Bari  206° Anniversario di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri
Bari 206° Anniversario di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri
Cronaca

Carabinieri: Celebrato il  206° Anniversario di Fondazione dell’Arma

La sua opera nella lotta alla criminalità comune e organizzata, al terrorismo e all’eversione per la tutela della legalità

Elezioni Regionali 2020
In occasione del 206° Anniversario di Fondazione dell'Arma dei Carabinieri il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale C.A. Giovanni Nistri, il seguente messaggio: «L'Arma dei Carabinieri, in questo periodo particolarmente difficile, è all'opera, unitamente alle altre amministrazioni pubbliche, per proteggere la salute degli italiani, bene messo a dura prova dalla diffusione di un'epidemia virale sconosciuta. La presenza dei Carabinieri in tutto il territorio e la loro tradizionale vocazione di vicinanza alle necessità della popolazione hanno visto l'Arma impegnata nelle più diverse attività, consegnando generi alimentari alle persone in difficoltà, trasportando medicinali e bombole di ossigeno, rendendosi disponibile in ogni modo per risolvere anche ordinarie necessità quotidiane divenute improvvisamente inaccessibili come l'assistenza agli anziani a domicilio fortemente limitati negli spostamenti».

«Una dedizione
- continua il Capo dello Stato - che ha confermato quel rapporto di naturale relazione e fiducia con la gente, garantendo la prossimità rassicurante dello Stato, solidarietà e concreta assistenza. L'elevato numero di Carabinieri contagiati e quello dei caduti rappresenta la testimonianza più diretta dello spirito di sacrificio delle donne e degli uomini dell'Arma in favore delle comunità ad essi affidate. A essi, così come a coloro che in ogni tempo hanno donato la vita alla Patria e ai loro familiari, che sostengono il sacrificio più grande, esprimo la più affettuosa vicinanza e la riconoscenza della Repubblica. Nel contesto reso più difficile e insidioso dalla pandemia, l'Arma dei Carabinieri ha proseguito la sua opera nella lotta alla criminalità comune e organizzata, al terrorismo e all'eversione per la tutela della legalità, dei diritti dei cittadini, nel mantenimento della sicurezza e a difesa di fondamentali interessi pubblici costituzionalmente garantiti in settori come quelli della salvaguardia ambientale, delle risorse forestali, agroalimentari e dei beni culturali».

«Esprimo la gratitudine del Paese ai militari impiegati fuori dai nostri confini per la sempre riconosciuta e apprezzata competenza, affidabilità, ammirevole abnegazione e umanità nel lavoro svolto nelle missioni internazionali di sostegno alla pace in un quadro complessivo di promozione della stabilità. In questa giornata che celebra il 206° anniversario della fondazione, rivolgo un deferente omaggio alla Bandiera di Guerra dell'Arma, simbolo del valore espresso da generazioni e testimone dell'immutato impegno dei Carabinieri, vivificato di atti di eroismo e di innumerevoli, piccole e grandi meritorie azioni quotidiane.-
Il Presidente Mattarella conclude - Alle donne e agli uomini dell'Arma, alle loro famiglie e ai Carabinieri in congedo vada l'augurio più fervido del popolo italiano. Viva l'Arma dei Carabinieri, viva le Forze Armate, viva la Repubblica!».

A Bari presso la Caserma "Chiaffredo Bergia", sede del Comando della Legione Carabinieri "Puglia", si è svolta ieri mattina, in forma ridotta per le note prescrizioni legate all'emergenza epidemica in atto, la cerimonia commemorativa per la ricorrenza dell'annuario della fondazione dell'Arma dei Carabinieri che festeggia 206 anni di storia. Nel corso della cerimonia è stata deposta una corona ai Caduti da parte del Prefetto di Bari, dottoressa Antonella Bellomo e del Comandante della Legione Carabinieri Puglia, generale di Brigata Alfonso Manzo. Nella circostanza sono stati consegnati alcuni riconoscimenti a 10 militari distintisi in delicate operazioni di servizio e sono stati premiati anche 2 Comandanti di Stazione che si sono fatti apprezzare nel compimento della loro quotidiana attività istituzionale.

Il Prefetto di Bari ha consegnato la Medaglia d'Argento al Valore Civile al Carabiniere Pasquale Casertano che, il 13 aprile 2019, in Cagnano Varano (FG), è stato ferito da un pregiudicato con diversi colpi di pistola che attingevano mortalmente il Maresciallo Maggiore Vincenzo Di Gennaro con il quale era di servizio. Già 48 ore prima, infatti, nell'ambito delle Celebrazioni del 206° Annuale di Fondazione dell'Arma dei Carabinieri, il Generale di Corpo d'Armata Giovanni Nistri, Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, a Bari, ha consegnato la Medaglia d'oro al Valor Civile "alla memoria" al Sig. Luigi De Gennaro, papà del Maresciallo Maggiore Vincenzo Carlo De Gennaro. La prestigiosa onorificenza è stata consegnata nel corso di una cerimonia alla quale hanno preso parte anche il Prefetto di Bari, il Comandante Interregionale Carabinieri "Ogaden" di Napoli, il Comandante della Legione Carabinieri Puglia e il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Foggia. Nella circostanza, alla presenza della sorella Lucia e di Stefania Gualano, compagna del compianto Ispettore, è stata anche intitolata al militare la Sala Conferenze del Comando Legione Carabinieri Puglia. Ieri sono stati premiati anche i Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia che sono riusciti ad individuare e catturare uno dei responsabili del quadruplice omicidio avvenuto in San Marco in Lamis nel 2017.

Per ciò che attiene all'andamento delle delittuosità in provincia, il periodo appena passato ha fatto registrare, rispetto al primo quadrimestre dello scorso anno, una complessiva diminuzione dei delitti in genere (-31%). In particolare, i furti di auto sono diminuiti del -35%, e quelli in abitazione del -51% e le rapine -32%. Questa diminuzione è legata anche al fatto che ogni movimento di persone era considerato straordinario e pertanto quasi tutti coloro che venivano trovati al di fuori delle abitazioni venivano controllati, soprattutto in orario notturno. Le prescrizioni imposte a livello nazionale sulla libertà dei movimenti hanno quindi impedito anche ai malintenzionati di muoversi liberamente. Durante questo periodo di crisi, inoltre, numerose sono state le iniziative che l'Arma dei Carabinieri ha condotto in favore della popolazione. I carabinieri hanno distribuito a diversi studenti i tablet resi disponibili dalle Scuole e necessari per effettuare le lezioni a distanza. Le Stazioni dei Carabinieri hanno anche partecipato alle numerose iniziative di solidarietà avviate a livello locale dalle varie comunità in favore delle famiglie più bisognose, contribuendo nella raccolta di beni di prima necessità. ​Di seguito, la tabella riepilogativa dell'andamento della delittuosità per le province di Bari e Barletta Andria Trani
20182019Trend1° quadr.
2019
1° quadr.
2020
Trend
Totale delitti consumati5161046371-10,15%1572010820-31,17%
Lesioni14821378-7,02%428266-37,85%
Totale furti2832223638-16,54%80785120-36,62%
di cuidi autovetture77436844-11,61%25201631-35,28%
in abitazione36072677-25,78%995481-51,66%
Estorsioni275221-19,64%6449-23,44%
Rapine694449-35,30%159107-32,7%
Altri1657616244-2%54034236-21,6%
ARRESTIFlagranza13971001-28,34%329320-2,73%
O.C.C11911117-6,21%318272-14,46%
Totale25882118-18,16%647592-8,5%

Inoltre, il 6 aprile 2020 è stata stipulata una convenzione tra l'Arma dei Carabinieri e Poste Italiane. L'accordo durerà per tutta l'emergenza Covid-19 e riguarda il ritiro delle pensioni per i soli cittadini ultrasettantacinquenni che riscuotono la pensione in contanti, non titolari di libretto o conto corrente postale, che non abbiano già delegato altro soggetto alla riscossione e che non abbiano familiari conviventi o dimoranti nelle vicinanze della propria abitazione in grado di garantire il prelievo. Nei mesi di aprile e maggio 2020, i Comandanti delle Stazioni Carabinieri di Bari e Barletta Andria Trani hanno ritirato e consegnato la pensione per conto di 49 anziani. Tutti gli anziani che lo desiderano e che riuniscono i requisiti possono contattare il Comando Stazione Carabinieri e il Comandante sarà a loro disposizione per concordare il ritiro della pensione. Si tratta di un servizio che i Carabinieri effettuano su richiesta dell'interessato e pertanto qualora qualcuno dovesse offrirsi per fare ciò occorrerà contattare immediatamente il nr di telefono 112, segnalando l'anomalia.
  • carabinieri
  • Presidente della Repubblica Sergio Mattarella
Altri contenuti a tema
Arrestato un canosino per propaganda Isis Arrestato un canosino per propaganda Isis Durante l’emergenza pandemica: “Covid è una cosa di Allah”
Prevenzione e repressione del gioco illegale Prevenzione e repressione del gioco illegale Firmato  il regolamento operativo
Canosa: tre arresti effettuati dai Carabinieri Canosa: tre arresti effettuati dai Carabinieri Due per spaccio di sostanze stupefacenti ed una per detenzione di artifizi esplosivi
Canosa: si incendia un autovettura Canosa: si incendia un autovettura Transito bloccato in Via Corsica
Canosa: un uomo preso a pugni tra la gente Canosa: un uomo preso a pugni tra la gente Ignoti i motivi dell’aggressione,indagano i Carabinieri
Alla Pro Loco Canosa, "vivo apprezzamento" dal Presidente Mattarella Alla Pro Loco Canosa, "vivo apprezzamento" dal Presidente Mattarella Soddisfazione da parte del Presidente Elia Marro e del maestro Peppino di Nunno
Auto rubate recuperate dai Carabinieri di Andria Auto rubate recuperate dai Carabinieri di Andria Un lungo inseguimento sulla ex sp 231 direzione Canosa
Coronavirus: servizi anti assembramento e movida Coronavirus: servizi anti assembramento e movida Sul territorio i militari del Comando Provinciale Carabinieri di Bari
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.