Carabinieri olive
Carabinieri olive
Cronaca

Lavoro irregolare nelle campagne

Scoperto dai Carabinieri in Contrada San Michele

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, da diversi giorni impegnati sul territorio della provincia di BAT con una "task force" dedicata al contrasto del fenomeno della intermediazione illecita e dello sfruttamento del lavoro, hanno deferito in s.l. un 36enne, a seguito di accertate violazioni della normativa sulla tutela della sicurezza e salute dei lavoratori e impiego di manodopera al nero. I militari, durante un servizio di osservazione in Canosa di Puglia (BT) Contrada San Michele, hanno bloccato il predetto mentre dirigeva il lavoro di tre extracomunitari, occupati nella raccolta di fiori di zucca, i quali, alla vista dei Carabinieri, sono fuggiti per le campagne limitrofe. Dai successivi accertamenti emergeva che l'uomo con un veicolo provvedeva giornalmente a trasportare i tre operai nei campi di lavoro e gestiva, di fatto, un'attività agricola abusiva. I tre operai datisi alla fuga (un gambiano e due senegalesi in regola con il permesso di soggiorno) sono stati successivamente rintracciati ed identificati.
  • carabinieri
Altri contenuti a tema
Caserme aperte per la Giornata delle Forze Armate Caserme aperte per la Giornata delle Forze Armate A Bari, la Caserma dei Carabinieri “Chiaffredo Bergia”
Arrestato un pregiudicato dai Carabinieri Arrestato un pregiudicato dai Carabinieri Per resistenza a pubblico ufficiale
Pappagallo esotico detenuto illegalmente Pappagallo esotico detenuto illegalmente Sequestro del Nucleo Carabinieri CITES di Bari
Encomiabile servizio reso a Canosa Encomiabile servizio reso a Canosa il sindaco Morra ha donato una targa al Luogotenente  Silecchia
Un Carabiniere non va mai in congedo Un Carabiniere non va mai in congedo Il Luogotenente Savino Silecchia saluta la comunità canosina
Vivo apprezzamento per la preziosa opera svolta Vivo apprezzamento per la preziosa opera svolta Il sindaco, Roberto Morra, ha ricevuto il Maggiore Davide Montinaro.
Sequestrati reperti archeologici in una abitazione privata Sequestrati reperti archeologici in una abitazione privata I Carabinieri hanno denunciato un 45enne.
Siamo pagati per servire, non per morire Siamo pagati per servire, non per morire Uccio Persia, segretario generale del COISP di Bari interviene con una nota
© 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.