Stella Mele
Stella Mele
Politica

Pronti a cambiare direzione

La nota di Stella Mele, candidata al Senato nel collegio plurinominale Puglia - 01 per Fratelli d'Italia

Fratelli d'Italia ha mostrato fermezza nello scegliere di collocarsi all'opposizione di governi non eletti dal popolo italiano. Viene in mente quel "Ci sedemmo dalla parte del torto, perché tutti gli altri posti erano occupati", pronunciato dalla Meloni, citando Brecht, quando sostenne con determinazione alla Camera la scelta di essere all'opposizione del governo Draghi. Una scelta ponderata, ma ferma e lungimirante in quanto chiara era la strada che quel governo avrebbe intrapreso, portandolo a fallire nella gestione dei grandi problemi che affliggono l'Italia. Alle parole e agli annunci governativi sulla risoluzione dei problemi che quotidianamente vivono gli italiani (caro bollette, lavoro, decrescita demografica, il non schierarsi al fianco delle aziende italiane), Fratelli d'Italia ha sempre sostenuto soluzioni concrete, risolutive e fattibili, ignorate dal governo di turno.

L'essere "Pronti!" a governare per la risoluzione dei problemi del Paese è per me declinabile all'essere "Pronti a cambiare direzione", ripartendo dai comuni e dalla stessa Regione, perché l'Italia è fatta di comunità e territori. Pronti! significa anche ricostruire una comunità politica che per svariati motivi si è divisa e la cui ragione non sorride a una sola parte. A governare il paese, e a lavorare per la risalita degli italiani, non basta una sigla di partito, ma tutta quella comunità umana e politica che negli anni si è formata sotto un'idea d'Italia ancora oggi non smentita nei fatti. Per questo mi rivolgo a chi negli anni ha militato nelle fila della destra italiana, sia esso militante o rappresentante delle istituzioni, affinché si possa ricominciare un percorso fatto di impegno e lavoro per quell'unica idea che da sempre ci accomuna, al di là di percorsi scelti nel tempo: il bene dell'Italia
Stella Mele- Candidata al Senato nel collegio plurinominale Puglia - 01 per Fratelli d'Italia,
Stella Mele con Giorgia MeloniStella Mele a CanosaFrancesco Ventola con Stella MeleStella Mele
  • Elezioni
  • Fratelli d'Italia
  • Stella Mele
Altri contenuti a tema
Peronospora: Ripagato il nostro impegno Peronospora: Ripagato il nostro impegno La nota di Fratelli d’Italia Canosa
Bollo auto: Fratelli d’Italia presenta proposta di legge per riduzione tariffaria crescente Bollo auto: Fratelli d’Italia presenta proposta di legge per riduzione tariffaria crescente La dichiarazione di Michele Picaro, primo firmatario della pdl
La Puglia è fra le regioni d’Italia con la TARI più alta La Puglia è fra le regioni d’Italia con la TARI più alta Il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Francesco Ventola  ha chiesto l’audizione in Commissione Ambiente
Lodispoto la butta in politichese per nascondere la sua inadeguatezza Lodispoto la butta in politichese per nascondere la sua inadeguatezza La replica del capogruppo regionale di Fratelli d'Italia, Francesco Ventola al presidente della Provincia BAT
Fra la gente e per la gente Fra la gente e per la gente L’assemblea cittadina di Fratelli d’Italia Canosa fra rinnovo delle cariche e sviluppo della città
Nuovo ospedale di Andria : una vera e propria farsa sulla  pelle dei cittadini della BAT Nuovo ospedale di Andria : una vera e propria farsa sulla pelle dei cittadini della BAT La nota congiunta del deputato e capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, on. Mariangela Matera e Francesco Ventola
Rinnovo del Parlamento Europeo: Esercizio del diritto di voto Rinnovo del Parlamento Europeo: Esercizio del diritto di voto Indicazioni per i cittadini dell'Unione europea residenti a Canosa di Puglia
Michele Picaro, nuovo presidente provinciale FDI-Bari Michele Picaro, nuovo presidente provinciale FDI-Bari E' il primo eletto dagli iscritti
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.