
in se stessi, negli altri, in Dio.

Edile, un edificio storico
dalla radice latina «aedes»,
casa, abitazione, tempio,
e l'ultimo edificio sacro ed eterno
l'ha edificato il Signore in tre giorni,
nel Regno dei Giusti e dei Santi
nella Gerusalemme Celeste.

Riposa in pace nella luce perpetua
mastro Nicola Carbone
i
n questa casa di benedizione.

Quando muore un padre,
il giorno dopo
la storia si fa memoria
e diventa
"la bonàneme d'attànete",
"la buonanima di tuo padre"

....e per sempre così sia!

maestro Peppino Di Nunno, a nome della Redazione di Canosaweb, esprime le sentite condoglianze alla famiglia e ai cari figli Antonio e Bartolo Carbone.
Carbone Nicola "méste Necòle"“La bustòne” del muratore, il  cappello fatto di carta dei sacchi di cementoIl secchio del muratoreLa tarozze
  • Confartigianato
  • Edilizia
Altri contenuti a tema
Edifici privati:contributi per interventi di rafforzamento locale o miglioramento sismico Edifici privati:contributi per interventi di rafforzamento locale o miglioramento sismico Prorogati i termini per la presentazione delle istanze
Dichiarazioni di conformità degli impianti all'interno degli edifici Dichiarazioni di conformità degli impianti all'interno degli edifici A Bari, convegno sul D.M. 37/08, a 10 anni dall'entrata in vigore
© 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.