Presentazione Calendario Carabinieri 2024
Presentazione Calendario Carabinieri 2024
Eventi e cultura

I Carabinieri e le Comunità

Presentato il calendario storico dell’Arma dei Carabinieri 2024

Nella mattinata odierna, presso la sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Barletta Andria Trani, il comandante, Colonnello Massimiliano Galasso, ha presentato il calendario storico dell'Arma dei Carabinieri 2024 e il tema che ne ha ispirato le tavole, l'Agenda 2024, nonché il calendarietto da tavolo e il planning 2024. Le tavole artistiche del calendario 2024, che celebrano i 210 anni dell'Arma, sono state realizzate dal Gruppo Pininfarina e accompagnate dai testi di Massimo Gramellini, editorialista, scrittore e conduttore televisivo, arricchite da sempre più interessanti novità. Il Calendario Storico 2024 è dedicato al tema "I Carabinieri e le Comunità" e in particolare alla figura del Carabiniere come punto di riferimento della collettività. Una presenza costante accanto alla cittadinanza, da momenti storici per il nostro Paese – come il referendum tra Monarchia e Repubblica nel 1946 – a quelli della vita quotidiana – come la recente alluvione in Romagna. La vicinanza, la capacità di contatto e di ascolto, le tante attenzioni, piccole e grandi, ai bisogni delle persone, dalle città metropolitane fino ai borghi più remoti di provincia, con le quali i Carabinieri corrispondono alle istanze di rassicurazione sociale proprie di ogni comunità, sono il fil rouge che caratterizza da sempre l'operato dell'Arma e che ci accompagna attraverso i 12 racconti del Calendario 2024. L'opera è stata realizzata dallo studio di design Pininfarina con il contributo dell'editorialista Massimo Gramellini per la creazione dei testi.

Le storie, descritte dalla penna di Gramellini, narrano alcune delle gesta più eroiche – come il sacrificio consapevole compiuto a Fiesole – ed altre appartenenti alla vita di tutti i giorni - come il sostegno alle persone più fragili nella quotidianità o durante eventi straordinari come la pandemia da Covid19. Storie che il Comandante Generale definisce "così edificanti che sembrano inventate, e sono invece episodi reali" sottolineando come "i Carabinieri sono sempre presenti, attori protagonisti dei soccorsi dopo una calamità, della speranza dopo lo sconforto, dell'ordine dopo il caos, della giustizia dopo un torto. Il senso del dovere, da duecentodieci anni guida ideale di ogni intervento, è lo spirito che anima il nostro servizio".
Le 12 storie – eterogenee per epoca storica, ambientazione geografica e avvenimenti narrati – sono unite dalla capacità di ascolto e di vicinanza dell'Arma, "filo conduttore" che attraversa l'intera narrazione del Calendario: una banda rossa creata dalla matita di Pininfarina che parte dalla Fiamma – emblema dell'Arma dei Carabinieri - e avvolge l'intera opera attraverso uno dei segni distintivi più significativi e storici dell'uniforme dell'Arma, che caratterizza i pantaloni del Carabiniere. Una banda che, nell'immaginario delle italiane e degli italiani, è diventata simbolo di una forza amica, sempre presente nei momenti e nei luoghi delle nostre vite. Le illustrazioni che compongono le 12 tavole sono disegnate a matita, tratto che contraddistingue la fase creativa delle opere di Pininfarina - dalle auto sportive ai progetti di architettura - e che valorizza e porta alla luce l'arte presente nell'operato quotidiano dei Carabinieri, come evidenziato dal Comandante Generale "non è immediato pensarci, eppure c'è un'analogia evidente, fra le gesta compiute da persone in divisa, e il talento di chi le descrive o le illustra. Anche ad un carabiniere, in fondo, si richiede ciò che fanno gli artisti: aggiungere bellezza".

Notevole l'interesse per un prodotto da collezione,, giunto a una tiratura di 1 milione e 200mila copie, di cui oltre 16mila in altre otto lingue. Questa è la 91esima edizione. L'iniziativa editoriale è stata promossa su tutto il territorio nazionale dopo la presentazione ufficiale, avvenuta presso l'Auditorium Parco della Musica di Roma, curata dal Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d'Armata Teo Luzi.
  • carabinieri
Altri contenuti a tema
Don Saverio Memeo, è il neo Assistente Spirituale dell'Associazione Nazionale Carabinieri Don Saverio Memeo, è il neo Assistente Spirituale dell'Associazione Nazionale Carabinieri I ringraziamenti del presidente, Luogotenente C.S. Michele Caputo
A scuola di legalità A scuola di legalità I Carabinieri del Provinciale di Barletta  Andria Trani incontrano gli studenti
Continua la caccia all’evaso Continua la caccia all’evaso Intensificata la presenza dei militari dell’Arma dei Carabinieri
Catturato uno degli evasi dal carcere di Trani Catturato uno degli evasi dal carcere di Trani Situazione critica, ci sono pochi agenti a controllare molti detenuti
La piaga senza fine dei furti di auto: 11 veicoli rubati  in una notte La piaga senza fine dei furti di auto: 11 veicoli rubati in una notte A Spinazzola, all'interno di un'autofficina
Finto “maresciallo dei carabinieri”, figura scelta dai truffatori per raggirare anziani Finto “maresciallo dei carabinieri”, figura scelta dai truffatori per raggirare anziani I consigli dell'Arma dei Carabinieri
Il fenomeno del Gaslighting:  Un piano di prevenzione e contrasto  attuato dall’Arma dei Carabinieri Il fenomeno del Gaslighting: Un piano di prevenzione e contrasto attuato dall’Arma dei Carabinieri E' attiva l'utenza telefonica 1522
I Carabinieri ricordano  la memoria della tragedia degli  italiani e di tutte le vittime delle foibe I Carabinieri ricordano la memoria della tragedia degli  italiani e di tutte le vittime delle foibe Bandiere d'Italia e di Europa a mezz'asta nella sede del Comando Provinciale di Barletta Andria Trani
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.