Conferenza
Conferenza
Vita di città

“Natale a Canosa”: presepi nei siti archeologici, mercatini e nuovi prodotti dolciari, come il Panettolio

Dal 14 dicembre al 6 gennaio 2014; grande attesa per il Presepe Vivente

Elezioni Regionali 2020
"Natale a Canosa. Non manca nulla" è il titolo del cartellone delle attività culturali e turistiche che si terranno a Canosa dal 14 dicembre al 6 gennaio, presentato nel corso della Conferenza stampa che si è tenuta questa mattina a Bari, alla Mediateca regionale.

Sono intervenuti Ernesto La Salvia, sindaco di Canosa, Stefania Mandurino dell'agenzia regionale "Puglia Promozione", Gianni Quinto, assessore al Turismo del Comune di Canosa, Sabino Facciolongo, assessore alla Cultura, Carmine Bucci, consigliere comunale, ed i rappresentanti della Pro Loco e delle associazioni "Presepe Vivente", "Dromos", "Fondazione Archeologica Canosina".

"Benvenuti a tutti – ha detto Stefania Mandurino e grazie per aver deciso di presentare qui, alla Mediateca regionale, le interessanti iniziative programmate per il periodo natalizio. Il modello di sviluppo turistico della Regione è assolutamente coerente con quello che Canosa sta portando avanti per promuovere il territorio. Quando si fa qualcosa con passione la si fa al meglio delle proprie possibilità e questa passione è visibile, quasi palpabile, e non può che dare ottimi risultati. Le risorse straordinarie, culturali, artistiche, archeologiche e paesaggistiche di cui la città è dotata vanno valorizzate sia dalle istituzioni ma anche da privati cittadini. In tale contesto è fondamentale il ruolo della comunità canosina, sempre così accogliente e ospitale, perché saprà attrarre i turisti che non verranno a Canosa solo per visitare un luogo, ma per viverlo".

"Gli appuntamenti che si svolgeranno nel periodo natalizio
- ha dichiarato il primo cittadino di Canosa - , sono legati alle nostre tradizioni e serviranno certamente a promuovere la nostra città, che vanta tesori archeologici di inestimabile valore. Molto in questi anni è stato fatto relativamente allo studio dei reperti, all'accesso ai siti, alla manutenzione degli stessi, ma tantissimo resta ancora da fare per quanto riguarda le ricadute turistiche. E' necessario individuare ed organizzare attività collaterali che richiamino i potenziali turisti, invitandoli sia a visitare le bellezze archeologiche, ma anche a godere di tutto quanto di bello può offrire il territorio. Trascorrere una intera giornata a Canosa non solo è possibile, ma può essere anche una bella esperienza: non manca nulla! Accoglienza professionale dei turisti, percorsi eno-gastronomici di qualità garantita e certificata, associati ad iniziative culturali apprezzabili e coinvolgenti: saranno questi i pilastri su cui dovrà poggiare nei prossimi anni l'offerta turistica della nostra città".

"Comunicare efficacemente la bellezza" di un territorio
- ha aggiunto l'assessore Quinto - non è semplice e può risultare anche rischioso. E' necessario attivare un ciclo virtuoso di comunicazione che tenga conto di tutte le peculiarità del territorio e che sia soprattutto continuo. Il percorso strategico da intraprendere è chiaro e passa da una comunicazione integrata con tutti i Comuni del territorio e con la collaborazione di tutte le agenzie regionali e provinciali che da anni si occupano di questo settore. Tutte le iniziative previste per il Natale sono coerenti con il territorio e si svolgono in "location" di sicuro fascino e bellezza, tanto da costituire il "vero valore aggiunto" di ogni manifestazione".


Si inizia il 14 dicembre con "Natale in corso. Mercatino artigianale natalizio" che sarà allestito in corso San Sabino e proseguirà anche il 15, 21, 22 e 23 dicembre.
Dal 15 dicembre al 6 gennaio, poi, si terrà la "Mostra dei presepi artigianali": in Piazza della Repubblica n. 2, e anche in corso San Sabino, negli stessi giorni in cui c'è il mercatino, saranno esposti i presepi artigianali realizzati dall'associazione "Canosapresepi".
In queste stesse giornate si terrà la "Sagra del dolce tipico", in corso San Sabino.

Tutte le domeniche di dicembre, oltre al 26, 28, 29 dicembre, e il 2, 4, 5 e 6 gennaio sarà aperto ai visitatori il "Museo dei Vescovi", a Palazzo Minerva (piazza Vittorio Veneto), dove sono esposti reperti paleocristiani della Cattedrale "San Sabino", dove, per l'occasione, sarà esposto al pubblico il "Crocifisso d'Avorio" della Cattedrale (del XII sec.), un prezioso manufatto d'arte sacra, recuperato tre anni fa a Parigi dal "Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale" dei Carabinieri, dopo il suo furto.
"Walking tour: a spasso per Canosa, tra storia, tradizioni e gastronomia" è l'itinerario pedonale nel centro città che prevede visite guidate alla scoperta di monumenti, siti e musei archeologici, presepi artigianali e sapori della tradizione dolciaria natalizia. Si terrà su prenotazione contattando il call center 333.88.56.300.
Inoltre, per tutto il periodo natalizio, sono previste degustazioni di prodotti tipici in tutti i ristoranti della città.

Fiore all'occhiello delle manifestazioni in programma è il "Presepe Vivente", giunto quest'anno alla X edizione. È certamente questa la manifestazione natalizia più attesa, capace di catalizzare l'attenzione e la curiosità dei cittadini provenienti da ogni parte della Puglia, che affluiscono in massa al sito presepiale, in zona Costantinopoli, per ammirare una rappresentazione che suscita ogni volta grande emozione. La manifestazione è organizzata dal "Comitato Presepe Vivente" di Canosa, in collaborazione con la parrocchia Maria SS. del Rosario e con il patrocinio del Comune.

Sette sono gli appuntamenti in programma: il 26, 28 e 29 dicembre ed il 2, 4, 5 e 6 gennaio, dalle 17.30 alle 20.30. Saranno coinvolti oltre 300 interpreti che in costume mediorientale, in uno spazio di 12.000mq e per un percorso guidato di circa 300 metri, animeranno la ricostruzione di un tipico villaggio palestinese del I secolo dopo Cristo. Ambientato in un'area di interesse archeologico, fra ipogei sotterranei e il caldo colore del tufo, la rappresentazione coinvolgerà anche i tradizionali animali della classica rappresentazione natalizia: pecorelle, capre, bue ed asinello. Personaggi del tempo sfileranno per le strade del quartiere del Rosario fino a giungere a via della Murgetta: re Erode, le ancelle, i centurioni, i tre re Magi e poi, fabbri, falegnami, ceramisti, pescatori, lavandaie, fornai, pastori e persino gli sposi con la rappresentazione del loro banchetto nuziale, un mercatino rionale e varie comparse.

"Il Presepe compie dieci anni ed è sempre più vivente - ha detto Anna Di Sibio, del Comitato organizzatore -. Ciò è dimostrato dal grande entusiasmo che lo circonda e che lo anima, e che fa dei volontari, sempre più numerosi, che trovano il tempo per dedicarsi alla realizzazione di questa bellissima manifestazione. Il sito presepiale è già oggetto di attenzione: sono state ripristinate le scene di vita quotidiana già allestite negli anni precedenti e a queste si aggiungono quelle nuove che renderanno più caratteristico il villaggio palestinese del I° secolo d. C. Anche il viale d'accesso al presepe offrirà una grossa novità ai tantissimi visitatori che, come ogni anno, giungeranno da varie città. Sarà proiettato quest'anno un mapping della manifestazione sulla bellissima facciata della Chiesa di Costantinopoli, che ritrarrà la scena dell'Annunciazione e l'arrivo dei re Magi. In questi anni, tanti sono stati i figuranti canosini e non, che hanno saputo, con grande maestria, spogliarsi del loro quotidiano e calarsi nei ruoli che hanno animato la piccola Betlemme di Canosa di Puglia. A loro se ne possono aggiungere ancora altri semplicemente iscrivendosi alla manifestazione presso la sede del Comitato organizzatore in via Carlo Alberto, 96/98, per vivere un'esperienza unica e straordinaria. L'ingresso prevede un contributo di € 1,00 a persona".

Al termine dell'incontro è stato servito un piccolo buffet con degustazione dei prodotti tipici e dolci natalizi, come le sfogliatelle, i tartufi murgesi al cioccolato e alla mandorla, i marzapani, i mostaccioli, il Panangelo ed il nuovo Panettolio (panettone all'olio extravergine d'oliva), tutti preparati dalle pasticcerie artigianali di Canosa, che saranno allestiti nel corso dei mercatini di Natale.

ufficio stampa
Francesca Lombardi
Natale a Canosa conferenza stampaNatale a Canosa conferenza stampaNatale a Canosa conferenza stampa
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.