La 'pegnète'
La 'pegnète'
Eventi e cultura

La 'pegnète' di CanoSIamo a Roma

La tradizione raccontata dal Maestro Peppino di Nunno

CanoSIamo, l'associazione dei Canosini di Roma ha reso noto sui social che ha organizzato la rottura della "Pegnète", in calendario domenica 19 febbraio 2023, a partire dalle ore 13,00 nella capitale . "Proviamo a far rivivere a Roma la tradizionale festa di fine Carnevale. Ci incontreremo nel Centro Socioculturale del Municipio XI, allocato nell'edificio in Via Greve n. 63 che ospita la 'Scuola di Arte Cinematografica' intitolata al grande e indimenticabile Gian Maria Volontè. Con mascherine, trombette, fischietti, taralli e vino di Canosa, - conclude il presidente di CanoSIamo, Salvatore Paulicelli - diremo addio al Carnevale 2023. Musica live, karaoke,e balli, quadriglia canosina compresa, un abbondanza"

Il libro di dialettologia di Giuseppe Di Nunno "Sulle vie dei ciottoli del dialetto canosino" pubblicato nel 2015, riporta che la "pegnète (sost. f.): è la pignatta, pentola di terracotta per cuocere le vivande. Etimo spagnolo piñata (pentola di terracotta). Il lessico è presente anche in Messico. La tradizione approdata dalla Spagna, collocata all'inizio della Quaresima, ha origine tramite i Missionari cristiani dal Messico. Anche i Maya Indigeni del Messico con l'auspicio della Primavera facevano un gioco in cui i partecipanti bendati dovevano colpire una pignatta di terracotta sospesa a una corda. Actualmente es posible conseguir piñatas de barro en diferentes poblaciones del país, sin embargo es en Acolman, Estado de México, donde año con año se lleva a cabo la Feria de la piñata. Noi Italiani come ... i Maya!

La radice latina riconduce al termine "pinea", pigna, per la forma della pentola. Nel diminuitivo: "u pegnatìdde". Il termine omonimo, "pegnète" indica anche il mattone di terracotta per l'edilizia. Nella tradizione tipica del periodo carnevalesco, la pentolaccia è un gioco tradizionale dove i giocatori, bendati, devono colpire a turno una pentola di cartapesta (o una scatola di cartone decorata con festoni), riempita in precedenza di dolciumi, coriandoli, stelle filanti. La tradizione era fissata alla Domenica dopo il Mercoledì delle Ceneri, inizio della Quaresima. La tradizione è presente in molte Regioni d'Italia del Nord e del Centro del Sud. Nel Salento la pignata (cioè la pentolaccia) veniva appesa al soffitto e i bambini dovevano romperla per prendere i dolci.

A Canosa di Puglia. la pignatta era di terracotta e riempita di dolciumi. "Venivo bendato e dovevo colpire con una mazza- ricorda il Maestro Peppino Di Nunno - la pentola a casa di mio nonno nella festa tradizionale. I bambini poi a terra si volgevano a raccogliere i dolciumi! In Puglia si rompeva la pignatta di creta riempita di prodotti delle terra cui si aggiungevano cioccolatini e caramelle. Gli adulti, bendati, dovevano rompere il recipiente; al termine si usava consumare una focaccia ripiena di verdura, cipolla e dei taralli con vino bianco. Nel Salento- conclude il Maestro Peppino Di Nunno - la pignata (cioè la pentolaccia) veniva appesa al soffitto e i bambini dovevano romperla per prendere i dolci. Ma ora è un problema a trovare la pignatta di terracotta!"
Da non dimenticare il proverbio dialettale. "U chéule de la pegnèta ròtte", il fondo della pignata, che resta dopo la rottura. E anche i guai della pignata li sapeva il cucchiaio, per dire che ognuno conosce i propri guai. "li uèje de la pegnète, li sèpe la cucchjère".
E racchiusi dentro alla pignatta finivano i pensieri della testa: "cundènde e cutelète, la chèpa vòste jìnde a la pignète". Ma i guai ci sono ancora, e dove li mettiamo?
Riproduzione@riservata
  • Roma
  • Dialetto
  • CanoSIamo
Altri contenuti a tema
Una moneta dedicata a Pietro Mennea Una moneta dedicata a Pietro Mennea Coniata in occasione dei prossimi Campionati di Atletica Leggera 2024 a Roma
Miglioramento dei livelli di sicurezza sulle strade italiane Miglioramento dei livelli di sicurezza sulle strade italiane Siglato il protocollo d’intesa tra Polizia di Stato e “Sapienza Università di Roma”
Antonio Tripiciano sul podio nazionale degli scacchi Antonio Tripiciano sul podio nazionale degli scacchi Ad Empoli è salito tre volte ai Campionati Italiani Blitz e Rapid
Papa Francesco celebra la prima Giornata mondiale dei bambini Papa Francesco celebra la prima Giornata mondiale dei bambini Una iniziativa con Coldiretti tra i sostenitori
Strategie per valorizzare la dieta mediterranea come stile di vita Strategie per valorizzare la dieta mediterranea come stile di vita L’Associazione Chef del Mediterraneo debutta al Senato della Repubblica
La mamma in quattro generazioni La mamma in quattro generazioni Tra proverbi in dialetto, italiano, latino e greco antico
Da presidente della Regione Puglia voglio difendere la mia regione da qualunque tipo di macchia Da presidente della Regione Puglia voglio difendere la mia regione da qualunque tipo di macchia La dichiarazione di Emiliano al termine dell'audizione in Commissione Parlamentare Antimafia a Roma  
Prevenzione e contrasto dei crimini informatici Prevenzione e contrasto dei crimini informatici Siglato accordo tra la Polizia di Stato e Bcc Banca Iccrea
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.