Gala- Franco-Liberatore
Gala- Franco-Liberatore
Eventi e cultura

Il dialetto è musica

Celebrata a Canosa, la Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali

Nell'ambito delle iniziative per la Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali, istituita nel 2013 dall'Unione Nazionale delle Pro Loco, a Canosa di Puglia, presso il foyer del Teatro Comunale "R. Lembo", sono intervenuti in qualità di relatori: il professor Carlo Tavani, docente di storia dell'arte specializzato in linguistica e dialetto e il professor Pino Gala, docente di lettere e antropologo culturale. L'incontro culturale svoltosi nella serata odierna è stato promosso ed organizzato dall'assessorato alla cultura del Comune di Canosa e dalla locale Pro Loco con l'intento tra gli altri di valorizzare la conoscenza e la riscoperta del dialetto, lingua parlata sempre meno dalla comunità. Per i saluti istituzionali, hanno preso la parola :il sindaco di Canosa, Vito Malcangio; l' assessore alla cultura Cristina Saccinto; la consigliera comunale Antonia Sinesi e il presidente della Pro Loco Elia Marro, ribadendo in più riprese, che il dialetto è patrimonio culturale di tutti, espressione tangibile e autentica delle tradizioni della comunità locale che non devono andare disperse ma vanno salvaguardate e diffuse con la meritata attenzione anche nelle scuole e tra le giovani generazioni.

"""Evviva il dialetto! - Ha esordito così il professor Pino Gala in uno dei suoi interventi - In tempi di sconvolgente globalizzazione, che elimina la biodiversità culturale, riflettere su ciò che più rimarca l'identità di una comunità, cioè la parlata locale, è una necessità. Conoscere il dialetto del proprio paese, pensare in dialetto, parlare in dialetto vuol dire collegarsi alla propria storia, vuol dire sentirsi rami di un albero dalle radici profonde, vuol dire colorire le proprie espressioni linguistiche. Così il 17 gennaio, giorno di Sant'Antonio Abate, inizio del Carnevale in molti paesi, è la Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali,""" che è stata celebrata a Canosa di Puglia, anche, attraverso l'ascolto di canti popolari canosini raccolti dal professor Pino Gala negli anni '70 del secolo scorso. Il dialetto come "dispositivo identitario" si presta perfettamente ad ogni genere musicale dando agli artisti e a chi li ascolta un forte senso di appartenenza e di condivisione. Il dialetto lascia più libertà espressiva: è fatto di modi di dire, di filastrocche, ma anche di parole che possono essere inventate al momento, e questo lo rende molto evocativo. Suggestive le voci di persone fatte ascoltare con i canti dialettali, "la poesia di un popolo in lingua madre che appartiene alla comunità canosina". La canzone in dialetto, sia che usi il codice locale in funzione "poetica" (funzione "lirico-espressiva"), sia che lo usi come linguaggio di una nuova canzone di protesta e di denuncia o come simbolo del ritorno alle radici (funzione "simbolico-ideologica"), sembra rappresentare una formidabile occasione per comunicare attingendo a un serbatoio di immagini, pratiche, valori, denominazioni di cose di un universo culturale ormai in declino – l'universo della cultura tradizionale-dialettale, appunto. La serata è stata allietata dalle performances musicali di Mario Franco(94 anni) alla fisarmonica e di Peppino Liberatore(76 anni) alla chitarra che hanno fatto cantare il pubblico in sala, apprezzandone l'importanza della lirica dialettale, in un mix di luoghi, tradizioni e personaggi di un tempo, nell'happening dedicato al vernacolo per non dimenticare il passato che appartiene alla storia della comunità.
Riproduzione@riservata
Canosa: Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue LocaliCanosa: Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue LocaliMario Franco alla fisarmonicaCanosa: Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali
  • Pro Loco Canosa
  • Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali
Altri contenuti a tema
Non ce lo ricordiamo più “U mùnne nùste” Non ce lo ricordiamo più “U mùnne nùste” La poesia di Sante Valentino per la "Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali"
A scuola della "Sfegghjète" di Canosa di Puglia A scuola della "Sfegghjète" di Canosa di Puglia Partecipazione ed interesse al primo laboratorio di pasticceria
La magia dei mercatini di Natale, un ritorno alle tradizioni   La magia dei mercatini di Natale, un ritorno alle tradizioni   Largo afflusso di gente a Canosa di Puglia
Canosa: A scuola di sfogliatelle Canosa: A scuola di sfogliatelle Aperte le iscrizioni ad un laboratorio di pasticceria, per scoprire e imparare i segreti del dolce tipico natalizio.
Storia e bellezza in corteo a Brindisi Storia e bellezza in corteo a Brindisi La "Traslazione delle Reliquie di San Sabino" alla quinta Edizione dei Cortei Storici delle Pro Loco di Puglia
Al via il progetto “Canusium Open Access” della Pro Loco Canosa Al via il progetto “Canusium Open Access” della Pro Loco Canosa Finalizzato allo sviluppo della cittadinanza attiva e alla promozione del welfare di comunità
Le percoche di Loconia al Terminal Crociere Porto di Brindisi Le percoche di Loconia al Terminal Crociere Porto di Brindisi Nell'ambito del programma di qualificazione dell'accoglienza turistica in Puglia
Buone le prime! Le percoche di Loconia ai turisti giunti a Bari Buone le prime! Le percoche di Loconia ai turisti giunti a Bari All'Infopoint Terminal Crociere uno stand della Pro Loco Canosa
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.