Discarica Tufarelle
Discarica Tufarelle

Discarica Tufarelle: c’è un silenzio assordante!

La nota di Mario Riccardo Limitone, Presidente ITALIA NOSTRA ONLUS Sezione di Canosa

Il 19 luglio prossimo si terrà la quarta riunione della Conferenza di Servizi sulla discarica Bleu, ora Dupont in agro di Minervino Murge(BT) al confine con il territorio del Comune di Canosa di Puglia . La Conferenza di Servizi è stata indetta dopo la Sentenza pubblicata il 9 febbraio scorso del Consiglio di Stato con la quale l'Autorizzazione rilasciata nell'agosto del 2017 dalla Provincia di BAT veniva bocciata perché il procedimento istruttorio era carente di contradditorio tra le varie parti in causa. Nella immediatezza della notizia il Sindaco parlò di "Sentenza storica" e sui social, preso dall'euforia disse che "il pallone glielo abbiamo bucato". Noi fummo tra quelli che dicevamo che la Sentenza era un episodio favorevole di una guerra lunga , il cui esito non era scontato. La Provincia di BAT ha attivato il nuovo procedimento, cristallizzando la situazione ad una data precedente all'agosto 2017, quando fu rilasciata l''Autorizzazione poi bocciata dal Consiglio di Stato, quando la discarica non era entrata ancora in funzione, mentre nel frattempo erano già stati depositati circa 200 mila metri cubi di rifiuti. La Provincia di BAT convocò la prima riunione il 21 aprile, successivamente sono state convocate altre riunioni il 26 maggio, il 18 giugno, l'8 luglio differita a lunedì 19 luglio 2021.

Immediatamente prima della riunione del 21 aprile chiedemmo al Sindaco di portare l'argomento al Consiglio Comunale in modo che i Consiglieri fossero informati e potessero decidere in proposito, visto che i precedenti Sindaci Ventola e La Salvia , alla vigilia delle Conferenze di Servizi convocate su progetti riguardanti Tufarelle portavano in Consiglio l'argomento . Il Consiglio Comunale si pronunciava con una Delibera che veniva esibita in sede di Conferenza di Servizi come espressione politica , oltre che tecnica, della posizione del Comune di Canosa. Prassi che con questa Amministrazione NON E' STATA MAI MESSA IN ATTO, tanto che in sede di espressione del parere CONTRARIO del Comune si è fatto riferimento nella seduta del 21 aprile all'atto formale costituito dalla Delibera di Consiglio Comunale n. 19 del 17 marzo 2017, cioè dal Sindaco La Salvia e da un Consiglio Comunale diverso dall'attuale! I Consiglieri dell'attuale Consiglio Comunale non si sono mai pronunciati su questo argomento! Nell'intervallo di tempo che va dal 21 aprile al 19 luglio si sono tenuti cinque Consigli Comunali che ha esaminato 26 provvedimenti, ma l'argomento discarica di Tufarelle non è stato ritenuto meritevole di essere sottoposto all'esame del Consiglio! Quando poi a "metterci la faccia" neanche a parlarne! Sindaco Morra "metterci la faccia" in queste riunioni ha un significato politico, significa ribadire di fronte a quegli Enti il diniego di un'intera comunità alla prosecuzione dello scempio!

Al contrario la Sindaca di Minervino la faccia ce la mette eccome!. Nella seduta del 18 giugno la Sindaca di Minervino era accompagnata dall'avvocato Paccione che in quella seduta ha depositato un ATTO OPPOSITIVO in cui parla di una discarica "oggi giuridicamente qualificabile in termini di " discarica abusiva" " e parla di "un'inammissibile sanatoria per mano pubblica , con effetti retroattivi" e conclude affermando che "La delicatezza giuridica della materia trattata e l'eventuale sussistenza di profili penalmente rilevanti in materia ambientale inducono il Comune di Minervino Murge a richiedere al Presidente della Conferenza di Servizi la trasmissione della presente dichiarazione oppositiva, in uno all'intero fascicolo istruttorio, alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani." Dopo il deposito di questo ATTO OPPOSITIVO la seduta è stata aggiornata, è stata fissata per l' 8 luglio e ulteriormente aggiornata al 19 luglio.

Sindaco Morra, non ritiene che il Comune di Canosa debba associarsi all'ATTO OPPOSITIVO depositato dal Comune di Minervino Murge con il quale si chiede la trasmissione degli atti alla Procura? Perché il Comune di Canosa è silente su questo argomento? Perché resta inerte? Colpisce anche il silenzio assordante dell'opposizione su questo argomento, Tufarelle è argomento buono per le campagne elettorali. Stupisce il silenzio di un consigliere esperto e competente come Francesco Ventola. Siamo stati in passato su sponde opposte per quanto riguarda le problematiche di Tufarelle, ma dobbiamo dargli atto che sempre su queste problematiche ha permesso che fosse il Consiglio Comunale a pronunciarsi con un atto formale. Della cosiddetta opposizione (?) di centro sinistra non è neanche il caso di parlarne, uno spaesato viaggiatore capitato lì per caso. Sindaco Morra, le parole se non sono seguite dai fatti non valgono niente. Il pallone è di nuovo in campo e lei si rifiuta di giocare!
Mario Riccardo Limitone - Presidente ITALIA NOSTRA ONLUS Sezione di Canosa
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.