Radio d'epoca

Un gioiello venuto dal Sud... Il Grammofono!

Prodotto in Inghilterra nel 1908 da The Gramophone & Type Writer

UN GIOIELLO VENUTO DAL SUD….(ANDRIA)

Il un grammofono!
Ha la base in legno intarsiato di colore marrone scuro, con forma parallelepipeda, base quadrata (335x335)mm e altezza 175mm. Prodotto in Inghilterra nel 1908 da THE GRAMOPHONE & TYPE WRITER con sede in 21City Road – Finsbury Square London; altre sedi in Austria – Germania – Belgio – Francia – Russia. Ha braccio girevole per un arco di 260° circa; ad una estremità è infulcrato il pick-up, sollevabile; la capsula, modello EXHIBITION, è di costruzione statunitense. Il braccio è cavo e convoglia le vibrazioni, captate dalla puntina in acciaio ed amplificate da una membrana, verso un tunnel che sfocia all'imboccatura della tromba che fa da cassa armonica e, quindi, da primordiale amplificatore.

La meccanica è composta da un motore con doppia molla in acciaio, ruote dentate di trasmissione moto, anch'esse in acciaio, da un pignone solidale con l'albero sul quale si innesta il piatto-disco che è ricoperto da un panno in velluto colore amaranto.

La velocità è regolata da un meccanismo costituito da 3 semisfere che, ruotando, per via della velocità centrifuga, comandano una frizione che agisce indirettamente sul piatto-disco facendolo rallentare quando tende ad aumentare il numero dei giri oppure lasciandolo libero quando la velocità è quella richiesta; nella parte superiore della base è allocata una manopola solidale ad un indicatore a freccia che scorre su un supporto graduato (da 50 a 85) il quale prestabilisce la velocità di rotazione; quella standard è di 78 giri al minuto. In un altro angolo della parte superiore della base vi è un pistoncino che blocca il piatto-disco durante la fase di carica delle molle del motore. La carica delle molle avviene per il tramite di una manovella: ho calcolato che per ottenere la giusta velocità occorre farle compiere circa 50 giri alla manovella e, nel corso della audizione, è necessario farle compiere ulteriori giri altrimenti la velocità si riduce notevolmente a scapito della qualità del suono di per se già critica.

La tromba è in ottone; è lunga circa 900mm ed ha il massimo diametro di circa 400mm; essa è innestata all'esterno del braccio porta pick-up ove è presente una staffa con vite che serve ad evitare che si sfili; può essere orientata orizzontalmente in modo che il suono venga diffuso in direzione dell'ascoltatore o del gruppo di ascolto; la sua superficie e liscia, priva di qualsiasi lavorazione artistica/artigianale.

L'apparecchio, appartenente agli amici Porzia e Mimmo di Andria, è carico di fascino ammaliante ed ha la grande capacità di accompagnare chi l'osserva e ne usufruisce delle sue prerogative verso il secolo scorso disegnando un mondo fatto di dame e signori in panciolle in un'atmosfera post-boheme, all'ascolto della voce del grande Enrico Caruso, uno dei primi ad incidere canzoni su dischi a 78 giri.

Michele Balzano
Radio D'epoca - Il GrammofonoRadio D'epoca - Il GrammofonoRadio D'epoca - Il GrammofonoRadio D'epoca - Il GrammofonoRadio D'epoca - Il GrammofonoRadio D'epoca - Il GrammofonoRadio D'epoca - Il GrammofonoRadio D'epoca - Il Grammofono
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.