Carabinieri
Carabinieri
Cronaca

Arrestato canosino per spari con arma clandestina

A Bisceglie, aveva preso parte ad una rissa con altri giovani

E' un giovane originario di Canosa di Puglia (BT), con pregiudizi di polizia, che nella mattinata di domenica 9 agosto scorso , dopo aver preso parte ad una rissa con altri giovani in corso d'identificazione, si è reso responsabile dell'esplosione di 4 colpi d'arma da fuoco, calibro .380 (9mm corto), fuori dal locale ove si stava intrattenendo. Dalla ricostruzione effettuata, il giovane 20enne prima ha sparato in aria in direzione del mare e, subito dopo, si è disfatto della pistola gettandola in mare. Il gesto, verosimilmente riconducibile alla dimostrazione del possesso di un arma da fuoco nei confronti degli altri partecipanti alla rissa, è quindi stato visto da numerosi avventori e lavoratori del locale ubicato sul lungomare Paternostro e, appena occorso, è stato immediato l'intervento dei Carabinieri che si trovavano proprio nelle vicinanze.

Questi ultimi hanno quindi fermato il giovane su indicazione delle primissime informazioni fornite loro da persone che avevano assistito alla scena e, subito dopo, sul posto sono giunti altri militari per proseguire le attività d'indagine che sono state svolte anche da personale della Sezione Investigazioni Scientifiche del comando Provinciale Carabinieri di Bari, giunto sul posto, nonché con l'effettuazione di perquisizioni personali, veicolari e domiciliari operate dai militari della Compagnia di Trani. Alle prime luci dell'alba sono giunti nel luogo dell'evento anche gli addetti del servizio Subacqueo del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Bari che, dopo aver ricevuto dettagliate indicazioni sulla dinamica da parte dei militari, con grande perizia e rapidità, sono riusciti a trovare la pistola utilizzata. L'arma, una pistola "scacciacani" modificata per lo sparo di ogive, era adagiata su alcuni scogli ad una profondità di circa 2 metri e ad una distanza di 15 metri dalla scogliera. Il giovane (20enne) è stato quindi dichiarato in stato di arresto e, come disposto dalla Procura della Repubblica di Trani, è stato tradotto presso la casa circondariale di Trani.
  • carabinieri
Altri contenuti a tema
Il Generale di Brigata Stefano Spagnol al Comando della Legione Carabinieri “Puglia" Il Generale di Brigata Stefano Spagnol al Comando della Legione Carabinieri “Puglia" A Bari, la cerimonia di avvicendamento
Rubano 4 quintali di mandorle: 2 arresti Rubano 4 quintali di mandorle: 2 arresti Colti in flagranza dai Carabinieri
Scoperta piantagione di marijuana in un vigneto abbandonato Scoperta piantagione di marijuana in un vigneto abbandonato Arrestato un 49enne dai Carabinieri a Trinitapoli
Chiusura al pubblico per la Baia delle Sirene Chiusura al pubblico per la Baia delle Sirene Dopo la rissa di domenica, il Questore di Bari ha disposto il provvedimento di sospensione della licenza al titolare del locale
Sicuri per la tua Sicurezza Sicuri per la tua Sicurezza La Fondazione ANIA metterà a disposizione 35mila test sierologici per i Carabinieri
Biciclette elettriche modificate: sequestrate dai Carabinieri Biciclette elettriche modificate: sequestrate dai Carabinieri Controlli straordinari disposti in sede di Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia
Estate 2020: i consigli per chi si mette in viaggio Estate 2020: i consigli per chi si mette in viaggio Il Piano dei servizi di Viabilità Italia
Scoperta piantagione di cannabis sul fiume Ofanto Scoperta piantagione di cannabis sul fiume Ofanto Estirpata e sequestrata dai Carabinieri
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.