Centri estivi fattorie didattiche
Centri estivi fattorie didattiche
Territorio

Educazione ambientale alle fattorie didattiche

Un progetto formativo con i percorsi naturalistici

Sono oltre 300 le fattorie didattiche e gli agriturismi presenti nelle campagne pugliesi che stanno accogliendo i bambini con attività ricreative, ludiche ed educative a contatto con la natura nei grandi spazi all'aria aperta. E' quanto afferma la Coldiretti Puglia, ad un mese dalla riapertura delle scuole in Puglia il 14 settembre prossimo, con le fattorie didattiche che stanno integrando l'offerta di servizi educativi per l'infanzia che esclude 3 famiglie su 4 (75,3%) e possono accogliere durante l'estate i bambini per aiutarli a superare lo stress provocato Covid e guerra con il gioco e la vita all'aria aperta. "Abbiamo predisposto un progetto multi-didattico – spiega Maddalena Rignanese, leader di Coldiretti Donne Impresa e responsabile pugliese dell'imprenditoria femminile – con i percorsi naturalistici, le aree con gli animali e la pet therapy, gli spazi a tavola dove assaggiare le specialità della tradizione contadina dell'enogastronomia Made in Italy per grandi e piccini. Siamo convinti che la Rete delle fattorie didattiche di Coldiretti, in collaborazione con gli enti locali e le altre autorità territoriali coinvolte possa rappresentare un valido supporto alle politiche di sostegno dei bambini e delle loro famiglie".

Il progetto formativo per le scuole di ogni ordine e grado "Lo sviluppo sostenibile e l'educazione alimentare", frutto dell'intesa sottoscritta tra il Ministero dell'istruzione e la Confederazione Nazionale Coldiretti, coinvolge in Puglia gli alunni delle scuole regionali per aiutare il sistema scolastico, gli studenti e le famiglie in Puglia aprendo 'le porte' dell'accoglienza ai bambini. Nelle fattorie didattiche – spiega la Coldiretti regionale – si impara "facendo", attraverso attività pratiche ed esperienze dirette come seminare, raccogliere, trasformare, manipolare e creare. Le attività proposte dalle aziende sono moltissime, si va dal laboratorio del bio pittore per dipingere con i colori estratti da foglie, fiori e ortaggi a quello dei baby chef dove imparare a cucinare risparmiando fino a quello dei più esperti dove allenare i sensi dell'olfatto, del gusto, del tatto e della vista ed imparare a riconoscere le piante aromatiche o assaporare i diversi tipi di miele.

Una novità importante – sottolinea la Coldiretti Puglia – per integrare l'offerta di servizi educativi per l'infanzia in Italia in un momento difficile per Paese. Le fattorie didattiche sono aziende agricole autorizzate a fare formazione sul campo per le nuove generazioni puntando – precisa la Coldiretti – sull'educazione ambientale attraverso la conoscenza della campagna con i suoi ritmi, i suoi segreti e le narrazioni anche delle antiche storie rurali. Per aiutare tutto il sistema scolastico e le famiglie ad alimentare al meglio le giovani generazioni e l'intero nucleo familiare, da anni il Progetto di Educazione alla Campagna Amica ha agevolato l'incontro tra i bambini e i prodotti agricoli 'fatti' dagli agricoltori. In Puglia negli ultimi 10 anni – riferisce Coldiretti Donne Impresa Puglia - sono stati coinvolti nel progetto delle masserie didattiche 600mila bambini e 480 scuole, di cui il 70% nella fascia d'età compresa fra i 4 e gli 11 anni, dalla scuola materna alla primaria e il 30% studenti più grandi medie e superiori, con un boom di iscrizioni degli studenti degli istituti professionali in Agricoltura, Sviluppo Rurale, Valorizzazione dei Prodotti del Territorio e Gestione delle Risorse forestali e montane si aggiunge peraltro quella le presenze all'indirizzo Agraria, Agroalimentare e Agroindustria degli istituti tecnici, in aumento del 17%, con un incremento negli ultimi due anni del 36% delle iscrizioni agli istituti professionali rispetto al 2019, prima della pandemia, secondo un'elaborazione Coldiretti su dati del Miur.

Le fattorie didattiche possono svolgere un ruolo fondamentale – evidenzia la Coldiretti regionale - nel sostenere le famiglie e i genitori, in particolare le madri, che rientreranno al lavoro in concomitanza con la fine delle lezioni scolastiche e al fine di offrire servizi educativi con particolare attenzione al benessere psico-fisico dei bambini e dei ragazzi. Per questo la Coldiretti mette a disposizione, delle autorità sanitarie, politiche e amministrative competenti, la sua rete di Fattorie Didattiche, la propria esperienza, le proprie competenze in ambito educativo e didattico e i propri spazi e aule all'aperto per offrire sostegno ai genitori e ai bambini.
  • Coldiretti
  • Fattorie didattiche
Altri contenuti a tema
La galleria degli orrori a tavola La galleria degli orrori a tavola La denuncia degli agricoltori della Coldiretti al Villaggio di Milano
Il cibo rappresenta la principale motivazione di scelta del luogo di villeggiatura Il cibo rappresenta la principale motivazione di scelta del luogo di villeggiatura Resi noti i dati dell’indagine Coldiretti/Ixe’
Con il caldo  cambiano i menù dei pugliesi Con il caldo cambiano i menù dei pugliesi In aumento il consumo di pesce a tavola
La siccità spinge i cinghiali nelle città e sulle spiagge La siccità spinge i cinghiali nelle città e sulle spiagge A lanciare l’allarme è la Coldiretti
Emergenza cinghiali: prima alleanza tra il mondo agricolo e venatorio Emergenza cinghiali: prima alleanza tra il mondo agricolo e venatorio Per salvare campagne, città, spiagge e strade dall’assedio e dalle aggressioni
Puglia: Cresce la Bee Economy in rosa Puglia: Cresce la Bee Economy in rosa Si celebra la Giornata mondiale delle api, proclamata dall'Onu
Puglia: Parte l’Academy di Giovani Impresa Puglia: Parte l’Academy di Giovani Impresa La scuola strategico-politica diretta agli imprenditori under 30,
I giovani: una risorsa essenziale per mantenere vitali i territori rurali I giovani: una risorsa essenziale per mantenere vitali i territori rurali Il ricambio generazionale è una priorità del Piano strategico dell’Italia
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.