Coldiretti  Giornata del Ringraziamento
Coldiretti Giornata del Ringraziamento
Territorio

Coldiretti Puglia: Le battaglie 2023 contro derive alimentari e follie a tavola

Celebrata la Giornata del Ringraziamento n chiusura del bilancio di un anno di lavoro nelle campagne

Oltre al clima che ha tagliato i raccolti, mettendo a rischio gli alimenti alla base della dieta mediterranea e alla Xylella che ha minato il patrimonio olivicolo salentino, sono tante le minacce all'agricoltura per le derive alimentari e le follie a tavola contro cui Coldiretti ha dato battaglia. È quanto afferma Coldiretti Puglia, in occasione della Giornata del Ringraziamento organizzata da Coldiretti Lecce presso la Basilica Santuario Maria Santissima della Coltura a Parabita, la tradizionale ricorrenza che dal 1951 viene promossa dalla Coldiretti in tutta Italia in questo periodo, in chiusura del bilancio di un anno di lavoro nelle campagne. Dall'arrivo delle prime richieste di autorizzazione alla messa in commercio di carne, pesce e latte sintetici alla minaccia delle etichette allarmistiche sul vino, dal semaforo ingannevole del Nutriscore che boccia le eccellenze Made in Italy agli attacchi alla produzione di carne, salumi e vino fino alla difesa delle denominazioni più tipiche con l'attesa sentenza sul Prosek, una palese imitazione del Prosecco che è il vino più venduto a livello mondiale, sono alcune delle battaglie che nel 2023 attendono il cibo ed i vini Made in Itay nell'Unione Europea, con la Coldiretti impegnato in prima linea contro ogni deriva alimentare.

Nel 2023 potrebbero essere già presentate le prime richieste di via libera all'arrivo sulle tavole in Europa per la carne prodotta in laboratorio come novel food dopo il via libera della Fda negli Stati Uniti. Si tratta di una minaccia letale per l'agricoltura italiana, la salute dei consumatori e la biodiversità del pianeta contro la quale sono state già raccolte quasi 400mila firme nella mobilitazione della Coldiretti per promuovere la legge che vieti la produzione, l'uso e la commercializzazione in Italia del cibo sintetico. Una contrarietà trasversale come dimostrano le firme raccolte nell'ambito dell'iniziativa di Coldiretti, Campagna Amica, World Farmers Markets Coalition, World Farmers Organization, Farm Europe e Filiera Italia. Insieme al premier Giorgia Meloni e al Ministro dell'Agricoltura e della Sovranità alimentare hanno firmato Ministri e Sottosegretari, Parlamentari nazionali ed europei, Sindaci, personalità della cultura dello sport e dello spettacolo, rappresentanti istituzionali di Regioni e Province, imprenditori e numerosi Vescovi. La verità – denuncia Coldiretti – è che non si tratta di carne ma di un prodotto sintetico e ingegnerizzato, che non salva l'ambiente perché consuma più acqua ed energia di molti allevamenti tradizionali, non aiuta la salute perché non c'è garanzia che i prodotti chimici usati siano sicuri per il consumo alimentare e, inoltre, non è accessibile a tutti poiché è nelle mani di grandi multinazionali.

Uno scenario difficile sul quale pesa la crisi energetica con più di una azienda agricola su dieci (13%) a rischio di chiusura secondo il Crea. Il settore ha infatti affrontato rincari determinati dall'energia che vanno dal +170% dei concimi al +129% per il gasolio nelle campagne mentre il vetro costa oltre il 30% in più rispetto allo scorso anno, ma si registra anche un incremento del 35% per le etichette, del 45% per il cartone, del 60% per i barattoli di banda stagnata, fino ad arrivare al 70% per la plastica, secondo l'analisi Coldiretti. La riduzione dei raccolti nazionali non comporta solo danni economici per gli agricoltori ma anche il rischio per i consumatori che prodotti di importazione siano spacciati per italiani finiscano nel carrello. La Coldiretti raccomanda attenzione alle etichette con l'origine dei prodotti, consiglia gli acquisti diretti dagli agricoltori e chiede alle istituzioni preposte di incrementare i controlli per prevenire eventuali frodi.
  • Coldiretti
  • Coldiretti Puglia
Altri contenuti a tema
I piccoli agricoltori sono lo zoccolo duro dell’agricoltura pugliese I piccoli agricoltori sono lo zoccolo duro dell’agricoltura pugliese Si celebra la Giornata Internazionale della lotta contadina
Vinitaly: Raddoppiati i vigneti biologici in Puglia Vinitaly: Raddoppiati i vigneti biologici in Puglia È quanto afferma Coldiretti Puglia, con l'analisi sulla base dei dati Sinab
L’enoturismo esperienziale dal pilates tra i vigneti all’astrotasting L’enoturismo esperienziale dal pilates tra i vigneti all’astrotasting L'identikit delle preferenze tracciato dall'indagine Coldiretti/Ixe' sul fenomeno
Siccità: verdure in pieno campo sono in stress idrico Siccità: verdure in pieno campo sono in stress idrico Temperature al di sopra delle medie stagionali
La pasta made in Italy conquista anche lo spazio La pasta made in Italy conquista anche lo spazio Il 12 aprile si celebra la Giornata Internazionale dei viaggi dell’uomo nello spazio
Puglia: Le fattorie didattiche  per bio pittori e baby chef Puglia: Le fattorie didattiche per bio pittori e baby chef Integrano l’offerta di servizi educativi per l’infanzia a contatto con la natura
Al via le modifiche del Piano anti Xylella Al via le modifiche del Piano anti Xylella Settore olivicolo osservato speciale di CAI Consorzi Agrari d’Italia con investimenti per nuovi impianti nel piano strategico  
Canosa: Riconosciuto lo stato di calamità per danni da peronospora su uva Canosa: Riconosciuto lo stato di calamità per danni da peronospora su uva Il 2023 un anno da dimenticare per la vendemmia
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.