Emiliano
Emiliano
Amministrazioni ed Enti

L'acqua pugliese resta pubblica

Approvata la legge in consiglio regionale

La natura pubblica del bene acqua si rafforza con una gestione egualmente pubblica: la ultracentenaria storia sociale, economica e industriale legata alla gestione dell'acqua si conferma nel pieno controllo dei cittadini pugliesi attraverso la partecipazione, nel capitale di Acquedotto Pugliese, della Regione Puglia e di tutti i Comuni pugliesi. "Oggi è una grande giornata - ha dichiarato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano - perché il Consiglio regionale della Puglia ha approvato una legge che consentirà all'acqua pugliese di rimanere pubblica. Due volte pubblica. Innanzitutto perché l'acqua è di tutti. Noi pugliesi che l'andiamo a prendere dall'altra parte delle montagne, in parte la paghiamo ai nostri fratelli della Campania e della Basilicata, siamo ovviamente grati per questo dono. Pubblica perché distribuita da Acquedotto Pugliese che sarà alleato dei comuni di tutta la Puglia. Quindi acqua garantita a prezzi assolutamente bassi, tra i più bassi d'Italia, nonostante l'impiego dell'energia e degli impianti che servono per trasportarla qui in Puglia. Grazie a quei pugliesi straordinari che fondarono l'Acquedotto Pugliese oltre un secolo fa. Grazie al Consiglio regionale della Puglia per avere votato questa legge, e grazie soprattutto a tutti gli uomini e le donne dell'Acquedotto Pugliese che ci hanno aiutato a scrivere questa pagina di storia".

"Una tappa storica con cui proteggiamo una grande realtà industriale di livello europeo come Acquedotto Pugliese, il suo know how, gli investimenti che sta realizzando per rimodernare la rete idrica e fognaria più grande d'Europa e per tutelare il nostro mare potenziando i depuratori, il valore dell'acqua bene pubblico confermato da oltre 26 milioni di italiani nel referendum popolare del 2011.l", ha detto l'assessore regionale alla Risorse Idriche, Raffaele Piemontese, che ha guidato dai banchi del governo il denso dibattito che ha portato, stamattina, all'approvazione della legge regionale "Disposizioni per la gestione unitaria ed efficiente delle funzioni afferenti al Servizio Idrico Integrato". L'Autorità Idrica Pugliese, soggetto rappresentativo dei Comuni pugliesi per il governo pubblico dell'acqua, potrà affidare la gestione dei servizi idrici alla società pubblica AQP. La legge approvata oggi dal Consiglio regionale pugliese è stata definita "storica" in diversi momenti del dibattito.

L'assessore Piemontese, nell'esortare a completare il procedimento legislativo, ha richiamato la necessità di affrontare tempestivamente la situazione che si determinerà alla scadenza della concessione per legge della gestione del Servizio Idrico Integrato in capo ad Acquedotto Pugliese SpA, prevista per il 31 dicembre 2025 e ormai improcrastinabile. Una concessione che dura da oltre cento anni e rappresenta un unicum nel panorama quanto meno nazionale, legato evidentemente alla scarsità atavica della risorsa "acqua" che da sempre affligge i territori e la popolazione pugliese. In particolare, l'articolato normativo proposto pone l'importante e condiviso tema della necessità della cessione ai Comuni di una parte delle azioni di AQP, attualmente detenute al 100% dalla Regione Puglia, per predisporre le condizioni affinché l'AIP possa scegliere la soluzione migliore nell'esclusivo interesse dei cittadini pugliesi, compresa quella dell'affidamento a società in house partecipata, appunto, dagli enti locali, preservando la totale natura pubblica della gestione dei sevizi idrici.
  • Emiliano
  • Regione Puglia
  • AQP
Altri contenuti a tema
Europarlamento: L’elezione di Francesco Ventola consentirà di avere uno sguardo sempre sulla Puglia Europarlamento: L’elezione di Francesco Ventola consentirà di avere uno sguardo sempre sulla Puglia La nota del gruppo regionale pugliese di Fratelli d'Italia
Consiglio Regionale Puglia: “Respinto definitivamente il Trattamento di Fine Mandato” Consiglio Regionale Puglia: “Respinto definitivamente il Trattamento di Fine Mandato” Grande soddisfazione di Emiliano
Autonomia differenziata: La Regione Puglia dice "sì" al referendum abrogativo Autonomia differenziata: La Regione Puglia dice "sì" al referendum abrogativo La  dichiarazione del  presidente della Regione Puglia Michele Emiliano
Antonio Decaro, presidente della commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento Europeo Antonio Decaro, presidente della commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento Europeo Coldiretti Puglia: "Buon lavoro!"
Autonomia differenziata: "Emiliano double face, da un lato aizza il Consiglio regionale sul Referendum, dall’altro paga giuristi esterni per attuare la legge" Autonomia differenziata: "Emiliano double face, da un lato aizza il Consiglio regionale sul Referendum, dall’altro paga giuristi esterni per attuare la legge" La dichiarazione dell'eurodeputato Francesco Ventola di Fratelli d'Italia
La Regione Puglia tutela le differenze e contrasta le discriminazioni  La Regione Puglia tutela le differenze e contrasta le discriminazioni  Promulgata la legge regionale n. 24/2024
Il progetto “Cambiamo gioco insieme” al Giffoni Film Festival Il progetto “Cambiamo gioco insieme” al Giffoni Film Festival Saranno illustrati i numeri della campagna social
Il Fascicolo Sanitario Elettronico : La sfida ora è farlo diventare il compagno di lavoro virtuale di tutti i medici Il Fascicolo Sanitario Elettronico : La sfida ora è farlo diventare il compagno di lavoro virtuale di tutti i medici Emiliano al Convegno al castello svevo di Bari
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.