Icona San Sabino
Icona San Sabino
Storia e dintorni

Tutto pronto per la traslazione delle spoglie del patrono San Sabino

A Canosa, il Corteo storico di rievocazione

Ultimi dettagli sulla V Edizione della "Translatio Corporis Sancti Savini" che si terrà mercoledì 31 luglio, a Canosa di Puglia(BT) partire dalle ore 20,00 da via San Pietro e arrivo in Cattedrale San Sabino alle ore 22,00 circa. Il Corteo storico di rievocazione pensato ed organizzato da Don Felice Bacco, vedrà la partecipazione dei Timpani "Gruppo Figuranti di San Nicola" di Bari con il coinvolgimento degli studenti del Liceo Statale "E. Fermi" di Canosa di Puglia, diretto dalla professoressa Nunzia Silvestri, che saranno coordinati dalla professoressa Nunzia Lansisera e degli alunni dell'I. C. Foscolo-De Muro Lomanto di Canosa di Puglia presieduto dalla dirigente dottoressa Nadia Giovanna Landolfi,mentre i costumi sono a cura della professoressa Elena Di Ruvo.

Nell'anno 800, ebbe luogo un evento importante per la città di Canosa: la traslazione delle spoglie del patrono San Sabino dal complesso abaziale di San Pietro, dove vennero rinvenute, alla chiesa di Santa Maria Madre di Dio, ossia l'attuale Cattedrale dedicata al vescovo Sabino nel 1102 da Papa Pasquale II. Il vescovo Sabino all'età di 105 anni predisse tutto quello che sarebbe toccato al suo popolo. Mentre la città subiva la dominazione longobarda e a Benevento regnava il duca Romoaldo, si narra che uno spagnolo, tale Gregorio, abbia chiesto a S. Sabino la guarigione per una malattia, e che il Santo, apparsogli in sogno, gli abbia suggerito di chiedere a Teodora, duchessa di Benevento, di rintracciare il suo sepolcro e di erigervi sopra una chiesa. Ella così rintracciò la tomba del Santo, si impadronì dei tesori e, senza alcun pudore, cercò di fuggire a Benevento, ma cadde da cavallo e capì che stava sbagliando. Così decise di tornare indietro per edificare una Cappella nei pressi della Basilica di San Pietro dove fu innalzato un altare di bianco marmo. Più tardi il Vescovo Pietro fu costretto a spostare la sede della Cattedrale dalla Chiesa di S. Pietro a quella di Santa Maria Madre di Dio, l'attuale cattedrale. Il 1 agosto dell'anno 800, i resti di San Sabino furono collocati in una cassa d' oro e d' argento sotto l'altare dedicato ai beatissimi santi martiri Giovanni e Paolo. La cassa fu calata in una fossa profondissima e ricoperta da un gran numero di pietre e sassi, in modo che non si potesse più estrarre, per evitarne il furto. Oltre ad essere "restauratore di chiese", il nostro Santo Patrono fece erigere, anche con l'ausilio di San Benedetto, la badia di San Quirico. Ubicata nell'omonima piazza, tale abbazia è dedicata ad un martire-bambino, Quirico, del quale possediamo una moderna scultura che lo vede in braccio alla madre Giulitta all'interno di una nicchia che valorizza la medesima piazza.
Corteo Storico:Traslazione del Corpo di S.SabinoCorteo Storico:Traslazione del Corpo di S.SabinoCorteo Storico:Traslazione del Corpo di S.SabinoCorteo Storico:Traslazione del Corpo di S.SabinoCorteo Storico:Traslazione del Corpo di S.SabinoCorteo Storico:Traslazione del Corpo di S.SabinoCorteo Storico:Traslazione del Corpo di S.SabinoCorteo Storico:Traslazione del Corpo di S.Sabino2018 Corteo Storico  Traslazione del corpo di San Sabino2018 Corteo Storico  Traslazione del corpo di San Sabino2018 Corteo Storico  Traslazione del corpo di San Sabino2018 Corteo Storico  Traslazione del corpo di San Sabino
  • San Sabino
Altri contenuti a tema
San Sabino  “Uomo di Dio” San Sabino “Uomo di Dio” Si celebra la Festa Patronale
Memoria della inaugurazione del busto di San Sabino Memoria della inaugurazione del busto di San Sabino Ha avuto inizio la Novena
A scuola di archeologia A scuola di archeologia Michela Cianti e Sandro Sardella in veste di docenti esperti
I costumi della traslazione di San Sabino I costumi della traslazione di San Sabino Le professoresse Di Ruvo, Carella e  Lansisera  all'UTE per parlarne
I Santi in dialetto I Santi in dialetto Proverbi dei nonni
Passata in cielo la nonna di Canosa Passata in cielo la nonna di Canosa Si è spenta a 106 anni Lucia Fiore
Festa di San Sabino a Torino Festa di San Sabino a Torino Il programma delle celebrazioni
San Sabino:il santissimo Vescovo, degno di ogni gloria San Sabino:il santissimo Vescovo, degno di ogni gloria Venerazione solenne a Barletta e a Bari
© 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.