Rifiuti
Rifiuti
Vita di città

Rimozione dei rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche.

Approvato all'unanimità il progetto

La Giunta comunale ha approvato all'unanimità il progetto di "Rimozione dei rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche", predisposto dall'Ufficio tecnico comunale, per candidarlo al Bando regionale rivolto ai Comuni per la rimozione e smaltimento di rifiuti illecitamente abbandonati su aree pubbliche. Ad annunciarlo è l'assessore all'Ambiente,Leonardo Piscitelli. Il bando è stato approvato con Determinazione Dirigenziale del Servizio Ciclo dei Rifiuti e Bonifica della Regione Puglia n. 41 del 30/01/2015. Per la realizzazione del suddetto progetto, è stata preventivata, infatti, una spesa complessiva di 65mila euro da destinare alla rimozione e smaltimento dei rifiuti, anche in amianto, illecitamente abbandonati in aree pubbliche. La stima totale di rifiuti presenti è pari a 591,20 tonnellate mentre la stima totale di superficie interessata è di 1620 metri quadrati.

Per l'intervento da candidare, il Comune ha richiesto un contributo pari a 50mila euro: il 30% di tale contributo ammonta a 15mila euro, e rappresenta la quota di cofinanziamento comunale. "Il prospetto prevede interventi su tutta l'area comunale – spiega l'assessore Leonardo Piscitelli - . In riferimento alla stima di rifiuti presenti in tonnellate, alla tipologia di rifiuto e alla stima della superficie interessata, saranno utilizzati 19.850,00 euro per lo sgombero di inerti da Contrada San Giorgio, ai 14.450,00 euro per la rimozione di rifiuti dall'area marginale Fiume Ofanto. Lo smaltimento delle aree disposte a sgombero saranno oggetto di sopralluogo da parte delle forze dell'Ordine, con segnalazioni accompagnate da report fotografici. L'Amministrazione La Salvia ha inteso partecipare a questo bando regionale, affinché il territorio venga sgomberato dai rifiuti illeciti abbandonati. Inoltre, ogni intervento garantirà un idoneo servizio di vigilanza e idonee misure di deterrenza sul sito risanato a seguito dell'intervento di pulizia".
"Quando i rifiuti vengono abbandonati nelle periferie, il Comune è costretto a portarvi rimedio con interventi straordinari di pulizia che risultano essere molto costosi sia per le tasche del Comune (30%) che dei cittadini stessi (70%). La partecipazione al bando – prosegue l'assessore – consentirà, eventualmente, di non far aumentare il costo dello smaltimento dei rifiuti. Ci auguriamo, tuttavia, e invitiamo quei cittadini che ancora non lo fanno, a conferire il rifiuto differenziato presso le proprie abitazioni secondo il metodo "Porta a Porta", affinché non vi siano più rifiuti abbandonati da far ripulire con somme aggiuntive. Prevenire è sempre meglio che curare. Ricordiamo, inoltre, che basta telefonare al numero verde (800054040) o all'ufficio Ambiente (tel. 0883610286) per ottenere lo smaltimento dei rifiuti ingombranti: un servizio fornito gratuitamente dall'ATI " Sangalli Ecolaife", così come previsto dalla gara d'appalto. È importante che ogni cittadino segua nel dettaglio tutta la procedura del conferimento dei rifiuti. L'abbandono del rifiuto, infatti, costituisce un costo aggiuntivo per il Comune e per i suoi cittadini, ai quali toccherà pagare un costo più elevato del servizio di raccolta".
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.