Raffaele Iacobone
Raffaele Iacobone
Associazioni

La funzione dell'Arte nei secoli

Il professor Raffaele Iacobone all’UTE

Entrano nel vivo gli appuntamenti del 2019 nell'ambito degli incontri culturali promossi ed organizzati dall'Università della Terza Età Sezione "Prof. Ovidio Gallo" di Canosa di Puglia(BT), che si svolgono presso l'Auditorium dell'Oasi "Arcivescovo Francesco Minerva", in via Muzio Scevola nr.20. Alle ore 18,30 di lunedì 21 gennaio interverrà il professor Raffaele Iacobone sul tema: :"La funzione dell'Arte nei secoli". Il professor canosino Raffaele Iacobone (classe 1956), è docente presso la scuola secondaria di primo grado "G.Mazzini" di Minervino Murge(BT) e artista affermato che ha studiato all'Istituto Statale d'Arte di Corato (BA) e all'Accademia di Brera a Milano dove è stato allievo di Aldo Turchiaro e Walter Lazzaro. Agli esordi della carriera artistica ha partecipato all'Estemporanea di Porta Venezia a Milano e alla VIIa Mostra D'Arte Figurativa di Ravenna, ottenendo lusinghieri apprezzamenti da pubblico e critica In questi anni, si è sempre impegnato nella promozione e organizzazione di attività culturali ed espositive con l'obiettivo di stimolare le abilità creative, anche dei principianti al variegato mondo dell'arte. Il professore Raffaele Iacobone, fondatore e presidente dell'associazione "ARCHEOARTE G.A.P. Gruppo Artisti in Piazza", composta da un gruppo di amici legati dalla passione per l'arte in tutte le sue forme ed espressioni, ha organizzato numerose mostre collettive insieme alla Maestra d'Arte Sabina Cappelletti, tra le quali:la "Natale in Arte" dal 2006 al 2009, presenziate dal critico d'arte dott.Vito Cracas, al Palazzetto dello Sport di Canosa di Puglia; gli eventi di piazza come "Arte nel Borgo" e "Arte in Corso" nel 2012 e. nel 2016, il concorso d'arte e la rassegna collettiva "Artisti alla Ribalta" con l'artista siriano Zahi Issa, sulla suggestiva scalinata di "Salita Diomede" a Canosa di Puglia(BT).

Le bellezze architettoniche del Teatro Comunale "Raffaele Lembo" di Canosa progettato dall'ingegnere Arturo Boccassini di Barletta(BT), hanno ispirato il professore Raffaele Iacobone che ha dedicato due lavori di notevole spessore e valore artistico. Il primo nel 1996, una copia in acquerello, misure 100x70, del prospetto originale mai realizzato del teatro; il secondo, che fa parte di una collezione dal titolo "Le Cartoline d'Epoca", è un acrilico su tela dalle misure 120x80 pubblicato nel catalogo "L'Elite New 2009" di Artitalia Edizioni, accompagnata dal giudizio del critico d'arte professor Vito Cracas: """precise nel segno e nella resa prospettica, vivaci nella terminologia cromatica, le immagini di Iacobone testimoniano il suo sconfinato amore per la città natale, per le sue bellezze monumentali e per le caratteristiche socio/ambientali che si vanno perdendo. Egli ne tramanda gli aspetti più interessanti con poetico trasporto, in una narrazione seriale che ricrea l'illusione di autentiche cartoline d'epoca, caratterizzate da colori calde e terse atmosfere""". Un bel biglietto da visita per l'artista canosino che lunedì sera sarà ospite all'UTE in un incontro dedicato alla "Funzione dell'Arte nei secoli". Nel rinnovare l'invito a partecipare al prossimo happening culturale, il presidente dell'U.T.E., dottor Sabino Trotta ha fatto presente che è in atto il concorso "Premio Ovidio Gallo" per una Tesi di laurea, teso a valorizzare l'immagine storica e culturale di Canosa attraverso una scrupolosa ricerca di documentazione sviluppata da studi su Archivi di Stato e reperti archeologici del territorio.
Dipinti Teatro Lembo CanosaDipinti Teatro Lembo CanosaPremiati i cittadini migliori del quartiere di S.Teresa: Sabina Cappelletti, Iacobone e F. Ventola2016 Raffaele Iacobone "Artisti alla Ribalta"
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.