Erbacce
Erbacce
Vita di città

Canosa: Una giungla urbana tra erbacce e rifiuti

La nota di Maria Angela Petroni-Capogruppo Fratelli d’Italia

Sindaco e dirigenti a vari livelli dove siete? Con toni trionfalistici l'amministrazione comunale a 5 Stelle, si è spesso compiaciuta dell'attenzione verso le scuole. Invero, sollecitiamo la maggioranza grillina ad esultare di meno e ad agire di più. Una giungla urbana tra erbacce e rifiuti sta lentamente avvolgendo la città, ma anche gli spazi verdi di alcune scuole. La vegetazione è completamente priva di cura e di manutenzione. Basta farsi una passeggiata a Canosa di Puglia per rendersi conto dello stato di incuria e degrado in cui versa il giardino "Lomanto". Lo spettacolo che offre tutto è, fuorché di un giardino: immondizia, erbacce, foglie e tronchi di alberi secchi che rappresentano un serio rischio per la sicurezza e la pubblica incolumità, visto e considerato il pericolo incendi con la calura estiva.

E non ci si venga a dire che la scuola è chiusa e che i bambini e i docenti non frequentano gli spazi all'aperto. Il decoro di certo, non va in vacanza. E' assurdo che a pochi giorni dall'avvio dell'anno scolastico, in una delle scuole comunali più frequentate, si debba assistere ad uno spettacolo indecente di abbandono e degrado di quel che un tempo era un gioiello di giardino. E non si tratta solo di pessima organizzazione della macchina amministrativa, ma di sciatteria e poco rispetto soprattutto per i bambini, quelli della scuola dell'infanzia e primaria. Così facendo ai nostri figli si insegna il degrado come norma, per poi meravigliarsi dell'inciviltà che dalla scuola si allarga a macchia d'olio su tutta la città e sui comportamenti quotidiani. Altro che educazione civica.

Spiace constatare che coloro che dovrebbero tutelare non solo l'ambiente e l'estetica della scuola, ma anche la salute dei bambini fanno finta di nulla. Perché non sono stati previsti Progetti di pubblica utilità per la manutenzione del verde nelle aree comunali: cortili e giardini di scuole, aiuole, parchi..., visto che i percettori del reddito di cittadinanza usufruiscono di un sussidio economico? Il decoro urbano della città non ha mai raggiunto livelli così bassi, come in questi ultimi anni. Avevate promesso la rivoluzione, ma a pochi mesi dalla conclusione del vostro mandato, la città è nel degrado e nella disperazione. Credo che i cittadini meritino più rispetto da parte delle istituzioni.
Dott.ssa Maria Angela Petroni - Capogruppo Fratelli d'Italia
  • Maria Angela Petroni
  • Fratelli d'Italia
Altri contenuti a tema
Attività produttive esistenti : ampliamento fino al 20% Attività produttive esistenti : ampliamento fino al 20% La dichiarazione del consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Francesco Ventola
Canosa : Lavori ampliamento del cimitero Canosa : Lavori ampliamento del cimitero I consiglieri comunali di Fratelli d’Italia chiedono incontro urgente al Sindaco Morra
Tutela e promozione della lingua italiana Tutela e promozione della lingua italiana Il Consiglio Regionale Puglia accoglie mozione di Fratelli d'Italia
Canosa: Asili nido chiusi Canosa: Asili nido chiusi Petroni (FdI): "L'amministrazione ha svuotato le 'casse' per progetti diversi"
Gelate 2018: Mentre il sindaco Morra dorme, gli altri comuni indennizzano gli agricoltori Gelate 2018: Mentre il sindaco Morra dorme, gli altri comuni indennizzano gli agricoltori La nota della Segreteria Fratelli d'Italia- Canosa
Canosa: Asili nido, calpestati i diritti dei bambini e delle famiglie Canosa: Asili nido, calpestati i diritti dei bambini e delle famiglie La nota di Maria Angela Petroni-Capogruppo Fratelli d’Italia
Rigenerazione urbana: Canosa  “zona Capannoni” Rigenerazione urbana: Canosa “zona Capannoni” L'intervento del consigliere regionale Francesco Ventola (FdI)
Canosa: Nuova sede per il Centro per l'impiego. Benvenuti a bordo! Canosa: Nuova sede per il Centro per l'impiego. Benvenuti a bordo! La nota di Maria Angela Petroni, capogruppo FdI
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.