Ancora in campo Flai Cgil BAT
Ancora in campo Flai Cgil BAT
Sindacati

I lavoratori dell’agroalimentare non si fermano

Riglietti della Flai Cgil Bat chiede alle aziende del settore il rispetto degli accordi presi a livello nazionale

Tra i settori che certamente non si stanno fermando e non possono fermarsi c'è quello dell'agro-alimentare che produce generi di prima necessità. Lavoratori che, con spirito di servizio e abnegazione, stanno continuando ogni mattina ad andare in azienda per garantire continuità alla filiera della produzione e trasformazione di viveri in questo momento di emergenza da coronavirus. "Sentiamo innanzitutto il dovere di ringraziarli perché nella difficoltà stanno operando nel quotidiano in giornate in cui uscire di casa non è semplice per nessuno. Inoltre, rivolgiamo anche un appello agli imprenditori affinché in una situazione tanto complessa si rispettino tutte le misure di sicurezza disposte dal Governo perché la salute dei lavoratori viene prima di tutto e soprattutto prima del profitto. Per questo deve essere garantita dappertutto", spiega Gaetano Riglietti, segretario generale della Flai Cgil Bat. "Vorremmo ricordare che nell'accordo tra il Governo e i sindacati si prevede che in tutti i luoghi di lavoro devono sussistere le condizioni di sicurezza per lavoratrici e lavoratori. Nelle aziende deve essere costituito un comitato per applicare le regole di sicurezza con la partecipazione dei rappresentanti dei lavori e che le aziende devono prevedere la sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro. Inoltre, tutti devono essere dotati di strumenti di protezione individuale. La sola presenza di adeguati livelli protezione è la condizione per la prosecuzione dell'attività produttiva. Abbiamo deciso di procedere da subito affinché nelle aziende alimentari si sottoscrivano accordi che diminuiscono in maniera controllata i livelli di produzione salvaguardando i lavoratori ma continuando a garantire le forniture per i negozi alimentari", conclude Riglietti.
  • Flai Cgil BAT
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus: 76 casi positivi in Puglia Coronavirus: 76 casi positivi in Puglia Registrati 6 nella BAT
Scuola e covid-19: gli indirizzi per la gestione di casi e focolai Scuola e covid-19: gli indirizzi per la gestione di casi e focolai Una nota a firma di Emiliano e del direttore del Dipartimento Promozione della Salute, Vito Montanaro
Il dottor Sabino Luzzi canosino dell’anno Il dottor Sabino Luzzi canosino dell’anno Alla XXI Edizione del Premio Diomede incentrata sul Covid-19
Coronavirus: salgono i contagi in Puglia Coronavirus: salgono i contagi in Puglia Registrati 90 casi positivi, 22 bella BAT
Coronavirus: 76 casi positivi in Puglia Coronavirus: 76 casi positivi in Puglia Registrati 12 nella BAT
Coronavirus: 51 casi positivi in Puglia Coronavirus: 51 casi positivi in Puglia Registrati 5 nella BAT
Il  “Premio Diomede” nel segno del Covid Il “Premio Diomede” nel segno del Covid I premiati della XXI Edizione
Coronavirus: 90 casi positivi in Puglia Coronavirus: 90 casi positivi in Puglia Registrati 17 nella BAT
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.